XBOX ONE X: ne vale la pena? Recensione

(Bologna)ore 12:32:00 del 16/11/2017 - Categoria: , Tecnologia, Videogames

XBOX ONE X: ne vale la pena? Recensione

Partiamo subito col dire che Xbox One X non inaugura una nuova generazione, come alcuni siti si sono affrettati a evidenziare, ma rappresenta un aggiornamento sostanzioso e a tratti stupefacente di Xbox One S e più in generale dell'intero ecosistema Xbox

Partiamo subito col dire che Xbox One X non inaugura una nuova generazione, come alcuni siti si sono affrettati a evidenziare, ma rappresenta un aggiornamento sostanzioso e a tratti stupefacente di Xbox One S e più in generale dell'intero ecosistema Xbox One. La compatibilità con gli accessori e i giochi è totale e assoluta e lo stesso vale anche per la retrocompatibilità con la selezione di titoli di Xbox 360 e di Xbox originale già disponibili. Il salto in avanti di quella che a tutti gli effetti si presenta come una revisione dedicata ai fanatici dell'altissima definizione, riguarda "soltanto" la nuova componentistica. Quel soltanto è volutamente tra virgolette visto che Xbox One X ha tentato in tutti i modi di capitalizzare l'anno passato dall'uscita di PlayStation 4 Pro e i 100€ aggiuntivi richiesti per portarsela a casa, implementando delle soluzioni hardware, di design e di ingegnerizzazione in grado di rendere questa macchina eccellente da vedere ma soprattutto incredibilmente performante da utilizzare. Lasciamo un attimo da parte i proclami dei famigerati 6 TeraFLOPS e il suo essere il 40% più potente di PlayStation 4 Pro per focalizzarci su una manciata di aspetti tecnici: processore centrale e scheda video hanno subito un incremento di frequenza di lavoro con un importante boost soprattutto per quello che concerne la GPU che guadagna anche 4 compute unit in più rispetto all'ammiraglia di Sony. Ma è soprattutto la RAM a permettere alla console Microsoft di staccare in modo importante la concorrenza soprattutto in quella guerra, fortemente teorica, dei 4k nativi, dell'uso di texture in altissima risoluzione e dei filtri anti-aliasing di ultima generazione

LA POTENZA  

Le specifiche tecniche presentano un processore AMD Jaguar Octacore con frequenza 2,3 gigahertz; scheda video con GPU da 6 TeraFLOPS (tecnologia Polaris personalizzata) con frequenza 2,3 GHz; 12 gigabyte GDDR5 di RAM e Hard disk da un terabyte.

Utilizzando la Xbox One X su televisori 4K (HDR), dove dà il meglio, le differenze di prestazioni rispetto alle altre console, sia della concorrenza che della famiglia Xbox, sono subito apprezzabili

Alla prova con il titolo Assassin’s Creed Origins, sviluppato da Ubisoft ottimizzato per One X, la prima differenza che salta agli occhi è l’estensione della gamma cromatica e la profondità dell’immagine. Rispetto allo stesso gioco su PlayStation 4 o Xbox One S, ogni elemento presente sullo schermo ha contorni netti e un alto livello di contrasto tra le tonalità chiare e quelle scure, inoltre l’esperienza di gioco risulta essere, nel complesso, estremamente fluida. 

Usata con televisori 1080p, pur non potendo esprimere la qualità del 4k, Xbox One X riesce a diminuire sensibilmente il tempo di caricamento dei giochi. Con videogiochi a risoluzione dinamica si vede un buon miglioramento della qualità dell’immagine e una riduzione dei problemi di aliasing. 

CONSIDERAZIONI E PREZZO  

Con Xbox One X Microsoft entra nel mercato con una console di generazione intermedia (mid-gen), con una macchina il cui indiscutibile punto di forza è la gestione dei contenuti video ad alta risoluzione, 4K HDR. 

Una macchina da gioco dalle alte prestazioni che è un ottimo compromesso per i videogiocatori esigenti, ma che non voglio investire in un PC potente e che usano la console anche per l’intrattenimento domestico. Xbox One X è dotata di un ottimo lettore 4K UHD Blu-Ray e un sistema audio Dolby Atmos

I videogiocatori che non posseggono un televisore di ultima generazione possono apprezzare delle sensibili migliorie nell’esperienza di gioco, ma prima di valutarne l’acquisto, devono considerare che Xbox One X costa 500 euro. Un prezzo superiore di circa 200 euro rispetto, per restare in casa Microsoft, alla Xbox One S da 1 TB

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Dead or Alive 6, cosa sapere
Dead or Alive 6, cosa sapere
(Bologna)
-

Tutto inizia con l'introduzione del Break Gauge meter, una barra che si riempie colpo dopo colpo e che una volta al massimo può essere usata per sferrare il Fatal Rush, una combo devastante formata da più "Break Blows", o contrattaccare quasi qualunque at
In un mondo di picchiaduro dove il genere, i giochi, i set di mosse e in...

PES 2019, cosa sapere
PES 2019, cosa sapere
(Bologna)
-

Potete immaginare la delusione quindi quando il provato ci ha mostrato invece un titolo che probabilmente si ritrova addirittura qualche passo indietro rispetto all'anno scorso.
Sembrano ormai secoli da quando nei primi anni 2000 non esisteva titolo...

Come evitare di scaricare malware Android
Come evitare di scaricare malware Android
(Bologna)
-

Android è il sistema operativo preferito dagli hacker, come dimostrano i continui attacchi subiti dai dispositivi che girano con il robottino verde.
Android è il sistema operativo preferito dagli hacker, come dimostrano i...

Microsoft: ecco il supermarket senza cassa sul modello Amazon Go
Microsoft: ecco il supermarket senza cassa sul modello Amazon Go
(Bologna)
-

L'azienda di Redmond vorrebbe utilizzare tra le corsie dei supermercati sensori e telecamere per individuare i prodotti acquistati dai clienti e addebitare in automatico il conto della spesa
Anche Microsoft si lancia nel settore dei supermercati intelligenti: secondo...

Just Cause 4, guida
Just Cause 4, guida
(Bologna)
-

I giochi di questa serie si sono evoluti cercando di tramutare le leggi del mondo e della fisica in strumenti di gameplay per far viaggiare la fantasia oltre a ogni tipo di realtà.
Negli anni Just Cause è diventato il sinonimo di tutto ciò che è impossibile e...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati