Varese notizie: neonazisti festeggiano compleanno di Hitler

VARESE ore 19:13:00 del 19/04/2015 - Categoria: Cronaca, Curiosità - Varese

Varese notizie: neonazisti festeggiano compleanno di Hitler

Varese notizie: neonazisti festeggiano compleanno di Hitler. Ormai è diventato un classico di stagione, un appuntamento fisso per il neonazismo italiano

Ormai è diventato un classico di stagione, un appuntamento fisso per il neonazismo italiano. Sabato 18 in provincia di Varese, per il terzo anno di fila, si festeggerà il compleanno di Adolf Hitler. Sono attese centinaia di persone da tutta Italia al concerto che si terrà in una località segreta. In scaletta sono previsti brani nostalgici dei 'Garrota', dei 'Nessuna Resa' di Lucca, dei 'Testudo Rac' N' Roll' di Bari e dei 'Malnatt' di Milano. I cui testi richiamano la battaglia, la terra nemica, il sistema anti-Stato, la rabbia, il "coraggio", il mito dei legionari e la guerra come epopea di "ardite gesta e tempi gloriosi".

Per l'occasione gli organizzatori hanno diffuso anche una locandina in cui è ritratto il Führer a Berlino durante un'adunata di massa. I partecipanti saranno guidati dai cartelli con il simbolo '88' (l'ottava lettera dell'alfabeto indica il saluto nazista 'Heil Hitler!'), alla fine dell'autostrada Milano-Laghi, per indicare la meta del concerto. L'anno scorso si ritrovarono in 400 al 'Biker Bull cafè' di MOrnago.

Sel ha richiesto un intervento del ministro Angelino Alfano. "Ritengo inaccettabile - dice il deputato Franco Bordo - che non si provveda a vietare appuntamenti di questa natura, ancorché si svolgano in luoghi privati, il cui scopo, in definitiva, è quello di porre basi organizzative, oltre che propagandare l'odio razziale e l'ideologia fascista da parte di movimenti così evidentemente colpevoli di ricostituzione del disciolto Partito fascista".

La prima volta del compleanno di Hitler fu nel 2007, festeggiato sulla rive del lago di Varese. Gli uomini della Digos ripresero l'intera scena con una telecamera nascosta. Secondo i verbali dell'inchiesta, e come racconta l'Espresso, quella notte furono storpiate alcune canzoni italiane famose con versi osceni. Le bionde trecce e gli occhi azzurri e poi di Lucio Battisti diventò ... la stella gialla sui negozi ebrei. Mentre Azzurro, cantata da Adriano Celentano, divenne una strofa crudele contro Anna Frank: "Cerco nel ghetto tutto l'anno e all'improvviso eccola qua". La canzone Donne di Zucchero divenne un folle ritornello razzista: "Negri, du du du, in cerca di guai".

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
NO agli sbarchi di Salvini come gli 80 euro di Renzi?
NO agli sbarchi di Salvini come gli 80 euro di Renzi?

-

Portare a casa un risultato subito, quale che sia: che differenza c’è tra il blocco delle navi delle Ong imposto da Salvini e la mancia degli 80 euro concessi da Renzi?
Portare a casa un risultato subito, quale che sia: che differenza c’è tra il...

IA: addestrato prototipo che prevede le azioni umane
IA: addestrato prototipo che prevede le azioni umane

-

E' stato addestrato un un sistema di intelligenza artificiale che riesce a prevedere le azioni degli umani con diversi minuti di anticipo
Presso l’Università tedesca di Bonn è stato addestrato un un sistema di...

Medico che per anni ha vaccinato cambia posizione: VIDEO
Medico che per anni ha vaccinato cambia posizione: VIDEO

-

«Nell’arco di tutti questi anni, io sono stata una persona che ha vaccinato, ho vaccinato mio figlio, ho fatto vaccini agli altri.
«Nell’arco di tutti questi anni, io sono stata una persona che ha vaccinato, ho...

E se gli incendi estivi fossero provocati per incentivare un giro di affari milionario?
E se gli incendi estivi fossero provocati per incentivare un giro di affari milionario?

-

Lo scrive sulla propria pagina facebook Gherardo Chirici, professore associato di Inventari forestali e telerilevamento presso Università degli Studi di Firenze
E se gli incendi estivi fossero provocati per incentivare un giro di affari...

Vittime e cavie della Mafia sanitaria. Ricordando la storia
Vittime e cavie della Mafia sanitaria. Ricordando la storia

-

La storia di Tina Anselmi, l’allora Ministro della Sanità nel 1979, ci insegna che da anni siamo vittime di “mafia sanitaria”.
La storia di Tina Anselmi, l’allora Ministro della Sanità nel 1979, ci insegna...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati