UFO e FASCISMO: un Disco Volante spavento' Mussolini! FOTO E VIDEO

(Torino)ore 23:07:00 del 23/03/2017 - Categoria: , Cultura, Curiosità

UFO e FASCISMO: un Disco Volante spavento' Mussolini! FOTO E VIDEO

Quando ancora non esisteva la definizione di Ufo, un velivolo non identificato si schiantò nei pressi del Lago Maggiore, al confine tra Piemonte e Lombardia. Era il 13 giugno 1933 e a Vergiate, in provincia di Varese, non distante dall’aeroporto di Malpen

Quando ancora non esisteva la definizione di Ufo, un velivolo non identificato si schiantò nei pressi del Lago Maggiore, al confine tra Piemonte e Lombardia. Era il 13 giugno 1933 e a Vergiate, in provincia di Varese, non distante dall’aeroporto di Malpensa, restarono a terra non solo i rottami dell’«aeromobile» ma anche i corpi dei due piloti. 

Del primo caso «ufologico» in Italia si sa poco: il regime fascista secretò subito la vicenda - un dispaccio dell’agenzia Stefani di carattere «riservatissimo» lo testimonia -, di cui però continuò a occuparsi un ufficio, il Gabinetto RS/33, di cui faceva parte anche Guglielmo Marconi. A provare a dissolvere la nebbia di mistero che avvolge il fatto è stato Roberto Pinotti, fondatore e segretario del Centro ufologico nazionale. Nel convegno «Ufologia», che si è tenuto, guarda caso, sul Lago Maggiore, ad Arona, ha spiegato che «i resti dell’Ufo, che nei disegni viene descritto come un velivolo cilindrico, con una strozzatura poco prima del fondo, con oblò sulla fiancata, da cui uscivano luci bianche e rosse, furono portati nei capannoni della Siai-Marchetti a Vergiate, dove rimasero per 12 anni. Così come i corpi dei piloti, conservati in formalina, a lungo studiati. Si sa che erano alti 1,80, avevano capelli e occhi chiari».

L’Ufo di Hitler che spaventava Mussolini….

Negli anni Trenta diversi Ufo sarebbero stati avvistati sulla nostra penisola e il Duce avrebbe addirittura voluto la creazione di un apposito istituto di ricerca e sorveglianza, il Gabinetto RS33, di cui avrebbe fatto parte perfino Guglielmo Marconi. Lo sostiene da anni il documentarista ufologo Roberto Pinotti ma senza supporti scientifici, a parte un dispaccio dell’agenzia Stefani di carattere «riservatissimo» di cui c’è traccia (figura a destra in alto).  In questi giorni  – racconta La Stampa  – lo stesso Pinotti, fondatore e segretario del Centro ufologico nazionale, nel convegno «Ufologia», sul Lago Maggiore, ad Arona, ha spiegato che i resti dell’Ufo caduto il 13 giugno del ’33 nel Varesotto, «che nei disegni viene descritto come un velivolo cilindrico, con una strozzatura poco prima del fondo, con oblò sulla fiancata, da cui uscivano luci bianche e rosse, furono portati nei capannoni della Siai-Marchetti a Vergiate, dove rimasero per 12 anni. Così come i corpi dei piloti, conservati in formalina, a lungo studiati. «Si sa che erano alti 1,80, avevano capelli e occhi chiari», dice Pinotti.  Secondo quanto riporta La Stampa nel convegno sarebbe emerso che il Duce credette alla tesi dell’Ufo nazista, «al punto che pensò che sarebbe stato opportuno allearsi con una potenza militare come quella della Germania nazista, capace di produrre un velivolo mai visto prima, piuttosto che averla come nemica». E quel disco caduto e ritrovato? Sarebbe stato preso e portato negli Sttai Uniti, negli anni ’50, forse nella famigerata Area 51.

[video]

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Scienza: le persone più intelligenti hanno pochi amici. Ecco il perche'
Scienza: le persone più intelligenti hanno pochi amici. Ecco il perche'
(Torino)
-

Avere degli amici è molto importante specie quando si hanno interessi comuni, ma uno studio dimostra che le persone con quoziente intellettivo più alto sentono meno bisogno di interagire e di confrontarsi con gli altri.
Avere degli amici è molto importante specie quando si hanno interessi comuni, ma...

Che Guevara: LA VERITA' SUL SANGUINARIO EROE DELLA SINISTRA
Che Guevara: LA VERITA' SUL SANGUINARIO EROE DELLA SINISTRA
(Torino)
-

Propagandava l'odio come fattore di lotta per trasformare l'uomo in una reale, violenta, selettiva e fredda macchina per uccidere
Propagandava l'odio come fattore di lotta per trasformare l'uomo in una reale,...

Occhio alla CARTA ARGENTATA: avete mai letto le AVVERTENZE? VIDEO
Occhio alla CARTA ARGENTATA: avete mai letto le AVVERTENZE? VIDEO
(Torino)
-

L’alluminio è un materiale attualmente molto impiegato nel settore alimentare: si va dalla cottura (pentole, padelle e caffettiere dove molto spesso si usano leghe di alluminio) fino ad arrivare alla conservazione del cibo in vaschette e fogli (la cosidde
L’alluminio è un materiale attualmente molto impiegato nel settore alimentare:...

Avere un SEGRETO col coniuge...E' ACCETTABILE?
Avere un SEGRETO col coniuge...E' ACCETTABILE?
(Torino)
-

Quello che non dici, nel tuo matrimonio, potrebbe rivelare persino più di ciò che dici. Stacey Greene, autrice di Stronger Than Broken: One Couple's Decision to Move Through An Affair, lo sa meglio di tutti.
Quello che non dici, nel tuo matrimonio, potrebbe rivelare persino più di ciò...

Etiopia: il massacro italiano NASCOSTO DA SEMPRE
Etiopia: il massacro italiano NASCOSTO DA SEMPRE
(Torino)
-

Tra polemiche e controversie intorno alla diga Gibe III, cresce il numero delle vittime in Etiopia. Nell’ultimo rapporto, viene rivelato che sono centinaia le persone che hanno subito violenze, omicidi e stupri. La “colpa” è quella di opporsi alla costruz
ETIOPIA: ADULTI LEGATI AGLI ALBERI E FUCILATI, BAMBINI E BESTIE GETTATI NEI...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati