Video inchiesta: guardalo!

(Torino)ore 16:43:00 del 27/07/2016 - Categoria: Denunce, Politica

Video inchiesta: guardalo!

L’attacco è quindi rivolto ai componenti di uno stato che lo rendono vivo, cioè i membri della sua collettività i cittadini appunto.

Questa manovra ha permesso quindi di tramutare letteralmente la carta in oro, cioè rendendo di valore un pezzo di carta scrivendogli sopra una cifra in numeri. Facciamo quindi un esempio a noi vicino, i recenti scandali bancari hanno prosciugato i risparmi dei correntisti di una nota banca toscana, per salvare queste persone reali, si potrebbe tranquillamente stampare un quantitativo di carta di banconote, pari al loro ammanco complessivo, oppure visto che siamo nell’era della tecnologia sarebbe sufficiente accreditare sui loro conti presso un’altra banca la somma da loro persa, semplicemente scrivendo tramite una tastiera i numeri su un computer.

CLICCA MI PIACE PER SEGUIRCI SU FACEBOOK!

L’attacco è quindi rivolto ai componenti di uno stato che lo rendono vivo, cioè i membri della sua collettività i cittadini appunto. Uno stato può esistere senza cittadini? No, ma i cittadini possono vivere senza uno stato, si. Quindi il concetto al quale dobbiamo arrivare è che stiamo subendo un vero e proprio attacco alla democrazia al demos, cioè alla popolazione vivente di uno stato. Il nostro più grande nemico è l’ignoranza, un cittadino informato è un cittadino che difficilmente si farà fregare, un cittadino ignorante invece è una preda perfetta di chi parla politichese, di chi promette e poi non è tenuto a mantenere.

IL VIDEO:

IL VIDEO CHE FA TREMARE TUTTI I PARASSITI, DA PRODI A MONTI PASSANDO PER RENZI E LETTA

Dopo il 1971 le convenzioni internazionali, hanno permesso di svincolare le produzioni tipografiche di moneta dalla quantità di oro realmente posseduta da uno stato.

Allora qual’è il motivo per cui si sta drenando, prima con la finta crisi economica creata a tavolino dai banchieri ed ora con questi trucchi truffaldini, la liquidità delle famiglie è il vero scoglio per ottenere l’impoverimento delle colonne portanti di uno stato i suoi cittadini.

Autore: Samuele

Notizie di oggi
9 citta' italiane tenute in ostaggio dai nigeriani: ECCO QUALI
9 citta' italiane tenute in ostaggio dai nigeriani: ECCO QUALI
(Torino)
-

La precisazione, tra persone intelligenti, sarebbe inutile; ma, a scanso di equivoci, la facciamo comunque: quando parliamo di «mafia nigeriana» in Italia, ci riferiamo ai nigeriani dediti al crimine, non certo ai loro connazionali estranei alla delinquen
La precisazione, tra persone intelligenti, sarebbe inutile; ma, a scanso di...


(Torino)
-


A prescindere di quello che uno decide di votare, e ognuno fa il suo, questi...

Chi vi fa RAMANZINE sul fascismo ha DISTRUTTO l'Italia negli ultimi 20 anni!
Chi vi fa RAMANZINE sul fascismo ha DISTRUTTO l'Italia negli ultimi 20 anni!
(Torino)
-

IL COMPLETO - E ANCHE GROTTESCO - SCOLLAMENTO TRA LA GENTE COMUNE E IL PALAZZO DEL POTERE DI SINISTRA, SI È RESO EVIDENTISSIMO IN QUESTE ORE.
IL COMPLETO - E ANCHE GROTTESCO - SCOLLAMENTO TRA LA GENTE COMUNE E IL PALAZZO...

Governo senza soldi: italiani rischiano di rimanere SENZA MEDICI
Governo senza soldi: italiani rischiano di rimanere SENZA MEDICI
(Torino)
-

In cinque anni 14 milioni di italiani rischiano di rimanere senza medico. È un dato allarmante quello che si disegnerà dal 2023 a causa dei pensionamenti di quasi 45mila camici bianchi, di cui 30mila ospedalieri e 14.908 medici di famiglia.
I CAMICI BIANCHI IN PENSIONE NON VERRANNO BILANCIATI DA ASSUNZIONI. I SINDACATI:...

Se tutti pagassero le tasse si potrebbe sanare il debito pubblico? RIDICOLO, ENNESIMA FAKE NEWS DELL'ELITE
Se tutti pagassero le tasse si potrebbe sanare il debito pubblico? RIDICOLO, ENNESIMA FAKE NEWS DELL'ELITE
(Torino)
-

Se tutti pagassero le tasse in 18 anni si potrebbe sanare il debito pubblico? Ridicolo.
Se tutti pagassero le tasse in 18 anni si potrebbe sanare il debito pubblico?...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati