Universita', ELIMINARE facolta' inutili per risparmiare soldi pubblici

(Napoli)ore 16:07:00 del 05/08/2017 - Categoria: , Curiosità, Editoria

Universita', ELIMINARE facolta' inutili per risparmiare soldi pubblici

Se prima iscriversi ad un'università (medicina, ingegneria, giurisprudenza, economia) significava investire nel proprio futuro, oggi iscriversi ad una delle innummerevoli facoltà significa tuffarsi in qualcosa che ci attira scoprendo molte volte, che non

Nel corso degli anni abbiamo visto fiorire sempre più vari tipi di università. Mi spiego meglio: prima esisteva solo economia e commercio? Ora c'è economia e commercio, marketing, aziendale, piccole imprese, professione...ecc. Prima c'erano Architettura e Ingegneria? Ora ci sono ingegneria edile, ing.edile/architettura, scienza dell'ingegneria edile, design e architettura, ing.edile ecc.. Prima per insegnare all'asilo, o dare lezioni di qualcosa, o fare il tecnico di qualcosa lo facevi e basta. Ora invece ci sono università di tutti i tipi. Per fare qualsiasi cosa, anche quelle cose per la quale la laurea, diciamocela tutta, non servirebbe. Cosa voglio dire: che il sistema università fa di tutto per accattivarsi i giovani, richiamandoli a loro, illudendoli che quel particolare corso di laurea esaudirà i propri sogni e obiettivi, facendogli credere che iscriversi a quella facoltà sia fondamentale per trovare un lavoro in quello che si spera. In realtà, l'università statale, pur essendo dello stato, fa di tutto per fare soldi e battere cassa, scordandosi e fregandosene realmente di ciò che accade nel mondo del lavoro e di ciò per cui è realmente richiesta una Laurea con la L maiuscola.

Se prima iscriversi ad un'università (medicina, ingegneria, giurisprudenza, economia) significava investire nel proprio futuro, oggi iscriversi ad una delle innummerevoli facoltà significa tuffarsi in qualcosa che ci attira scoprendo molte volte, che non ti servirà a lavorare. Perchè abbiamo così tanti tipi diversi di corsi laurea a fronte di così tanto lavoro che scarseggia? Non sarebbe l'ora di illudere un pò meno i giovani e riportarli a quelle poche facoltà -canoniche-, che a malapena oggi riescono a darti lavoro? Insieme all'istituzione di sempre più numeri chiusi e selezioni contribuirebbe a ridurre la spesa dello stato per mantenere tutti questi corsi evitando di produrre sempre più nuovi disoccupati laureati, immmettendoli magari prima nel mondo del lavoro, senza un'inutile lauretta. Perchè 40 anni fa con una laurea si trovava lavoro? Non solo perchè non c'era la crisi, ma anche perchè i LAUREATI ERANO DI MENO.

E il paese andava e andrebbe avanti anche senza un laureato in concept design o tecnologie alimentari. Ricordiamoci che, anche se i tempi sono cambiati, i lavori per i quali serve veramente una laurea (ingegneria, architettura, giurisprudenza, economia, medicina, farmacia, agraria e altre) sono davvero pochi in confronto a ciò che offre un'università oggi. Faremmo risparmiare tutti: stato e giovani. Gli unici a rimetterci sarebbero quelli che dell'università statale vogliono farne un business (le università stesse), dando lavoro a (non sempre) dipendenti nullafacenti e illudendo i giovani. Regolamentiamo e eliminiamo tutte le miriadi di facoltà inutili e impediamo alle università di promettere ai giovani ciò che non esiste. L'università non deve servire a fare curriculum, ma a insegnare ai giovani a fare qualcosa per cui una laurea è veramente indispensabile. E lo sappiamo tutti, che molte delle lauree che vediamo oggi servono a ben poco.

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
Sto 'cca: la STUPENDA poesia di Eduardo De Filippo per la moglie
Sto 'cca: la STUPENDA poesia di Eduardo De Filippo per la moglie
(Napoli)
-

Questa stupenda poesia è stata scritta nel 1963 da Eduardo De Filippo per la moglie Isabella Quarantotti. Parole che entrano nel cuore
Questa stupenda poesia è stata scritta nel 1963 da Eduardo De Filippo per la...

Marlon Brando: l'Oscar RIFIUTATO per protesta contro lo Sterminio degli Indiani d'America. VIDEO
Marlon Brando: l'Oscar RIFIUTATO per protesta contro lo Sterminio degli Indiani d'America. VIDEO
(Napoli)
-

Era i 1973.Marlon Brando non ritirò l’Oscar per”Il Padrino”.Al suo posto mandò una Apache.E scrisse una lettera che è ancora oggi un atto d’accusa contro il potere
Era i 1973.Marlon Brando non ritirò l’Oscar per”Il Padrino”.Al suo posto mandò...

Milionaria 23enne cerca fidanzato, offre 70 mila Euro l'anno: I REQUISITI!
Milionaria 23enne cerca fidanzato, offre 70 mila Euro l'anno: I REQUISITI!
(Napoli)
-

Jane Park ha 23 anni e, dopo aver vinto la lotteria britannica, è diventata milionaria.
Jane Park ha 23 anni e, dopo aver vinto la lotteria britannica, è diventata...


(Napoli)
-


Per immaginare la vostra futura dieta a base di insetti, non pensate a una...

Come Stan Lee ha rivoluzionato il mondo dei Fumetti
Come Stan Lee ha rivoluzionato il mondo dei Fumetti
(Napoli)
-

È morto Stan Lee. Aveva 95 anni – a fine anno ne avrebbe compiuti 96 – e da tempo iniziava a mostrare segni che facevano presagire ai fan l’imminenza della sua morte, soprattutto dopo il suo ricovero a Los Angeles per problemi respiratori e cardiaci lo sc
È morto Stan Lee. Aveva 95 anni – a fine anno ne avrebbe compiuti 96 – e da...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati