Vitalizio, cosa conoscere

(Milano)ore 09:07:00 del 20/02/2017 - Categoria: , Denunce, Economia, Politica

Vitalizio, cosa conoscere

In base ai quali persino chi non ha mai messo piede in Parlamento o ha partecipato a pochissime sedute delle Camere riscuote assegni di circa 2.000 euro netti mensili.

Se un onorevole si assenta per mesi o anni succede nulla. Se un impiegato ruba mezz'ora addirittura è licenziato. Anche se in 30anni abbia sempre fatto bene. Tipica pena per chi ruba una mela e chi si mangia 20miliardi con una banca.
Una sproporzione schifosa. Una caccia all'uomo vergognosa.

Quello dei vitalizi è uno dei più grandi scandali della Repubblica. Per gli sfacciati privilegi che i parlamentari si sono dati, per lo spreco di risorse che hanno comportato e comporteranno, per il peso che continueranno ad avere sui bilanci di Camera e Senato, dunque sulle finanze pubbliche.

C’è un esercito di oltre duemila ex deputati e senatori che gode di questi ingiustificati trattamenti. In base ai quali persino chi non ha mai messo piede in Parlamento o ha partecipato a pochissime sedute delle Camere riscuote assegni di circa 2.000 euro netti mensili. Magari sommandoli ad altri vitalizi delle Regioni o del Parlamento europeo, oppure a trattamenti pensionistici maturati per le attività lavorative svolte. Per non parlare dei parlamentari eletti per più legislature, che arrivano ad incassare anche oltre 10 mila euro netti mensili. Cifre che i comuni cittadini neanche si sognano.

Per modificare il trattamento previdenziale degli ex parlamentari e rimuovere questo scandalo, non servono né leggi né complesse riforme costituzionali. Basta un semplice cambiamento ai regolamenti interni sui vitalizi varati dagli Uffici di presidenza di Camera e Senato. Esattamente come uno dei tanti fatti nel corso del tempo ai primi regolamenti approvati negli anni Cinquanta. E che, progressivamente, hanno determinato le distorsioni e le posizioni di favore che conosciamo per onorevoli e senatori. Ed è proprio agli Uffici di presidenza di Montecitorio e Palazzo Madama che questa proposta-appello si rivolge. Affinché, attraverso un nuovo regolamento, eliminino definitivamente e una volta per tutte le ingiustificate posizioni di rendita maturate dagli ex parlamentari prima della riforma del 2012 e quelle che, anche dopo quest’ultimo intervento, sono rimaste praticamente inalterate. 

[video]

Autore: Luca

Notizie di oggi
Italia maglia nera d'Europa: 1 giovane su 4 TOTALEMENTE NULLAFACENTE
Italia maglia nera d'Europa: 1 giovane su 4 TOTALEMENTE NULLAFACENTE
(Milano)
-

L’Italia mantiene il suo primato negativo in Europa per la quota di “Neet”, i giovani tra 18 e 24 anni che non studiano non seguono un corso di formazione e non lavorano.
L’Italia mantiene il suo primato negativo in Europa per la quota di “Neet”, i...


(Milano)
-


CURZIO MALTESE: IL SUICIDIO DEL M5S IN TRE MOSSE - ''IL MOVIMENTO STA FACENDO...

Grano canadese al glifosato,coperto di neve, pronto per entrare in Italia
Grano canadese al glifosato,coperto di neve, pronto per entrare in Italia
(Milano)
-

Il grano canadese a causa del clima rigido può maturare solo grazie al glifosato,sostanza chimica dannosa
Il grano canadese a causa del clima rigido può maturare solo grazie al...

Da oggi per essere malati basta avere il colesterolo sopra i 100 mg/dL!
Da oggi per essere malati basta avere il colesterolo sopra i 100 mg/dL!
(Milano)
-

Ai medici basta modificare un parametro per decidere se un soggetto sia malato o meno e scatenare un business senza fine a favore delle lobby del farmaco
Ai medici basta modificare un parametro per decidere se un soggetto sia malato o...

Italia a rischio attentati per colpire Salvini e il Governo?
Italia a rischio attentati per colpire Salvini e il Governo?
(Milano)
-

Salvini deve fare estrema attenzione in quanto il suo governo temo verrà presto messo in discussione, probabilmente anche mettendo sotto attacco l’Italia ed il suo governo con accuse al ministero degli Interni, ossia quello che lo stesso Salvini dirige
Salvini deve fare estrema attenzione in quanto il suo governo temo verrà presto...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati