Trump: lo vogliono morto!

(Milano)ore 18:04:00 del 10/11/2016 - Categoria: Esteri, Politica

Trump: lo vogliono morto!

La lunga notte elettorale è combattuta fino alla fine, com'era nelle previsioni. Per vincere servono 270 grandi elettori su un totale di 538.

La Florida (29 grandi elettori) va a Trump: 49,1% contro il 47,7%. La battaglia che si gioca nel Sunshine State è una delle più importanti, visto che assegna ben 29 grandi elettori e nelle ultime tornate varie volte è risultata decisiva.

A Trump verrà impedito di vincere ma non ha importanza. Questa è solo una battaglia. E c'è già una grande vittoria: Trump ha costretto il sistema USA di potere a palesarsi: si è visto che la stampa è tutta nelle mani di una sola centrale e così per gli altri centri di potere.

In Virginia (13 grandi elettori) viene assegnata a Trump con il 48,5% contro il 46,2% di Hillary. West Virginia (5 elettori) a Trump con il 68,5%. In Pennsylvania (20 voti elettorali) Trump è avanti con il 48,3%, contro il 48,1% di Hillary.

Enorme striscia rossa (per Trump) da Nord a Sud, partendo dal North Dakota (63,2%), South Dakota (62,7%), Nebraska (60,3%), Kansas (57,3%), Oklahoma (65,4%) e Texas(52,2% Trump contro il 43,9% per Hillary). Anche in Arkansas, lo Stato di Bill Clinton, è avanti Trump con il 61,1%.

Spostandoci verso Ovest, in New Mexico (5 voti) Clinton è avanti con il 49,9% contro il 38,9%. Anche il Colorado (9 voti) vede avanti Hillary (48,7% contro il 43,9%). Il Montana (3 voti) vede in testa Trump con il 50,4%, così come il Wyoming (3 voti) con il 69%. Hillary è avanti in New Mexico (5 elettori) con il 50,3%. L'Idaho (4 voti elettorali) premia Trump con il 61,8% dei voti.

In Alabama Trump vince con il 62,2% contro il 35,3% di Hillary.

L'elettorato americano diventa meno bianco. Secondo gli exit poll della Cnn, infatti, il 70% degli elettori che hanno votato oggi sono bianchi, due punti in meno rispetto a 4 anni fa, quando era il 72%. Cresce il voto degli ispanici, dal 10% all'11%, e degli asiatici dal 3% al 4%. Ma cala di un punto il voto degli afroamericani dal 13% al 12%.

Sono due gli Stati considerati "oracolo" nelle elezioni americane: Ohio e Maryland (scopri perché).

Cala l'elettorato bianco, crescono latinos e asiatici

Esulta Mike Pence, governatore dell'Indiana e candidato alla vicepresidenza repubblicana: "Grazie Indiana per aver reso il nostro Stato il primo Stato a votare per Rendere l'America grande di nuovo!". Nel Kentucky (8 voti) il tycoon si impone con il 62,9%.

 

Indiana e Kentucky sono i primi due Stati assegnati a Donald Trump. L'Indiana (11 grandi elettori) vede Trump avanti con il 59%, con Hillary Clinton al 36,2%.

Secondo Fox News Trump ha conquistato il Wisconsin, con i suoi 10 grandi elettori. L’emittente conservatrice precisa che così il repubblicano arriva a 238 grandi elettori in totale.

L'Illinois (20 voti) resta fedele ai democratici, con il 55,7% dei consensi per Hillary contro il 39,1% per il repubblicano.

 

In Georgia (16 voti elettorali) Trump è avanti con il 51,8% contro il 45,2% di Hillary.

Nel Vermont (3 grandi elettori), stato tradizionalmente democratico, vince la Clinton con il 58,1% dei voti.

Nel Kansas (6 voti) Trump è in testa con il 57,5%. In Missouri (10 voti) il 58,9% è con Trump. Così come il Tennesse (11 voti), con il 62%.

La lunga notte elettorale è combattuta fino alla fine, com'era nelle previsioni. Per vincere servono 270 grandi elettori su un totale di 538.

Nello Stato dell'Ohio (18 grandi elettori), spesso decisivo, il candidato repubblicano vince con il 52,2%, contro il 43,4% di Hillary. Svolta importante, perché lo Stato passa dal blu al rosso. In North Carolina (15 voti elettorali) Trump si impone con il 50,6% contro il 46,6%. Il South Carolina (9 voti) assegna il 55,7% a Trump.

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
Stato e Mafia vivono di trattative...da SEMPRE!
Stato e Mafia vivono di trattative...da SEMPRE!
(Milano)
-

Colpevoli per essere scesi a patti con Cosa Nostra. Colpevoli per aver trattato in nome di uno Stato che mai avrebbe dovuto trattare
«Colpevoli per essere scesi a patti con Cosa Nostra. Colpevoli per aver trattato...

Bimbo vittima delle armi chimiche confessa: ERA TUTTO FINTO! VIDEO
Bimbo vittima delle armi chimiche confessa: ERA TUTTO FINTO! VIDEO
(Milano)
-

La denuncia al Consigllio di Sicurezza dell’ambasciatore russo VIDEO
“Non c’erano armi chimiche. In cambio della partecipazione alle riprese in...

M5S pronto a governare col PD che ha distrutto l'ITALIA: DELUSIONE TOTALE
M5S pronto a governare col PD che ha distrutto l'ITALIA: DELUSIONE TOTALE
(Milano)
-

Quello che si perde oggi si guadagna domani. Il compromesso storico pd-5s è solo un gioco quirinalizio della disperazione burocratica del Palazzo. Il Popolo Sofferente sta ALTROVE!
Ecco l'Italia di sempre, in due occasioni il PD perde ed esce supersconfitto, e...

La sinistra PACIFISTA? Sempre la PRIMA pronta a BOMBARDARE!
La sinistra PACIFISTA? Sempre la PRIMA pronta a BOMBARDARE!
(Milano)
-

Nel frattempo, nel nostro Belpaese che continua a non avere un governo ma prende comunque significative decisioni di politica estera
In questi ultimi giorni siamo stati con il fiato sospeso, preoccupati dagli...

La Storia conferma: il mito DEMOCRATICO e' FALLITO
La Storia conferma: il mito DEMOCRATICO e' FALLITO
(Milano)
-

Abbiamo un grosso problema. Si chiama “mito democratico”. Cosa sia questa democrazia, in realtà, è una delle domande più difficili da porre alla modernità.
Abbiamo un grosso problema. Si chiama “mito democratico”. Cosa sia questa...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati