TOKYO, la meta ideale - HI TECH, SUSHI, MANGIA E KARAOKE

(Milano)ore 20:16:00 del 08/05/2017 - Categoria: , Curiosità, Viaggi

TOKYO, la meta ideale - HI TECH, SUSHI, MANGIA E KARAOKE

E’ TOKIO LA CITTA’ DEI MILLENIALS - PARIGI E NEW YORK CEDONO IL POSTO ALLA CAPITALE GIAPPONESE COME META IDEALE - ADDIO ROMANTICISMO E GLAMOUR, LE NUOVE GENERAZIONI PREFERISCONO TECNOLOGIA, SUSHI, MANGA E KARAOKE

E’ TOKIO LA CITTA’ DEI MILLENIALS - PARIGI E NEW YORK CEDONO IL POSTO ALLA CAPITALE GIAPPONESE COME META IDEALE - ADDIO ROMANTICISMO E GLAMOUR, LE NUOVE GENERAZIONI PREFERISCONO TECNOLOGIA, SUSHI, MANGA E KARAOKE

Lena Dunham aveva solo 23 anni quando propose la serie Girls al network televisivo HBO, lo stesso di Sex and the City . Se la trama, le vicende di quattro amiche a New York, è familiare, i soggetti hanno pochi punti in comune. Niente carriere di successo, Manolo Blahnik, e cocktail nei locali chic di Manhattan come Sarah Jessica Parker e amiche.

Le ragazze di Girls , ora alla sesta e ultima stagione, vivono a Bushwick, un quartiere emergente di Brooklyn, si vestono in abiti vintage, e sono perse nella dura realtà post universitaria. Senza glamour né certezze, sono in quel tratto tra adolescenza e vita adulta con il quale la generazione dei millennials si è riconosciuta.

Anti eroine Le protagoniste Hannah (interpretata dalla Dunham), Marnie (Allison Williams), Jessa (Jemina Kirke) e Shoshanna (Zosia Mamet) sono narcisiste, irresponsabili e ingenue, delle anti eroine con cui immedesimarsi, non donne ideali a cui ambire.

Hannah, dal fisico rotondo e poco aggraziato spesso ripreso nudo, fa scandalo ma dà voce alle donne che vogliono uscire dagli schemi di magrezza ipeccabile imposti dai mass media. Anche nel vestire, sceglie abiti che non lusingano le sue forme, spesso troppo corti e mal abbinati, che riflettono una determinazione a non sottostare a regole e a distinguersi a tutti i costi, una cosa comune alle sue co-protagoniste.

Avanguardia Non è un caso se alcuni episodi seguono Shoshanna che trova brevemente lavoro e felicità a Tokyo, dove il suo stile preppy a volte eccentrico calza a pennello con i millennials della città giapponese.

Se per le seguaci del patinato Sex and The City , la città ideale era Parigi, con la sua haute couture e il suo charme di secoli passati, la destinazione prediletta per le millennials è proprio Tokyo, una città moderna e sempre all' avanguardia, ma con una ricca identità culturale. Una vera mecca dello street style, dove i giovani sono più avventurosi nell' abbigliamento, in particolare tra i modaioli del distretto di Hajakuru, e dove si celebra l' individualità. Una città veloce e futuristica, per una generazione con grande dimestichezza con la tecnologia e che comunica con emoji.

«Sono la Facebook generation, ma ironicamente isolati dalla connettività» come li definisce la Dunham, una generazione che il romanticismo della ville lumière non attrae.

Un luogo dove nonostante la sovrappopolazione urbana, gli abitanti sono estremamente cortesi, una cosa che non distingue particolarmente i parigini.

Tutto dalla metropolitana ai marciapiedi è pulitissimo, le persone attendono pazientemente il loro turno, e ci sono addirittura vagoni del metrò solo per donne, per farle sentire a loro agio nelle ore di punta.

Esperienze di vita E se i millennials, come, e emerso da diverse ricerche, prediligono le esperienze di vita al possesso, Tokyo offre una scelta impareggiabile di attrazioni. Dai luoghi storici, all' apprezzata cucina, fino alla folle impareggiabile vita notturna.

Tokyo può sembrare a volte alienante? Meglio ancora: «Una grande parte dei tuoi vent' anni e quella di avere avventure, e a volte la solitudine può aiutare a capirsi meglio», spiegava la Dunham nella scelta di mandare Shoshanna nella capitale giapponese. Un luogo perfetto per una generazione in cerca di se stessa.

Dago

Autore: Luca

Notizie di oggi
ARTE Egitto, cosi' a Torino rivive l'antica civilta' dei Faraoni
ARTE Egitto, cosi' a Torino rivive l'antica civilta' dei Faraoni
(Milano)
-

Si trova a Torino il più grande museo della civiltà egizia, secondo soltanto a quello del Cairo.
Sarcofagi, mummie, papiri e preziosi amuleti. Con i suoi oltre 37mila pezzi, che...

Rinvii la sveglia ogni mattina? Sei piu' intelligente! Lo dice la Scienza
Rinvii la sveglia ogni mattina? Sei piu' intelligente! Lo dice la Scienza
(Milano)
-

Quante volte vi è capitato di essere nel bel mezzo di un sogno e sentire quell’odiosa suoneria della sveglia che vi ribalta improvvisamente nella realtà?
Quante volte vi è capitato di essere nel bel mezzo di un sogno e sentire...

CANAPA: alternativa assoluta piu' valida, alla plastica
CANAPA: alternativa assoluta piu' valida, alla plastica
(Milano)
-

Il 24 ottobre scorso il Parlamento europeo ha approvato una proposta di Direttiva, elaborata dalla Commissione, sulla riduzione del consumo in tutta l’Unione europea dei prodotti di plastica usa e getta
Il 24 ottobre scorso il Parlamento europeo ha approvato una proposta di...

Ecco la CREMA PAN DI STELLE senza olio di palma
Ecco la CREMA PAN DI STELLE senza olio di palma
(Milano)
-

La nuova crema a base di cacao e nocciole della Mulino Bianco Barilla è sbarcata da poche ore sugli scaffali dei negozi dando il via alla sfida con la Nutella Ferrero.
Per gli amanti della crema di nocciole l'attesa è finita: da lunedì sugli...

Dipendenze piu' difficili da superare? Quella affettiva e' la peggiore
Dipendenze piu' difficili da superare? Quella affettiva e' la peggiore
(Milano)
-

Alcool? Cocaina? Fumo? Cibo? No, tra le dipendenze più comuni, quella affettiva è la più complicata
La dipendenza affettiva è la più difficile da superare. Lo sostiene lo psicologo...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati