Tiramisu foresta nera, come fare

(Torino)ore 10:03:00 del 12/05/2017 - Categoria: , Cucina

Tiramisu foresta nera, come fare

Non a caso gli amanti della celebre torta foresta nera saranno già tutt'orecchi a questo punto.

Quest’oggi non faremo molti giri di parole per presentarvi la ricetta del giorno. Si tratta del tiramisù foresta nera, un dolce inventato per tutti quelli che amano il connubio frutta + cioccolato. Non a caso gli amanti della celebre torta foresta nera saranno già tutt'orecchi a questo punto. Abbiamo perciò pensato di creare una crema che esaltasse la personalità di entrambi i dolci. Così abbiamo mantenuto la panna montata della torta e il mascarpone della crema tiramisù ed è nata una vera golosità in termini di consistenza e sapore! Noi che abbiamo provato il tiramisù foresta nera possiamo garantirvi che è davvero un esplosione di bontà oltre ad essere un bellissimo dessert da servire ai vostri ospiti, specialmente quelli dai palati più esigenti!

Ingredienti per uno stampo da 25x17cm

Savoiardi (circa 28) 300 g Ciliegie tipo duroni 250 g Zucchero 50 g Kirsch 75 g Acqua 300 g

PER LA CREMA AL MASCARPONE

Mascarpone 500 g Panna fresca liquida 200 g Zucchero 25 g

PER DECORARE

Ciliegie tipo duroni 6 Cioccolato fondente 50 g

Tiramisù foresta nera

Per preparare il tiramisù foresta nera cominciate dalla crema. In una bacinella versate la panna fredda di frigorifero, unite lo zucchero (1) e azionate le fruste prima a velocità media e poi un po’ più alta. In questo modo monterà perfettamente a neve ferma (2). Dopodiché lavorate il mascarpone con una spatola per qualche istante, così lo ammorbidirete (3).

Tiramisù foresta nera

Unite la panna montata un po’ alla volta (4). Così con la prima cucchiaiata potrete stemperare il mascarpone ed il resto invece potrete inglobarlo con maggiore delicatezza (5). Una volta amalgamato il tutto versate in una sac-à-poche con bocchetta a fiore e lasciate riposare in frigorifero per almeno 30 minuti (6).

Tiramisù foresta nera

Intanto occupatevi delle ciliegie. Sciacquatele brevemente e asciugatele (7), dopodiché tagliatele in 4 parti eliminando il picciolo ed il seme (8). Versate in una padella antiaderente insieme allo zucchero, accendete il fornello a temperatura media e lasciate scaldare qualche minuto (9).

Tiramisù foresta nera

Non appena noterete il succo che fuoriesce dalle ciliegie aggiungete il liquore: fate moltissima attenzione all’eventuale fiammata di ritorno (10). Quando l’alcol è evaporato unite l’acqua (11) e portate a bollore dopodiché spegnete (12).

Tiramisù foresta nera

In un colino versate le ciliegie e raccogliete il succo caldo lasciandolo intiepidire qualche istante (13). Nel frattempo assicuratevi che i savoiardi stiano perfettamente nella cornice estendibile da 25x17cm e adagiata su un piatto (in alternativa andrà bene anche uno stampo rettangolare), quindi modellate una parte dei biscotti affinché non abbiano difficoltà ad entrare (14). Cominciate a bagnare i savoiardi uno alla volta, facendo attenzione a non inzupparli troppo e distribuiteli per tutto il perimetro (15).

Tiramisù foresta nera

Sulla base andate a formare uno strato di crema (16) e cospargete con i duroni spadellati (17). Infine tornate a fare uno strato di savoiardi inzuppandoli nel restante liquido tiepido, stavolta però disponendoli in senso opposto a quello iniziale (18).

Tiramisù foresta nera

Fate una leggera pressione con i palmi delle mani così da compattare bene (19) e per finire rivestite la superficie con ancora un po’ di crema (20). Livellate con la spatola per creare una superficie liscia e lasciate riposare in frigorifero per almeno 2 ore; tenete anche la restante crema in frigo (21).

Tiramisù foresta nera

Sfilate la cornice (22) e passate alla decorazione. Riprendete la crema dal frigo e spremete 6 ciuffi distanziandoli tra loro, per aiutarvi immaginate di dividere il dolce in 6 porzioni (23). Grattugiate con un pelapatate il cioccolato (24)

Tiramisù foresta nera

e cospargete la parte senza ciuffi con i riccioli (25). Infine decorate i ciuffi con le ciliegie fresche (26). Ed ecco pronto il vostro buonissimo e scenografico tiramisù foresta nera (27)!

Conservazione

Il tiramisù foresta nera si conserva in frigorifero per 2-3 giorni coperti con pellicola trasparente.

Potete anche congelare il dolce, meglio se già tagliato in porzioni.

Consiglio

Finito il periodo delle ciliegie niente più tiramisù foresta nera? Rimediate con le amarene sciroppate, ne occorreranno circa il doppio. Lo sappiamo il risultato non sarà uguale ma altrettanto buono!

GialloZafferano

Autore: Carla

Notizie di oggi
Cotoletta alla bolognese, preparazione
Cotoletta alla bolognese, preparazione
(Torino)
-

E' preferibile consumare la cotoletta alla bolognese appena cotta, altrimenti potete conservarla in frigorifero in un contenitore a chiusura ermetica per 1 giorno.
C'è un piatto che mette d'accordo tutte le tavole italiane da nord a sud: è la...

Polpette di zucchine e patate, preparazione
Polpette di zucchine e patate, preparazione
(Torino)
-

Le polpette rappresentano infatti uno dei cibi prediletti dai più piccoli e anche dai più grandi perché sono una pietanza dai mille gusti e sapori.
Cosa vorreste vedere cadere dal cielo se iniziasse a piovere cibo? Flint,...

Sigari con caprino e miele al rosmarino, preparazione
Sigari con caprino e miele al rosmarino, preparazione
(Torino)
-

Se questo non dovesse bastare, la vera ciliegina sulla torta sarà la guarnizione finale.
Di aperitivi sfiziosi ce ne sono tanti, ma come quello che vi proponiamo oggi...

Spezzatino di manzo, preparazione
Spezzatino di manzo, preparazione
(Torino)
-

Tra i secondi piatti non c’è storia, lo spezzatino di manzo è quello che vince su tutti!
Pensando al pranzo della domenica ci sono talmente tante ricette della...

Casoncelli di polenta con coniglio, preparazione
Casoncelli di polenta con coniglio, preparazione
(Torino)
-

La sfoglia è tirata un po' più spessa, rispetto ai classici ravioli, questo per aver maggior consistenza, per non rinunciare al loro aspetto rustico e per mantenere intatta la tipica forma a caramella anche dopo la cottura.
In base alla loro forma e al loro ripieno possono arrivare da Brescia o da...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati