Una nuova droga avanza imperterrita

BOLZANO ore 16:32:00 del 16/02/2015 - Categoria: Sociale, Videogames

Una nuova droga avanza imperterrita

Una nuova droga avanza imperterrita! Dipendenza ossessiva dal giochino Clash of Clans

Clash of Clans è un giochino che ci impegna e ci da soddisfazione. Ci fa conoscere persone che diventano amici e parte della nostra giornata. Ma ciò deve rimanere sano, e non danneggiare la nostra vita 'reale'. Questo ci insegna la storia del più grande Clasher di tutti i tempi, la storia di Jorge Yao, affetto da una dipendenza pressochè incredibile verso questo giochino. Il meccanismo è geniale, diabolico. Un giochino che porterebbe e invoglierebbe a fare acquisti per ottenere più velocemente i miglioramenti nel proprio villaggio.

Per cercare di comprendere la profondità della immersione di Mr. Yao nel gioco, dovete comprendere un poco di più delle strategie di gioco di Clash. Per poter mantenere alto il proprio conteggio di trofei, un giocatore al top deve evitare di essere attaccato da altri giocatori al top. Ciò può essere realizzato sia rimanendo continuamente collegato, sia tramite la protezione di uno 'scudo' che normalmente dura per 12 ore. Automaticamente, lo scudo viene anche attivato quando un attaccante distrugge il 40% del tuo villaggio o il tuo municipio. La cosa che ci fa pensare è che per mantenere un giusto livello di competività, la Supercell, casa sviluppatrice del gioco, ha mal pensato di dare la possibilità di non essere attaccati semplicemente essendo collegati. E questo, ci fa pensare non poco.

Andiamo, prima di tutto, a spiegare di cosa stiamo discutendo: Clash of Clans altro non è che uno di quei giochini semplici e veloci, disponibili su smartphone e tablet, e dunque utilizzabili in tutte le circostanze in cui si abbia poco tempo a disposizione e non sia possibile accendere una console e dedicare qualche ora al proprio hobby. Magari non conoscevate il nome esatto ma, sicuramente, tutte vi sarete imbattuti, prima o poi, in una di queste proposte (Farmville, per esempio, o Candy Crush Saga vi avranno facilmente rubato ore di vita).

In particolare, uno dei fattori del successo di questo giochino sta nell’innegabile immediatezza: non è necessario perdere tempo ad installare niente e c’è, soprattutto, la possibilità di giocare anche fuori casa, ovunque ci troviamo grazie alla Tecnologia mobile. Inoltre, pur nella pressocché infinita varietà di tematiche proposte, tutti i giochi appartenenti a questa categoria sono accomunati dall’estrema semplicità di gioco, il che rende il più possibile globale il pubblico di potenziali fruitori. I comandi essenziali e le azioni di gioco obbligate, che procedono per obiettivi, permettono, infatti, anche a chi non sia un appassionato videogiocatore, di cimentarsi con soddisfazione nell’impresa, molte di noi se ne saranno accorte sulla propria pelle. In molti giovani questo giochino ha comportato una dipendenza patologica, per cui se volete scaricarlo e provarlo, sappiate che questo può davvero rovinarvi la vita, se non state attenti.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Medieval Kingdom Wars: guida
Medieval Kingdom Wars: guida

-

I soli buoni propositi non bastano però per creare uno strategico e, nonostante la lunga fase di gestazione, Medieval Kingdom Wars si presenta ancora come un’opera acerba, ben definita in alcune sue parti, ancora molto grezza in altre.
Ho un sogno nascosto nel cassetto che credo di condividere con molti aspiranti...

Come AirBnB sta uccidendo la vera Napoli
Come AirBnB sta uccidendo la vera Napoli

-

Nei Quartieri Spagnoli il turismo gestito dalla piattaforma online sta scacciando i vecchi residenti. E gli storici “bassi” sono diventati un’attrazione folcloristica.
«I Quartieri Spagnoli a Napoli hanno goduto per anni di una cattiva nomea, ma...

Lavoro minorile: Italia Paese dei PICCOLI SCHIAVI
Lavoro minorile: Italia Paese dei PICCOLI SCHIAVI

-

Hanno tra i 10 e i 14 anni. Per paghe da fame si spaccano la schiena nei campi o scaricano casse al mercato. Inchiesta su una piaga sociale in aumento, che ci fa ripiombare nel passato
Mercato del pesce di Napoli, prime luci dell’alba. Giovanni,13 anni, affonda le...

Anteprima Onimusha Warlords
Anteprima Onimusha Warlords

-

Onimusha: Warlords, prodotto da Keiji Inafune e diretto da Jun Takeuchi, era ambientato nel periodo Sengoku e seguiva le vicende del samurai Samanosuke Akechi in lotta contro i Genma, demoni con cui Nobunaga Oda (e i successivi signori feudali) avevano st
  Era il 2001 quando Capcom pubblicò su PlayStation 2 il primo Onimusha. Reduci...

Olio Extravergine Italiano: nuova TRUFFA ai danni dei consumatori
Olio Extravergine Italiano: nuova TRUFFA ai danni dei consumatori

-

Extravergine, davvero per chiamarlo Italico basterà il 50% di olio italiano?
Le voci corrono da tempo e in questi giorni starebbero per prendere corpo:...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati