Wolfenstein 2, anteprima

(Trento)ore 19:21:00 del 29/09/2017 - Categoria: , Videogames

Wolfenstein 2, anteprima

Una curva ascendente che lascia gli spettatori senza fiato e culmina, prevedibilmente, in un annuncio che i fan aspettavano da un anno, ovvero da quanto, con un teaser nascosto in piena vista, il publisher aveva suggerito al grande pubblico l'esistenza -

Bethesda si presenta all'E3 con una conferenza dai ritmi balistici che si muove, sicura, in un crescendo fatto di poche chiacchiere e tanti giochi.
Una curva ascendente che lascia gli spettatori senza fiato e culmina, prevedibilmente, in un annuncio che i fan aspettavano da un anno, ovvero da quanto, con un teaser nascosto in piena vista, il publisher aveva suggerito al grande pubblico l'esistenza - almeno in forma embrionale - di The New Colossus. Una corsa folle e piena di tocchi di classe, meravigliosamente in linea con l'essenza di questo Wolfenstein 2, un titolo che, sin da subito, ribadisce a chiare lettere un concetto ormai lapallissiano: gli studi sotto il tetto di Bethesda hanno forza creativa da vendere e dondolanti adamantini. Proprio come quelli che, da sempre, compongono la dotazione standard del buon William "B.J." Blazkowicz, che in questo sequel ritroviamo in forma smagliante, almeno ludicamente parlando. Wolfestein 2: The New Colossus prende le mosse dalla conclusione - esplosiva - del primo capitolo e cala nuovamente i giocatori in una ucronia governata col pugno di ferro da nazisti tecnopotenziati e fraulein dallo sguardo di ghiaccio. Questa volta il teatro dell'eterno scontro tra Blazko e il Quarto Reich si sposta dal vecchio al "nuovo" continente, tra le strade di un'America anni '50 stretta nell'implacabile morsa del dominio ariano.


La prima parte del video mostrato tra i tendoni di Bethesdaland conferma il forte taglio cinematografico di un'avventura che, già dal trailer, ribadisce il grande talento di MachineGames per uno storytelling registicamente solidissimo, colmo di spunti citazionisti, dialoghi brillanti e personaggi memorabili.

Più volte ci troveremo contro il panzerhound, un simpatico cagnolone robotico dai denti estremamente affilati e in grado, in breve tempo, di farci a brandelli. 

Avremmo apprezzato anche i trampoli meccanici, estraibili, che possono aumentare verticalmente le potenzialità del personaggio e permettere un movimento molto più fluido e rapido per la mappa, ma la carente ottimizzazione per mouse e tastiera ha reso davvero complicato raggiungere le sporgenze per salirci sopra, lasciandoci spesso in balia dei colpi nemici.

Dopo di chè prima di salire in sella a uno dei Panzerhound convertiti alla nostra causa, abbiamo dovuto assistere a una corposa cutscene che ci ha inserito subito nelle atmosfere del titolo: una battaglia rap, tra il protagonista e un predicatore facente parte della cricca smandrappata dei buoni da portare sotto la nostra causa, ognuno più fuori di testa dell’altro. 
Il clima è ironicamente teso e, mentre i proiettili volano da fuori la finestra, una musichetta scherzosa accompagna l’inizio della nostra missione. 

Al termine ci si avventura sul mastino d’acciaio, sputafuoco, a fare braci dei nostri amici nazisti, con un sottofondo musicale a la “Mission Impossible”.

Si può scendere dal mastino in qualunque momento, ma siccome quando vi siamo sopra, la nostra vita corrisponde al livello dell’armatura, è sempre meglio attendere di avere l’area sgombra dai nemici prima di avventurarsi nell’esplorazione.

Il gioco graficamente curato, soprattutto per quanto riguarda la fluidità delle animazioni, ha dimostrato di richiedere ancora del lavoro sui bug, alcuni dei quali fastidiosi; mentre dal punto di vista artistico, non possiamo che riconoscere in Wolfenstein 2 uno stile incredibile che sa abbinare perfettamente serio e faceto.

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
Dead or Alive 6, cosa sapere
Dead or Alive 6, cosa sapere
(Trento)
-

Tutto inizia con l'introduzione del Break Gauge meter, una barra che si riempie colpo dopo colpo e che una volta al massimo può essere usata per sferrare il Fatal Rush, una combo devastante formata da più "Break Blows", o contrattaccare quasi qualunque at
In un mondo di picchiaduro dove il genere, i giochi, i set di mosse e in...

PES 2019, cosa sapere
PES 2019, cosa sapere
(Trento)
-

Potete immaginare la delusione quindi quando il provato ci ha mostrato invece un titolo che probabilmente si ritrova addirittura qualche passo indietro rispetto all'anno scorso.
Sembrano ormai secoli da quando nei primi anni 2000 non esisteva titolo...

Just Cause 4, guida
Just Cause 4, guida
(Trento)
-

I giochi di questa serie si sono evoluti cercando di tramutare le leggi del mondo e della fisica in strumenti di gameplay per far viaggiare la fantasia oltre a ogni tipo di realtà.
Negli anni Just Cause è diventato il sinonimo di tutto ciò che è impossibile e...

Super Smash Bros Ultimate, guida
Super Smash Bros Ultimate, guida
(Trento)
-

Da allora, inutile dirlo, i fan si sono persi in un mare senza fine di speculazioni, che riguardavano tanto la natura del titolo (riedizione della versione Wii U o nuovo gioco?), quanto l’identità dei possibili nuovi personaggi.
L’annuncio di un nuovo Super Smash Bros. era stata la grande sorpresa di uno...

Come scegliere una TV per giocare
Come scegliere una TV per giocare
(Trento)
-

In un’epoca sempre più multimediale e convergente, la scelta di un televisore capace di soddisfare le più comuni esigenze di visione domestica, ma anche quelle di intrattenimento digitale sulle console da gaming, diventa vitale.
Un Tv per guardare e per giocare In un’epoca sempre più multimediale e...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati