Studenti scrivono male in italiano? LA COLPA E' DI QUESTA CLASSE DIRIGENTE SCELLERATA!

(Torino)ore 16:35:00 del 08/02/2017 - Categoria: , Denunce, Politica, Sociale

Studenti scrivono male in italiano? LA COLPA E' DI QUESTA CLASSE DIRIGENTE SCELLERATA!

Molti studenti scrivono male in italiano, non c’è più tempo da perdere, bisogna intervenire. L’allarme dei docenti universitari. Ma di chi è la colpa?

Molti studenti scrivono male in italiano, non c’è più tempo da perdere, bisogna intervenire. L’allarme dei docenti universitari. Ma di chi è la colpa?

Alla fine del percorso scolastico troppi ragazzi scrivono male in italiano, leggono poco e faticano a esprimersi oralmente, per questo oltre 600 docenti universitari, storici, filosofi, sociologi ed economisti, tramite una lettera indirizzata al presidente del Consiglio, ministra dell’Istruzione e Parlamento, chiedono interventi urgenti per porre rimedio all’analfabetismo linguistico dei nostri ragazzi.

Dalla loro parte, alcune facoltà hanno persino attivato corsi di recupero di lingua italiana per porre rimedio a tutto ciò, ma evidentemente non basta, il problema sembra essere strutturale.

Ma come mai siamo arrivati a questo livello? In tempi di crisi come questi, dove per avere ulteriori sbocchi nel mondo del lavoro urge imparare anche altre lingue, come possono accedervi i nostri ragazzi se dimenticano persino la nostra?

A spiegarlo è stato l’ex sindaco di Venezia Massimo Cacciari su Repubblica, che tra l’altro risulta anche come uno dei firmatari dell’ appello sopra descritto alle istituzioni. Queste le sue parole:

“Chiariamo: la colpa non è degli studenti, né degli insegnanti, ma di chi ha smantellato la scuola disorganizzandola – L’impianto dei vecchi licei è stato smontato senza riflettere su quali competenze siano comunque basilari per qualsiasi corso di studi. Prima c’era il nucleo forte di materie come italiano, latino, storia e filosofia al classico, lo scientifico cambiava di poco con l’aggiunta di matematica. Adesso si taglia il latino, si taglia la filosofia, pilastri per un apprendimento logico. – Sembra che l’unica cosa indispensabile sia professionalizzare, ma non si vuole capire che alla base di ogni apprendimento ci sono le competenze linguistiche“.

Negli ultimi decenni, in effetti, la scuola è stata massacrata inspiegabilmente a colpi di tagli di fondi e di ore di materie indispensabili per il ragionamento e la lingua.

Non è che, come sostengono alcuni “complottisti”, l’obiettivo dei poteri forti sia davvero quello di rendere un popolo ignorante così da poterlo controllare più facilmente?

http://www.jedanews.it/blog/attualita/scuola-e-formazione/studenti-analfabeti-scuola-smantellata/

Autore: Luca

Notizie di oggi
Parlamentare si vende per una legge? INSINDACABILE
Parlamentare si vende per una legge? INSINDACABILE
(Torino)
-

Un motivo in piú per odiare il parlamento europeo, altra ignobile mangiatoia per scaldapoltrone insaziabili.
Un motivo in piú per odiare il parlamento europeo, altra ignobile mangiatoia per...

Di giorno la manifestazione pro migranti, di notte lo straniero falcia con l’automobile il clochard
Di giorno la manifestazione pro migranti, di notte lo straniero falcia con l’automobile il clochard
(Torino)
-

Una marcia ideologica ma astratta. La manifestazione che si è svolta sabato pomeriggio a Milano a favore dell’inclusione, è stata una passeggiata antirazzista in veste folkloristica
Una marcia ideologica ma astratta. La manifestazione che si è svolta sabato...

Energia pulita INSABBIATA in Italia su ordine degli USA
Energia pulita INSABBIATA in Italia su ordine degli USA
(Torino)
-

In questa importantissima conferenza il giornalista RINO DI STEFANO ci introduce alla conoscenza di un argomento di eccezionale interesse e le cui implicazioni potrebbero determinare profondi cambiamenti negli assetti politico-economici, socio-culturali e
LA MACCHINA DI DIO: IL MISTERO DEL RAGGIO DELLA VITA. ETTORE MAJORANA E...

Malta, il NUOVO paradiso fiscale degli italiani
Malta, il NUOVO paradiso fiscale degli italiani
(Torino)
-

Destinazione Svizzera? Macché. Lussemburgo? Nemmeno. È Malta la nuova terra promessa per chi fugge dalle tasse. L'Espresso, con un'inchiesta realizzata insieme al consorzio giornalistico Eic (European Investigative Collaborations), ha potuto consultare lo
Destinazione Svizzera? Macché. Lussemburgo? Nemmeno. È Malta la nuova terra...

Il carcere uccide: la situazione drammatica delle galere italiane
Il carcere uccide: la situazione drammatica delle galere italiane
(Torino)
-

Carmelo Mortari aveva 58 anni. Lo hanno trovato in una pozza di sangue nella sua cella di Rebibbia, reparto G9, lo scorso 25 marzo. Si è tagliato la gola ed è morto lentamente, dissanguato.
Prigionieri e suicidi: così il carcere uccide Carmelo Mortari aveva 58 anni. Lo...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati