Trump, la vittoria di Putin

(Firenze)ore 14:24:00 del 22/03/2017 - Categoria: , Esteri, Politica

Trump, la vittoria di Putin

Meno chiaro invece il destino di altri programmi come quello sui rifugiati e il Programma Alimentare Mondiale.

L’amministrazione del presidente Donald Trump ha chiesto al Dipartimento di Stato di tagliare del 50% i finanziamenti Usa all’Onu. Lo rivela Foreign Policy. La spinta per una drastica riduzione dei contributi alle Nazioni Unite arriva alla vigilia della presentazione del bilancio per il 2018, che dovrebbe essere reso noto giovedi’ e potrebbe includere un taglio del 37% al dipartimento di stato e all’U.S. Agency for International Development budgets.

Gli Stati Uniti sborsano a fondo perduto ogni anno 10 miliardi di dollari all’Onu, e i tagli potrebbero avere un forte impatto sul peacekeeping, sul programma di sviluppo e sull’Unicef, finanziati dallo State’s Bureau of International Organization Affairs. Meno chiaro invece il destino di altri programmi come quello sui rifugiati e il Programma Alimentare Mondiale. Secondo Foreign Policy, i diplomatici Usa hanno avvertito diversi membri chiave dell’Onu di ”aspettarsi un grande freno” sulla spesa americana.

Il nuovo ambasciatore americano all'Onu, Nikky Haley, ha già promesso di mettere in primo piano gli interessi americani e usare la leva dei fondi. Ma il documento promette di tagliare la partecipazione americana a tutte quelle agenzie o attività dell'Onu alle quali il nuovo presidente americano si oppone per motivi ideologici o di bilancio. Un assaggio c'è del resto già stato con la direttiva con la quale Trump ha tagliato i finanziamenti alle Ong che, nell'ambito di attività di pianificazione familiare, sostengono anche le interruzioni volontarie di gravidanza.Il documento è ancora allo stadio di bozza e potrebbe essere quindi in parte rivisto prima dell'approvazione. Il testo sottolinea che al momento gli Stati Uniti sono "il maggior contributore dell'Onu", al quale forniscono "quasi un quarto del totale delle entrate". Ma se l'impegno finanziario è "particolarmente gravoso" ed "enorme", afferma il documento, "le Nazioni Unite spesso perseguono un'agenda contraria agli interessi americani".

Autore: Luca

Notizie di oggi
L'Islanda sconfigge l'ECONOMIA GLOBALE: la rivoluzione SILENZIOSA
L'Islanda sconfigge l'ECONOMIA GLOBALE: la rivoluzione SILENZIOSA
(Firenze)
-

NAZIONALIZZAZIONE DELLE BANCHE E DEMOCRAZIA DIRETTA E PARTECIPATA: LA “RIVOLUZIONE SILENZIOSA” DELL’ ISLANDA CHE HA PERMESSO AGLI ISLANDESI DI RIAPPROPRIARSI DEI PROPRI DIRITTI.
NAZIONALIZZAZIONE DELLE BANCHE E DEMOCRAZIA DIRETTA E PARTECIPATA: LA...

LEGGE ELETTORALE: errare Renzianum est, perseverare Gentilonicum
LEGGE ELETTORALE: errare Renzianum est, perseverare Gentilonicum
(Firenze)
-

Nella storia d'Italia, solo tre volte si è posta la fiducia sulla legge elettorale. La prima volta sotto il Fascismo (legge Acerbo) e la seconda e la terza sotto il governo Renzi-Gentiloni.
Nella storia d'Italia, solo tre volte si è posta la fiducia sulla legge...

Legge Elettorale: FIGURACCIA INTERNAZIONALE PER L'ITALIA. Come la vedono i giornali stranieri
Legge Elettorale: FIGURACCIA INTERNAZIONALE PER L'ITALIA. Come la vedono i giornali stranieri
(Firenze)
-

LA RIFORMA DELLA LEGGE ELETTORALE ITALIANA FA IL GIRO DEL MONDO. PER IL GOVERNO È UNA FIGURACCIA INTERNAZIONALE.
LA RIFORMA DELLA LEGGE ELETTORALE ITALIANA FA IL GIRO DEL MONDO. PER IL GOVERNO...

Gentiloni: CENSURA E SCHEDATURA DI MASSA SUL WEB. PROVA DI DITTATURA IN ATTO
Gentiloni: CENSURA E SCHEDATURA DI MASSA SUL WEB. PROVA DI DITTATURA IN ATTO
(Firenze)
-

Oggi in Senato il premier Gentiloni tenterà di far approvare il disegno di legge che introduce la censura e la schedatura di massa sul web.
Oggi in Senato il premier Gentiloni tenterà di far approvare il disegno di legge...


(Firenze)
-


Sul Corriere della Sera Pierluigi Battista critica una «provocazione decisamente...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati