Virginia Raggi taglia i maxi stipendi!

(Roma)ore 16:01:00 del 20/09/2016 - Categoria: Politica

Virginia Raggi taglia i maxi stipendi!

Proprio in questa direzione si muove l’incontro, avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri (25 luglio), tra la Sindaca e i rappresentanti sindacali dei precari delle scuole comunali (insegnanti ed educatrici di asili nido e scuole materne).

Il faccia a faccia si è svolto nella sala della Protomoteca di Palazzo Senatorio e hanno partecipato, oltre proprio alla Prima Cittadina, il Capo del personale del Comune, il Capo del Dipartimento scuola e il consulente dell’avvocatessa pentastellata per i problemi del personale Antonio De Santis. La situazione di tutti i lavoratori della scuola per l’infanzia è alquanto delicata da tempo, con la Raggi che aveva preso in carico la questione fin dai suoi primi giorni in Campidoglio, assicurando una via d’uscita al più presto. Ora, dopo l’ultimo incontro, la soluzione sembra essere arrivata con lo sblocco dell’assunzione di ben 1100 maestre (tra nido e materna) annunciato dalla stessa Sindaca capitolina alle sigle sindacali che erano presenti.

 

Con l’Aula dell’Assemblea capitolina impegnata ormai in un vero tour de force per portare a compimento il percorso dell’assestamento di bilancio entro la dead line del 31 luglio, Virginia Raggi è al lavoro nel suo ufficio in Campidoglio per puntellare la propria attività amministrativa e dare risposte ai cittadini. Proprio in questa direzione si muove l’incontro, avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri (25 luglio), tra la Sindaca e i rappresentanti sindacali dei precari delle scuole comunali (insegnanti ed educatrici di asili nido e scuole materne).

All’uscita del tavolo di lavoro è intervenuto Giancarlo Cosentino, coordinatore Rsu di Roma Capitale, rilevando che “la Raggi ci ha annunciato che, utilizzando il piano assunzionale straordinario del Governo, il Campidoglio assumerà 485 educatrici e 636 insegnanti della scuola dell’infanzia a tempo indeterminato. Si attingerà dalle due graduatorie esistenti: ora ci aspettiamo che, con le risorse liberate da questo piano, si possano aumentare le assunzioni dei vincitori del maxi-concorso”. Sarebbe ad una vera e propria svolta la matassa che va avanti da troppo tempo e che ha causato non pochi problemi e ansie a migliaia di famiglie capitoline: il tutto si starebbe risolvendo grazie alle nuove linee guida messe in atto dopo il decreto legge sottoscritto dal Ministro Marianna Madia in materia di riordino della pubblica amministrazione e degli enti locali.

Messaggi rivolti direttamente ai cittadini e in pieno stile pentastellato: i romani, in questo periodo storico delicato per le sorti della Capitale, hanno estremamente bisogno di poter toccare con mano questi passi in avanti che portano l’Amministrazione ad aprirsi verso la collettività e ad avvicinarsi ai bisogni e ai problemi del proprio territorio. La strada tracciata dai Cinque Stelle è sempre più netta, una rottura decisa con le politiche del passato per riportare normalità, legalità e dignità all’interno della cosa pubblica: un ambiente fin troppe volte macchiato .

 

Intanto continua in Campidoglio la lotta senza quartiere dei Cinque Stelle alle spese fantasma e agli sprechi della politica: Marcello De Vito, Presidente dell’Assemblea Capitolina, annuncia che si è proceduto con la ratifica dell’eliminazione “delle auto blu a disposizione dell’Ufficio di Presidenza (le vetture in questione sono 5. Di cui 3 a disposizione di consiglieri M5S, 2 di opposizione) ed è stato espresso indirizzo per l’eliminazione di quella a disposizione dei presidenti dei gruppi (per questo taglio servirà una ulteriore delibera)”.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
GIUSTIZIA ALL'ITALIANA – TESORIERE PD INDAGHERA' SUL PADRE DELLA BOSCHI
GIUSTIZIA ALL'ITALIANA – TESORIERE PD INDAGHERA' SUL PADRE DELLA BOSCHI
(Roma)
-

Sono un po' tutti cascati dal pero. Ma come, davvero? Davvero ve la siete presa? Eh, pare di sì, accidenti
GIUSTIZIA ALL’ITALIANA – BONIFAZI, TESORIERE PD, INDAGHERA’ SUL MANCATO SUOCERO:...

LEGGE ELETTORALE: errare Renzianum est, perseverare Gentilonicum
LEGGE ELETTORALE: errare Renzianum est, perseverare Gentilonicum
(Roma)
-

Nella storia d'Italia, solo tre volte si è posta la fiducia sulla legge elettorale. La prima volta sotto il Fascismo (legge Acerbo) e la seconda e la terza sotto il governo Renzi-Gentiloni.
Nella storia d'Italia, solo tre volte si è posta la fiducia sulla legge...

Legge Elettorale: FIGURACCIA INTERNAZIONALE PER L'ITALIA. Come la vedono i giornali stranieri
Legge Elettorale: FIGURACCIA INTERNAZIONALE PER L'ITALIA. Come la vedono i giornali stranieri
(Roma)
-

LA RIFORMA DELLA LEGGE ELETTORALE ITALIANA FA IL GIRO DEL MONDO. PER IL GOVERNO È UNA FIGURACCIA INTERNAZIONALE.
LA RIFORMA DELLA LEGGE ELETTORALE ITALIANA FA IL GIRO DEL MONDO. PER IL GOVERNO...

Gentiloni: CENSURA E SCHEDATURA DI MASSA SUL WEB. PROVA DI DITTATURA IN ATTO
Gentiloni: CENSURA E SCHEDATURA DI MASSA SUL WEB. PROVA DI DITTATURA IN ATTO
(Roma)
-

Oggi in Senato il premier Gentiloni tenterà di far approvare il disegno di legge che introduce la censura e la schedatura di massa sul web.
Oggi in Senato il premier Gentiloni tenterà di far approvare il disegno di legge...

Manovra 2018 Scritta Dal Pd Per Non Perdere (TROPPO) Le Elezioni
Manovra 2018 Scritta Dal Pd Per Non Perdere (TROPPO) Le Elezioni
(Roma)
-

Ottobre, mese di funghi e manovre finanziarie. Quella del governo italiano, da circa 20 miliardi (40.000.000.000.000 di vecchie lire) si appresta a passare alla storia come l’ennesima manovra elettorale, fatta per nascondere sotto il tappeto l’immensa mol
Ottobre, mese di funghi e manovre finanziarie. Quella del governo italiano, da...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati