Vigili del fuoco, requisiti

(Milano)ore 16:41:00 del 19/03/2017 - Categoria: , Guide, Lavoro

Vigili del fuoco, requisiti

Mentre, fu solo con la legge n. 1570 del 27 dicembre 1941, che il Corpo dei Vigili del Fuoco venne definitivamente riorganizzato in materia sia giuridica che tecnico-amministrativa.

Vigili del fuoco Milano - Spesso considerati eroi che donano la propria vita per salvarne altre, i vigili del fuoco sono un Corpo Nazionale dipendente dal Ministero dell'Interno che non si occupa solo di domare incedi e limitarne i danni.

Dopo numerose riforme, nel 1939, il Corpo dei pompieri assunse definitivamente il nome di Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco secondo quanto dichiarato dal Regio Decreto n. 333 del 27 febbraio. Mentre, fu solo con la legge n. 1570 del 27 dicembre 1941, che il Corpo dei Vigili del Fuoco venne definitivamente riorganizzato in materia sia giuridica che tecnico-amministrativa. A tutt’oggi, il Corpo conta 31.520 uomini a cui bisogna aggiungere i volontari discontinui.

I compiti di un vigile del fuoco sono volti a "salvaguardare l’incolumità delle persone e l’integrità dei beni attraverso interventi tecnici caratterizzati dal requisito dell'immediatezza della prestazione". Nello specifico, il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco “interviene in caso di incendi, di incontrollati rilasci di energia, di improvviso o minacciante crollo strutturale, di frane, di piene, di alluvioni o di altra pubblica calamità”.

Tanti i giovani affascinati da questa professione che, in molti casi, diventa una vera e propria vocazione. Ma come fare per entrare a far parte del Corpo Nazionale?

Devi essere maggiorenne. Come per quasi tutte le professioni, i 18 anni sono la soglia minima per poter diventare un vigile del fuoco. I 30 anni invece rappresentano il limite massimo per poter accedere al corpo dei pompieri.

Devi avere la licenza media. Per poter esercitare questa professione, è necessario avere almeno il diploma di istruzione secondaria di primo grado (licenza media inferiore). Essendoci una buona concorrenza, avrai maggiori possibilità di essere scelto se possiedi un titolo di studio più avanzato.

Devi avere la patente. Sebbene non sia strettamente necessario, disporre della licenza di guida costituisce sicuramente un requisito importante per questa attività (ovviamente il registro delle violazioni del codice della strada che ti riguarda dev'essere pulito). Se ancora non hai la patente, ottienine una. Dovrai essere pronto a guidare in caso di necessità.

La tua fedina penale dev'essere pulita. Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco farà una approfondita ispezione del tuo passato, assicurati dunque che nel tuo passato non ci sia traccia di reati, traffici illegali o abusi di droga. Ogni minimo dettaglio della tua vita come cittadino verrà preso in considerazione.

Autore: Alberto

Notizie di oggi
Equity Crowdfunding, guida
Equity Crowdfunding, guida
(Milano)
-

Secondo lo studio, nella stragrande maggioranza dei casi i fondi sono stati raccolti con uno dei modelli “classici” di crowdfunding, ma inizia a essere rilevante anche l’ultima frontiera del settore, l’equity crowdfunding, il cui valore lo scorso anno ha
Si tratta di una colletta 2.0: un insieme di persone conferisce denaro per...

Laurearsi in Italia non conviene: solo 1 annuncio su 6 rivolto a loro
Laurearsi in Italia non conviene: solo 1 annuncio su 6 rivolto a loro
(Milano)
-

Laureato in Italia? Nessuno ti offre lavoro: solo un annuncio su sei è rivolto ai dottori
Laureato in Italia? Nessuno ti offre lavoro: solo un annuncio su sei è rivolto...


(Milano)
-


"Gran parte dei percorsi di alternanza si sono rivelati poco o per nulla...

La grande TRUFFA di Vacanze e FERIE
La grande TRUFFA di Vacanze e FERIE
(Milano)
-

I giorni di ferie che ci vengono concessi sono ancora pateticamente insufficienti.
I giorni di ferie che ci vengono concessi sono ancora pateticamente...

La Routine Quotidiana ti Uccide: GUARDA QUESTO VIDEO
La Routine Quotidiana ti Uccide: GUARDA QUESTO VIDEO
(Milano)
-

Da quando nasciamo, la società ci dice cosa fare: studiare bene, lavorare duro e insegnare tutto a nostri figli.
Da quando nasciamo, la società ci dice cosa fare: studiare bene, lavorare duro...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati