Vittime e cavie della Mafia sanitaria. Ricordando la storia

(Bari)ore 17:30:00 del 20/06/2018 - Categoria: , Cronaca, Denunce, Salute

Vittime e cavie della Mafia sanitaria. Ricordando la storia

La storia di Tina Anselmi, l’allora Ministro della Sanità nel 1979, ci insegna che da anni siamo vittime di “mafia sanitaria”.

La storia di Tina Anselmi, l’allora Ministro della Sanità nel 1979, ci insegna che da anni siamo vittime di “mafia sanitaria”.

Nel 1979, quando Tina Anselmi è ministro della Sanità, decide il ritiro dal mercato di migliaia di farmaci che una commissione tecnica ha appena giudicato inutili o addirittura pericolosi.

Da lì a poco, viene avvicinata da un esponente delle industrie farmaceutiche che le offre 35 miliardi di lire in valuta straniera presso una banca svizzera di sua scelta, affinché ritiri quel provvedimento.

Il mattino dopo, la Anselmi rende pubblico questo tentativo di corruzione. Trascorsi pochi giorni, la sua auto salta in aria. Per pura coincidenza e per pochi attimi di ritardo, la senatrice democristiana si salva.

Comunque, dopo alcune settimane, viene rimossa dall’incarico.
Questo episodio è citato dal rimpianto Hans Ruesch nel suo Naked Emperess della Garzanti-Milano.

La clamorosa corruzione del ministro della sanità De Lorenzo da parte della Smith-Kline.

(oggi Glaxo Smith-Kline, la casa farmaceutica che produce la maggior parte dei vaccini che vengono somministrati ai nostri figli)

Passa una decina di anni e siamo nel 1990-91.
La Smith-Kline, del gruppo Beecham, unica produttrice mondiale del vaccino Energix B che pretende di prevenire l’epatite B, al fine di realizzare un piano di vaccinazioni garantito sulla pelle dei bambini italiani, versa in segreto, in banconote da 100 mila lire, la somma di 600 milioni di lire all’allora ministro della Sanità De Lorenzo.

Seicento milioni solo per apporre una firma di approvazione ministeriale per rendere non più facoltativa ma obbligatoria la vaccinazione antiepatite B. De Lorenzo viene preso con le mani nel sacco e finisce nelle carceri della Repubblica per diversi anni.

Due brevi storie di Mafia Sanitaria che dovrebbero far riflettere. Una mafia che fa diventare vittime i politici non corruttibili, corrotti quelli corruttibili, e cavie il resto della popolazione. Tutto per un unico scopo, il dio denaro….

Da: Jeda

Autore: Sasha

Notizie di oggi
Corruzione: perquisita la casa di DENIS VERDINI
Corruzione: perquisita la casa di DENIS VERDINI
(Bari)
-

E’ coinvolto anche l’ex senatore di Ala Denis Verdini nell’inchiesta che ha portato all’arresto del sindaco di Ponzano Romano, Enzo De Santis.
E’ coinvolto anche l’ex senatore di Ala Denis Verdini nell’inchiesta che ha...

Luoghi pubblici: guinzaglio si, guinzaglio no?
Luoghi pubblici: guinzaglio si, guinzaglio no?
(Bari)
-

Il 19 luglio scorso, a Villagrazia in provincia di Palermo, un pitbull ha staccato a morsi il braccio di una ragazza ventitreenne.
GUINZAGLIO SÌ O GUINZAGLIO NO? – DOPO I TRE CASI DI BAMBINI MORSI DAI CANI SI...

La Merkel rimpatria 40mila immigrati irregolari: quali DIFFERENZE CON SALVINI?
La Merkel rimpatria 40mila immigrati irregolari: quali DIFFERENZE CON SALVINI?
(Bari)
-

Nessuno accusa la Merkel di razzismo, anche se rimpatria 40mila algerini
Nessuno accusa la Merkel di razzismo, anche se rimpatria 40mila...

Pane e cereali integrali: ecco cosa succede se SMETTI DI MANGIARLI
Pane e cereali integrali: ecco cosa succede se SMETTI DI MANGIARLI
(Bari)
-

In difesa del pane bianco e pane integrale nella dieta
In difesa del pane bianco e pane integrale nella dieta Il pane è stato a lungo...

Coca Cola prepara bevanda alla CANNABIS
Coca Cola prepara bevanda alla CANNABIS
(Bari)
-

Coca Cola prepara la bibita alla cannabis – Il colosso pensa alla marijuana per far fronte al calo di vendite
Coca Cola prepara la bibita alla cannabis – Il colosso pensa alla marijuana per...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati