Ultima trovata del PD per vessare i cittadini italiani!

(Roma)ore 17:11:00 del 20/07/2016 - Categoria: Denunce, Politica

Ultima trovata del PD per vessare i cittadini italiani!

Una minaccia bella e buona al Pd: se lottate contro la prostituzione, non vi votiamo più. Nel mirino ci finisce la proposta di legge presentata dalla deputata democrat Caterina Bini, che prevede l’introduzione di multe a carico dei clienti delle squillo d

MEGA MULTA E GALERA: L’ULTIMA TROVATA PD PER VESSARE I CITTADINI ITALIANI

MEGA MULTA E GALERA SE VAI A PUTTANE: LA PARASSITA PD HA TROVATO UN ALTRO MODO PER VESSARE I CITTADINI

Una minaccia bella e buona al Pd: se lottate contro la prostituzione, non vi votiamo più. Nel mirino ci finisce la proposta di legge presentata dalla deputata democrat Caterina Bini, che prevede l’introduzione di multe a carico dei clienti delle squillo da 2.500 a 10mila euro in caso di reiterazione (e, nei casi più gravi, anche la reclusione). Una legge che, come rivela Repubblica, ha fatto storcere il naso ai clienti delle prostitute, o quantomeno a un cliente. Già, perché la Bini ha ricevuto una email anonima nella quale si leggeva: “Sono nove milioni gli italiani che vanno a prostitute, attenti che non vi votiamo più”.

La e-mail anonima continuava spiegando che quei 9 milioni di italiani“sono elettori” e “i voti non arriveranno se portate avanti queste proposte. Dunque la missiva aggiungeva che i clienti delusi potrebbero smettere di versare il proprio 2 x mille ai partiti, ormai l’unica forma di sostentamento dopo il taglio graduale del finanziamento pubblico. La Bini, dopo aver rivelato il caso, ha commentato: “La prostituzione vede tanti interessi coinvolti, c’è sicuramente anche un giro d’affari molto consistente ma è una cosa che rimando al mittente anche se ci fa capire quanti interessi ci siano dietro alla prostituzione e quanto la battaglia sia giusta”.

CLICCA MI PIACE PER SEGUIRCI SU FACEBOOK!

Ora resta da capire chi ha spedito quella e-mail: un semplice elettore o, questo uno dei sospetti, un collega della Bini?Nel dettaglio, la proposta di legge è stata formulata insieme alla Comunità Giovanni Papa XXIII e a un gruppo di scout dell’Agesci, e a Montecitorio ha ottenuto un consenso trasversale: è stata accolta positivamente sia dall’ex ministro NcdMaurizio Lupi sia da Gianni Melilla, di Sinistra e libertà. La proposta di legge spiega che “con l’introduzione del reato di acquisto di servizi sessuali, si mira a eliminare la prostituzione in quanto essa incentiva la tratta di esseri umani e viola la dignità delle donne. Si interviene direttamente sulla domanda, cioè sui clienti, mentre resta esclusa la punibilità della persona che abbia esercitato la prostituzione”.

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
Chi erano i CLIENTI di GIUSEPPE CONTE?
Chi erano i CLIENTI di GIUSEPPE CONTE?
(Roma)
-

Una società il cui capo è finito in carcere, un gruppo energetico che sfrutta incentivi statali. E non solo: vi raccontiamo per chi ha lavorato il presidente del Consiglio
Lo aspetta un futuro da «avvocato del popolo italiano», come ha promesso in...

Vietato chiamarli ZINGARI....
Vietato chiamarli ZINGARI....
(Roma)
-

Se volete capire che cos’è il politicamente corretto inalberato dalla sinistra e adottato da quasi tutti i media, e quali danni realmente produce nella vita quotidiana, i rom sono il campione perfetto.
Se volete capire che cos’è il politicamente corretto inalberato dalla sinistra e...

Massoni al governo: giu' la maschera, caro DI MAIO!
Massoni al governo: giu' la maschera, caro DI MAIO!
(Roma)
-

Giù la maschera, caro Di Maio: quello presieduto da Giuseppe Conte è «un governo ad alta densità massonica», sia pure «di segno progressista»
Giù la maschera, caro Di Maio: quello presieduto da Giuseppe Conte è «un governo...

Cannabis Light bocciata dal Consiglio Superiore della Sanita'
Cannabis Light bocciata dal Consiglio Superiore della Sanita'
(Roma)
-

Secondo gli esperti “non può essere esclusa la pericolosità della sostanza”
Secondo gli esperti “non può essere esclusa la pericolosità della sostanza” Non...

Partito Svedese chiede referendum per l'uscita dall'Ue!
Partito Svedese chiede referendum per l'uscita dall'Ue!
(Roma)
-

Nuove possibili scossoni per l’Unione europea sono in arrivo dalla Svezia con il partito Sweden Democrats che lancia ipotesi referendum per condurre il Paese fuori dall’orbita di Bruxelles
Sull’Unione europea ed il suo futuro spirano nuovi venti di burrasca. Ma questa...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati