Traumi infantili? Ecco come stravolgono la nostra personalita'

(Bari)ore 08:27:00 del 04/07/2018 - Categoria: , Salute, Scienze, Sociale

Traumi infantili? Ecco come stravolgono la nostra personalita'

I traumi vissuti nell’infanzia possono stravolgere la nostra personalità

L’abuso psicologico, ma anche quello fisico, all’interno della famiglia, recidono il naturale legame di attaccamento che porta a sentirci amati, protetti, al sicuro.

Qualsiasi abuso genera un trauma.

Il trauma genera stress.

Se l’abuso è ripetuto lo stato di stress diventa costante e ci si trova a vivere in una condizione di terrore dove ogni attivatore fa partire una reazione come farebbe un detonatore.
Per cercare di superare il trauma il nostro sistema congela parte della sofferenza e si dissocia indossando una maschera e trovando delle soluzioni adattative atte alla sopravvivenza.

La sopravvivenza diventa più importante che Vivere davvero.
Allo stesso tempo il corpo trattiene memoria. Spesso si trasforma in una sorta di campo di battaglia martoriato da una guerra.

La memoria dei vissuti ma anche quella delle nostre reazioni ai vissuti si situa in profondità, negli organi, sulla pelle.
Il corpo ricorda la paura, ricorda la sensazione di impotenza, ricorda la solitudine.
A volte una memoria non è raggiungibile con la semplice volontà nemmeno con le tecniche più sofisticate, spesso può servire un intervento sul corpo.

Una persona traumatizzata talvolta vive alla ricerca di spiegazioni, così il cervello comincia a fare un iper lavoro per trovare una ragione dell’evento o degli eventi vissuti. Questo a volte si accompagna allo sviluppo di incredibili capacità di fantasticare: se prevedo il futuro allora forse posso evitare un nuovo colpo, una nuova ferita.

Anticipare il problema diventa una via di salvezza, qualche volta, ma il più delle volte ci dissocia dal presente e dalla vera vita.
Spesso il bisogno di sicurezza diventa la cosa più importante, anche a scapito dell’amore o di altri bisogni fondamentali come il bisogno di contatto, di fusione, di relazione.

Ricordiamoci che spesso è proprio all’interno della famiglia che avviene il trauma, l’illusione che ne consegue è che sia proprio l’amore ad avere tradito, che di esso non ci si possa fidare, oppure non si apprende come amare e farsi amare in maniera sana e non condizionata dal vissuto.

Il trauma può influenzare molto seriamente le nostre relazioni con gli altri, dopo un trauma spesso manifestiamo uno i più dei seguenti fattori:

  • Sfiducia, soprattutto verso gli altri, ma in generale verso la vita….
  • Colpa, nel pensiero magico infantile l’idea è che tutto ciò che accade sia dovuto a ciò che il bambino fa o pensa: se vengo punito è colpa mia, se vengo abusato è colpa mia, ecc…alla colpa spesso si accompagna la vergogna.
  • Scarsa autostima, non valgo abbastanza da meritare amore.
  • Chiusura, non mi posso aprire davvero agli altri altrimenti potrei essere colpito, ferito, tradito di nuovo.
  • Paura dell’intimità, più ti avvicini più divento vulnerabile verso di te e potenzialmente in pericolo.
  • Rigidità, il bisogno di controllare tutto compensa in parte il bisogno di sicurezza.

Questi sono solo alcuni degli effetti di un abuso.

Quando sentiamo che un grosso trauma influenza ancora la nostra vita nel presente può essere utile chiedere aiuto.
Avere una guida può aiutarci a compiere i passi da fare per superare il trauma:

Lasciare andare il passato elaborando e sciogliendo tutto ciò che è ancora attivo e ha potere sulla nostra esistenza.

Riattivare il nostro potere personale nel presente, attraverso la gratitudine, il perdono, l’accettazione, la ricostruzione della fiducia e dell’amore per se prima e per gli altri poi.

Prendere decisioni per il futuro a partire dalla realtà, imparando a non essere vittime delle proprie fantasie catastrofiche.

Da: QUI

Autore: Luca

Notizie di oggi
Come la NATO uccise GHEDDAFI per fermare la creazione della VALUTA africana con riserva AURIFERA
Come la NATO uccise GHEDDAFI per fermare la creazione della VALUTA africana con riserva AURIFERA
(Bari)
-

Le e-mail scoperte di Hillary Clinton continuano a regalarci le prove dei crimini compiuti dell’Occidente. 
Le e-mail scoperte di Hillary Clinton continuano a regalarci le prove dei...

Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!
Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!
(Bari)
-

Stop ai corsi di italiano e alla formazione professionale. Non solo: via gli psicologi, ridotta al minimo la presenza di assistenti sociali, operatori culturali, medici e infermieri
Ogni ospite vedrà il medico per massimo 4 ore l’anno. L’infermiere, invece, non...

Coltivare il proprio cibo? L'ATTO PIU' RIVOLUZIONARIO IN ASSOLUTO!
Coltivare il proprio cibo? L'ATTO PIU' RIVOLUZIONARIO IN ASSOLUTO!
(Bari)
-

Ecco perchè coltivarti il cibo è l’atto più rivoluzionario che tu possa compiere in un sistema politico marcio e corrotto.
Ecco perchè coltivarti il cibo è l’atto più rivoluzionario che tu possa compiere...

15 anni dall'attentato Nassiriya: la strage che si DOVEVA evitare
15 anni dall'attentato Nassiriya: la strage che si DOVEVA evitare
(Bari)
-

Sono passati 15 anni da quella tragica mattina del 12 novembre: alle 10:40, le 08:40 in Italia, due terroristi a bordo di un’autocisterna carica di esplosivo attaccarono la base Maestrale a Nassiriya, in Iraq.
Sono passati 15 anni da quella tragica mattina del 12 novembre: alle 10:40, le...

Dieta mediterranea miracolosa? Sempre piu' lontana dalle nostre tavole
Dieta mediterranea miracolosa? Sempre piu' lontana dalle nostre tavole
(Bari)
-

Continua a rimanere antidoto principe ed elisir di longevità la Dieta Mediterranea, ma fatica ad arrivare sulle tavole soprattutto a quelle delle grandi città.
Continua a rimanere antidoto principe ed elisir di longevità la Dieta...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati