Tenuta SEGRETA l'indagine sulla tesi COPIATA della ministra MADIA

(Firenze)ore 20:06:00 del 04/11/2017 - Categoria: , Denunce, Politica

Tenuta SEGRETA l'indagine sulla tesi COPIATA della ministra MADIA

Il dottorato sospetto - Dopo ben 6 mesi l’Ateneo di Lucca ha finito le verifiche. Ma non rivela né verbale né i nomi della commissione

Il dottorato della ministra e' paragonabile alla laurea del trota. Non ci servono i dettagli dell' indagine. Ogni volta che la ministra apre bocca conferma in prima persona la mediocre preparazione. Ha saputo giocare bene le sue carte e i suoi agganci. E' perfetta per questo governo e questo parlamento. Sta agli italiani decidere dove mettere le croci quando vanno a votare. Questa gente si puo' mandare a casa ma siamo un popolo di autolesionisti e c'e' chi continua ad eleggere tanta mediocrita spacciandoli per 'competenti'.

L’Alta Scuola Imt di Lucca non avvierà alcun procedimento contro Marianna Madia, ministro della Pubblica amministrazione dei governi Renzi e Gentiloni, per il presunto plagio con frode scientifica riscontrato dal Fatto Quotidiano nella tesi di dottorato, discussa a dicembre 2008. L’inchiesta ha costretto la Scuola ad aprire un’indagine interna il 18 aprile scorso. Il 27 ottobre, dopo sei mesi, l’Imt ha chiuso definitivamente l’istruttoria senza riscontrare nella tesi nessuna criticità.

“A seguito delle risultanze degli approfondimenti svolti, condotti da personalità accademiche e da professionisti di comprovata esperienza internazionale nel settore della integrità ed etica della ricerca e antiplagio, considera definitivamente concluso l’iter e ritiene di non avviare alcun procedimento ulteriore”, scrive l’ateneo. L’Imt, però, vuole tenere segreto il verbale conclusivo dell’indagine e i nomi degli esperti chiamati nella commissione che ha analizzato il testo della Madia: “Riteniamo di non aggiungere alcunché al comunicato stampa emesso ieri pomeriggio (venerdì, ndr)”, ha detto Pietro Pietrini, direttore di Imt, che è l’unico autorizzato a commentare la vicenda

Eppure alcuni personaggi politici istituzionali tedeschi si sono dimessi non appena qualcuno ha fatto presente che nei loro passati studi c'era qualche opera leggermente scopiazzata ma quello è un'altro paese (con i dovuti distinguo visto che l'erba del vicino appare sempre più verde). Qui invece scopiazzare qua e là "dimenticando" di fare i dovuti riferimenti, cercare di dare una "manina" a papuzzo per la banca decotta grazie ai "buoni uffici" della carica di ministro oppure in qualità di ministro dello sport fare il lobbista per quei "poveracci" dei ricchi golfisti al fine di fargli avere un "piccolo contributo" pubblico, favorire tizio e caio per affari e affarucci anche miliardari magari col contributo di qualche alto ufficiale dei carabinieri è tutto normale. Signora Guidi forse lei è stata troppo precipitosa nel dare le dimissioni visto l'andazzo. Avrebbe potuto ambire a diventare premier o addirittura presidente della Repubblica. Sa signora non si sa mai che in questo paese vinci al Gratta e Vinci politico.

 

Autore: Gregorio

Notizie di oggi

(Firenze)
-


Per il vicepremier Luigi Di Maio l'approvazione in Consiglio dei ministri del...

Luce e gas: bollette in Italia piu' CARE IN EUROPA
Luce e gas: bollette in Italia piu' CARE IN EUROPA
(Firenze)
-

Rivoluzione in arrivo dal 30 giugno 2019 per il mercato dell’energia: dopo vari rinvii ci sarà la fine del mercato di maggior tutela e il passaggio completo al mercato libero.
Rivoluzione in arrivo dal 30 giugno 2019 per il mercato dell’energia: dopo vari...

Fotografia di un Paese ULTIMO in Europa
Fotografia di un Paese ULTIMO in Europa
(Firenze)
-

Perché tanta ipocrisia sul caso della società del papà di Di Maio? Federcontribuenti: ”perché padre e figlio non hanno ritenuto di dover dire la verità che tutti conosciamo?
Perché tanta ipocrisia sul caso della società del papà di Di Maio?...

CO2: il gas che non inquina utilizzato per aumentare le tasse
CO2: il gas che non inquina utilizzato per aumentare le tasse
(Firenze)
-

L’ecologismo della CO2 è il proseguimento dell’austerità con altri mezzi
Dalla carbon tax alla tassa sul diesel in Francia, a quella sui veicoli a...

Salvini  : 400 euro al mese per i PADRI SEPARATI IN DIFFICOLTA'
Salvini : 400 euro al mese per i PADRI SEPARATI IN DIFFICOLTA'
(Firenze)
-

“La Regione Lombardia dà 400 euro al mese di contributo ai padri separati. Conosco questa drammatica realtà e vorrei allargare a tutta l’Italia questo fondo
Il ministro dell'Interno e vicepremier del governo Conte, Matteo Salvini, ha...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati