Torino: come si vive in Piemonte?

(Torino)ore 12:06:00 del 14/02/2017 - Categoria: , Editoria, Guide, Sociale

Torino: come si vive in Piemonte?

In questa magica città, capoluogo di provincia e di regione, il rischio di annoiarsi si annulla, il rischio di non sentirsi a casa svanisce in un istante: perdersi non sarà mai stato così interessante, probabilmente per il gusto di ritrovarsi in posti con

Provincia Torino - Torino di notte, Torino di giorno. Torino e i mille vicoli, le piccole botteghe, le panchine e le piazze. I parchi, le mostre, le feste, le colline verdi sullo sfondo. Torino da cartolina, quella che spedisci ai parenti lontani, dicendogli che stai bene.

In questa magica città, capoluogo di provincia e di regione, il rischio di annoiarsi si annulla, il rischio di non sentirsi a casa svanisce in un istante: perdersi non sarà mai stato così interessante, probabilmente per il gusto di ritrovarsi in posti con vista mozzafiato. È così che la fatica della piccola salita per arrivare al Monte dei Cappuccini, viene ripagata. È così che la lunga gradinata per arrivare alla Gran Madre di Dio distende ai suoi piedi la vastità di piazza Vittorio, coi suoi porticati sotto cui i brusii della gente accompagnano lo scorrere del tempo. E che dire del parco del Valentino, una distesa arborea in cui immergersi ed annusarne gli odori, accompagnati dalle acque del Po che dolcemente seguono il loro corso. 

Probabilmente Torino non si racconta, non si imprigiona in poche righe, ma si vive, perché provare a descriverla sarebbe un po' come farla sentire meno bella, meno libera.

Vivere e lavorare in una delle principali città italiane, dunque, è ancora un’aspirazione per tanti nostri connazionali che, soprattutto dal meridione o dai piccoli centri, decidono di spostarsi nel capoluogo del Piemonte per motivi di studio o occupazionali.

Il costo della vita al nord Italia è, la maggior parte delle volte, più elevato rispetto al sud Italia: nonostante ciò, però, Torino risulta essere molto più economica rispetto a Milano, tanto per fare un esempio. I prezzi del capoluogo piemontese, infatti, non si avvicinano ancora lontanamente a quelli del capoluogo lombardo, spesso così alti da divenire assurdi.

Se volete far parte della cosiddetta “Torino bene”, allora dovrete uscire leggermente dalla zona centrale e concentrarvi in due quartieri: Crocetta San Secondo. Ovviamente essendo due aree residenziali molto in voga e considerate molto “chic”, dovrete far fronte a dei costi più elevati per quanto riguarda le abitazioni. Entrambe le zone sono molto comode per chi deve raggiungere il Politecnico.

Spostandoci sempre dal centro, troviamo altre zone molto interessanti come i quartieri Santa Rita e San Paolo. Sono aree residenziali ben collegate dove il costo degli immobili è generalmente un po’ più basso e, spesso, si possono trovare valide soluzioni abitative.

Torino è una città poco caotica, collegata decisamente bene, per cui non sarà difficile in pochi minuti raggiungere le principali località cittadine con un bus, con il tram o con la metropolitana sebbene quest’ultima, seppur recente, non abbracci tutta la città.

Spostandovi verso sud, poi, si va verso Mirafiori NordMirafiori Sud e Lingotto, quartieri noti perché associati alla Fiat. Si tratta di aree tranquille, un po’ decentrate ma facilmente raggiungibili. A Lingotto, inoltre, arriva l’ultima fermata della metropolitana che, in poco tempo, vi può condurre in centro.

Concludiamo indicandovi i quartieri con i prezzi più bassi di tutta la città: AuroraSan Donato e Madonna di Campagna.

Tutte e tre sono inoltre zone estremamente multietniche e, pertanto, se il multiculturalismo non è di vostro gradimento, è bene che teniate presente questo aspetto.

Autore: Luca

Notizie di oggi
La BELLA VITA Dei Leader Europei a Roma Tra Shopping e Menu' Regale.. INDOVINA CHI PAGA?
La BELLA VITA Dei Leader Europei a Roma Tra Shopping e Menu' Regale.. INDOVINA CHI PAGA?
(Torino)
-

PER ORA, L’IMPRESSIONE È CHE LA RIUNIONE DEI 27 LEADER EUROPEI A ROMA PER CELEBRARE I 60 ANNI DELL’UNIONE EUROPEA E RILANCIARNE IL FUTURO SIA STATA SOPRATTUTTO UN’ALLEGRA SCAMPAGNATA, UN WEEKEND IN GITA (DI LUSSO) TRA MUSEI, SELFIE, BELLEZZE ALL’ARIA APER
Se sarà una giornata storica, lo scopriremo tra qualche mese. PER ORA,...

L'UE approva il glifosato della Monsanto: CANCEROGENO
L'UE approva il glifosato della Monsanto: CANCEROGENO
(Torino)
-

L’UNIONE EUROPEA AIUTERÀ LA MONSANTO AD AVVELENARCI PER ALTRI 15 ANNI CON UN MICIDIALE DISERBANTE COME IL GLIFOSATO.
L’UNIONE EUROPEA AIUTERÀ LA MONSANTO AD AVVELENARCI PER ALTRI 15 ANNI CON UN...

Virginia Raggi, cosa sapere
Virginia Raggi, cosa sapere
(Torino)
-

E non stiamo dicendo che questa notizia sulla Raggi non andava pubblicata,i giornali fanno bene a pubblicarla,ma vorremmo,a maggior ragione,che pubblicassero anche le notizie dove lo Stato perde ogni anno miliardi di euro che con qualche semplice Raccoman
Quello che A noi fa inc.nnevosire sono i GIORNALAI che con questa vicenda...

Le Iene, cosa non sai?
Le Iene, cosa non sai?
(Torino)
-

E' pericoloso far parlare di scienza a finti giornalisti, probabilmente nemmeno laureati (e se lo sono, è probabilmente letteratura o scienze della comunicazione).
ABBIAMO SEMPRE CONSIDERATO STRISCIA LA NOTIZIA E LE IENE TRASMISSIONI GRAVEMENTE...

Come mai in Italia non ci sono ancora stati attentati?
Come mai in Italia non ci sono ancora stati attentati?
(Torino)
-

I migranti dalla Libia sono una ricca fonte di reddito sia per i centri e le cooperative di accoglienza in Italia, sia per scafisti e trafficanti che li trasportano e soprattutto per i terroristi che ci guadagnano sopra e arrivano in Europa attraverso l'I
I migranti dalla Libia sono una ricca fonte di reddito sia per i centri e le...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati