UFFICIALE: LA JUVE DI VIALLI, DEL PIERO E RAVANELLI ERA DOPATA!

(Bologna)ore 10:18:00 del 22/09/2016 - Categoria: Calcio

UFFICIALE: LA JUVE DI VIALLI, DEL PIERO E RAVANELLI ERA DOPATA!

Ebbene quella Juve era dopata. Al di là di ogni ragionevole dubbio, la Corte di Cassazione ha stabilito, in data 29 maggio 2007, che la Juventus attuò, dal 1994 al 1998, “un disegno criminoso per alterare le gare attraverso la somministrazione illecita di

Questa è la formazione della Juventus, che il 22 maggio 1996 vinse a Roma l’unica Champions League della sua storia, battendo ai rigori l’Ajax: Peruzzi; Ferrara, Vierchowod, Torricelli, Pessotto; Conte (Jugovic dal 43′), Paulo Sousa (Di Livio dal 57′), Deschamps; Del Piero, Vialli, Ravanelli (Padovano dal 67′). Allenatore: Lippi. Ed è la stessa squadra che dal  ’94 al ’98 vinse in Italia 3 scudetti su 4.

Ebbene quella Juve era dopata. Al di là di ogni ragionevole dubbio, la Corte di Cassazione ha stabilito, in data 29 maggio 2007, che la Juventus attuò, dal 1994 al 1998, “un disegno criminoso per alterare le gare attraverso la somministrazione illecita di farmaci“, in pratica dopando i calciatori sia con sostanze proibite, sia somministrando farmaci leciti su atleti sani. Unico fatto non provato è la somministrazione di eritropoietina (Epo). La Corte, in sostanza, ha stabilito in via definitiva che la Juventus, nelle persone di Antonio Giraudo, (amministratore delegato), e Riccardo Agricola, (responsabile dello staff medico), commisero in modo continuato per 4 stagioni il reato di frode sportiva violando la legge 401 dell’ 89.

A seguito però della prescrizione del reato, datata 1 aprile 2007, la Juve, pur essendo colpevole, non può più essere punita. E i giocatori che allora indossavano la maglia bianconera continuano a tacere. Secondo i giudici della Corte anche i calciatori “non possono essere considerati semplici vittime” dell’operato della società. Ma fino adesso nessuno ha parlato, ma poco importa c’è una sentenza che parla.

Autore: Luca

Notizie di oggi
ODE alla Spagna che mette al PRIMO POSTO il RISPETTO DELLE REGOLE
ODE alla Spagna che mette al PRIMO POSTO il RISPETTO DELLE REGOLE
(Bologna)
-

«Lo abbiamo saputo soltanto cinque minuti prima del comunicato ufficiale», ha spiegato il presidente Luis Rubiales (41 anni, ripetiamo: 41 anni) in una conferenza stampa che dovrebbe essere presa ad esempio per un corso universitario su “come si sta al mo
«Lo abbiamo saputo soltanto cinque minuti prima del comunicato ufficiale», ha...

Argentina e Israele...motivi di sicurezza? Ecco la VERITA' URLATA DA MESSI
Argentina e Israele...motivi di sicurezza? Ecco la VERITA' URLATA DA MESSI
(Bologna)
-

Beirut – L’amichevole fra Israele e Argentina, prevista per sabato a Gerusalemme, è stata annullata.
Gerusalemme, salta il match con l’Argentina. Messi: «Non gioco contro chi uccide...

Caro Sarri...sono i soldi a fare le rivoluzioni
Caro Sarri...sono i soldi a fare le rivoluzioni
(Bologna)
-

Chissà in quanti si sarebbero sganasciati dalle risate se, due settimane fa, avessero ascoltato qualcuno dire: finisce che il Napoli ingaggia Ancelotti, il Chelsea appende Sarri e l’allenatore toscano resta fermo perché sotto contratto il Napoli.
Chissà in quanti si sarebbero sganasciati dalle risate se, due settimane fa,...

Tributo a Maurizio Sarri: rivoluzionario vero e grande innovatore
Tributo a Maurizio Sarri: rivoluzionario vero e grande innovatore
(Bologna)
-

Finisce il rapporto tra Sarri e il Napoli, dopo tre campionati in crescita costante. Un lavoro tecnico moderno e di grande impatto ha permesso al club di raggiungere traguardi importanti.
L’arrivo di Ancelotti al Napoli certifica la fine del triennio di Maurizio...

JUVENTUS DIFFIDATA! 36 scudetti? PUBBLICITA' INGANNEVOLE!
JUVENTUS DIFFIDATA! 36 scudetti? PUBBLICITA' INGANNEVOLE!
(Bologna)
-

La Juventus sostiene di aver vinto 36 scudetti ma secondo l’avvocato napoletano Angelo Pisani si tratta di “pubblicità ingannevole”.
La Juventus sostiene di aver vinto 36 scudetti ma secondo l’avvocato napoletano...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati