Tutti i business di Maradona: per Napoli deve essere solo un RICORDO

(Napoli)ore 08:14:00 del 06/07/2017 - Categoria: , Calcio, Denunce

Tutti i business di Maradona: per Napoli deve essere solo un RICORDO

Maradona ormai vive cosi'.Va in giro per il mondo ospite di questo e quell'altro e sfrutta la sua immagine.

Maradona ormai vive cosi'.Va in giro per il mondo ospite di questo e quell'altro e sfrutta la sua immagine.Non c'è nulla di grave in questo.Gli ex presidenti degli Stati uniti sono invitati e pagati dalle varie universita per fare conferenze:nulla di male.La cosa che pero' è squallida è che l'evento viene spacciato come riconoscimento a Maradona ed invece è solo business,propaganda per il sindaco ed un po di pubblicita' per personaggi di dubbio gusto tipo Siani oltre che "pappatorio"generale di vari politici da 4 soldi che purtroppo governano la nostra città'.Io,questa marchetta, fossi stato in Maradona me la sarei risparmiata.Se mi volevano conferire la cittadinanza onoraria, sarei andato in comune,me la sarei presa ed avrei ringraziato.Senza feste di piazza che sono una offesa per lui e per noi

Da dove arrivano i soldi

Qui si innesca la vera polemica: chi, come e perché investirà del denaro intorno a questa “festa”? Ci sono due pagine sul Mattino, è l’apertura del dorso di cronaca cittadina. Basta questo dato “tecnico-giornalistico” per definire la polvere che questa storia sta muovendo e sta depositando ancor di più su Napoli. Per Stefano Ceci, agente di Diego, l’ex Pibe «viene a Napoli senza ricevere nulla: l’unica cosa che riceverà a piazza Plebiscito sarà l’abbraccio del popolo napoletano».

E prima e dopo questa festa? «Diego parteciperà ad alcuni eventi a Napoli nei prossimi giorni. Fortunatamente, la sua immagine è ancora molto forte. In tanti, in tutto il mondo, fanno a gara per averlo». Tra queste, si legge sul Mattino, diverse «piccole e medie imprese del territorio che si sono autotassate per far sì che l’evento non saltasse e per vedere il proprio marchio su banner e striscioni che compariranno mercoledì sera in piazza e sul palco. Un pool di sponsor che in queste ore si sta incrementando grazie ad una frenetica ricerca di nuovi sostenitori».

La festa per i napoletani sarà dunque pagata dai privati. I contatti con gli sponsor sono stati portati avanti da Siani, che «si è impegnato per rendere più bella una manifestazione originariamente breve, dalla durata iniziale non superiore ai dieci minuti». Ovvero, il tempo necessario per una cerimonia di cittadinanza onoraria “semplice”.

Autore: Luca

Notizie di oggi
CO2: il gas che non inquina utilizzato per aumentare le tasse
CO2: il gas che non inquina utilizzato per aumentare le tasse
(Napoli)
-

L’ecologismo della CO2 è il proseguimento dell’austerità con altri mezzi
Dalla carbon tax alla tassa sul diesel in Francia, a quella sui veicoli a...

Le Iene: cosa c'e' dietro i VACCINI OBBLIGATORI. VIDEO
Le Iene: cosa c'e' dietro i VACCINI OBBLIGATORI. VIDEO
(Napoli)
-

Walter Ricciardi è il Presidente dell’Istituto superiore di Sanità che si occupa di ricerca, sperimentazione, controllo della salute pubblica in Italia.
Walter Ricciardi è il Presidente dell’Istituto superiore di Sanità che si occupa...

Agonia UE, elettori traditi. Unica chance? ITALEXIT
Agonia UE, elettori traditi. Unica chance? ITALEXIT
(Napoli)
-

Dopo la bocciatura definitiva della manovra da parte della Commissione Europea con la prospettiva dell’apertura della procedura d’infrazione contro l’Italia per deficit eccessivo, da più parti ci si chiede quale strada percorrere.
Dopo la bocciatura definitiva della manovra da parte della Commissione Europea...

Sempre piu' morti per lavoro in citta': si spende per ROBOT e non per SICUREZZA
Sempre piu' morti per lavoro in citta': si spende per ROBOT e non per SICUREZZA
(Napoli)
-

Di lavoro si muore, o meglio si continua a morire. I dati relativi alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, diffusi dall'Inail per il periodo gennaio-ottobre 2018, parlano chiaro.
Di lavoro si muore, o meglio si continua a morire. I dati relativi alla salute...

Aree contaminate: 6 milioni di persone a rischio
Aree contaminate: 6 milioni di persone a rischio
(Napoli)
-

Nei terreni e nelle falde dei 1.469 ettari di costa che bagna la città di Crotone è stata riscontrata, nel 2002, la presenza di zinco, piombo, rame, arsenico, cadmio, mercurio, ferro, idrocarburi, benzene, nitrati, frutto perlopiù, di uno smaltimento abus
Nei terreni e nelle falde dei 1.469 ettari di costa che bagna la città di...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati