Sindaco Sala indagato per MAXI APPALTI: ma ce ne fosse UNO pulito nel PD!

(Milano)ore 15:33:00 del 17/12/2016 - Categoria: , Cronaca, Denunce, Politica

Sindaco Sala indagato per MAXI APPALTI: ma ce ne fosse UNO pulito nel PD!

++ULTIM’ORA++ Guai per il PD, Beppe Sala indagato per un maxi-appalto. Lui: “Non ne so niente ma mi autosospendo da sindaco”

Prima o dopo qual'cosa doveva uscire fuori. Di questa casta politica, di questi partiti, tutti coinvolti nel rubare i cittadini, non se ne salva uno. E' questo ciò che il Popolo italiano vuole? Come si risolve la questione della legge elettorale, subito al voto. I cittadini non meritano questo disprezzo ostentato dall'attuale governo renziloni. Si devono eleggere, come rappresentanti dei cittadini al governo, persone integre ed oneste che, senza dubbio faranno anche degli errori in quanto inesperti nel governare ma mai nel rubare, frodare i cittadini

++ULTIM’ORA++ Guai per il PD, Beppe Sala indagato per un maxi-appalto. Lui: “Non ne so niente ma mi autosospendo da sindaco”

Alla fine Giuseppe Sala è stato indagato. L’ex Mr. Expo, oggi sindaco di Milano, è finito sotto indagine per la vicenda dell’appalto più rilevante delle Esposizioni Universali. Nel merito i magistrati non hanno mai sentito l’ex commissario straordinario, che ora rilascia una dichiaraione choc:

“Apprendo da fonti giornalistiche che sarei iscritto nel registro degli indagati nell’ambito dell’inchiesta sulla piastra Expo. Pur non avendo la benché minima idea delle ipotesi investigative, ho deciso di autosospendermi dalla carica di Sindaco, determinazione che formalizzerò domani mattina nelle mani del Prefetto di Milano”. Nel pomeriggio si era vociferato di nuovi indagati per la vicenda dell’appalto della piastra, e alla fine uno di questi si è rivelato essere Beppe Sala, il sindaco di Milano. Il gip dalla procura generale, che ha avocato a sé l’inchiesta nelle scorse settimane, ha quindi deciso per una evoluzione dell’inchiesta. Una avocazione che aveva il sapore dello scontro tra procure. Secondo la procura generale occorrono approfondimenti la nomina dei commissari nella fase pre-gara e l’esecuzione del contratto.

Nell’inchiesta sono già indagati per corruzione e turbativa d’asta gli ex manager di Expo, Antonio Acerbo e Angelo Paris; l’ex presidente di Mantovani, Piergiorgio Baita; Erasmo e Ottavio Cinque, padre e figlio, titolari di Socostramo.

Secondo la procura generale Giuseppe Sala non avrebbe tenuto un comportamento “irreprensibile e lineare”. Nelle carte si dice che pur “con gradi di responsabilità diversi attraverso le loro condotte fattive ed omissive hanno comunque contribuito a concretizzare la strategia volta a danneggiare indebitamente la Mantovani (impresa che vinse l’appalto con un ribasso di oltre il 40%, ndr) per tutelare e garantire, si ritiene, più che la società Expo 2015 Spa il loro personale ruolo all’interno della stessa”. Secondo l’ex dg di Infrastrutture Lombarde spa Antonio Rognoni, Sala avrebbe detto al manager che “non avevano tempo per potere” verificare la congruità dei “prezzi che erano stati stabiliti da Mantovani” nel corso dell’esecuzione del contratto con l’inserimento di costi aggiuntivi, e “per verificare se l’offerta era anomala o meno”.

Autore: Carmine

Notizie di oggi
FMI avverte: Italia deve aumentare TASSE su case e consumi
FMI avverte: Italia deve aumentare TASSE su case e consumi
(Milano)
-

Per il Fondo Monetario Internazionale, l’Italia dovrebbe prioritariamente porre in essere azioni per risanare i conti pubblici
Per il Fondo Monetario Internazionale, la priorità per l'Italia deve essere il...

Italia: una Repubblica fondata sulla STRAGE sul lavoro (grazie al JOBS ACT)
Italia: una Repubblica fondata sulla STRAGE sul lavoro (grazie al JOBS ACT)
(Milano)
-

Uno stillicidio di omicidi bianchi difficile da raccontare. Giuseppe Greco, un 51enne di Isola Capo Rizzuto, e Kiriac Dragos Petru, un romeno di 35 anni, residente a Rocca di Neto, sono rimasti uccisi dal crollo di un vecchio muro di contenimento in un ca
Uno stillicidio di omicidi bianchi difficile da raccontare. Giuseppe Greco, un...

Il VERO motivo per cui tutti vogliono la testa di Assad
Il VERO motivo per cui tutti vogliono la testa di Assad
(Milano)
-

Assad è un pericolosissimo dittatore, come lo erano Saddam Hussein e Gheddafi, e su questo non c’è alcun dubbio. Ma la sua destituzione nasconde interessi che vanno molto oltre a ciò che vuole farci credere l’informazione occidentale.
Assad è un pericolosissimo dittatore, come lo erano Saddam Hussein e Gheddafi, e...

Cosenza: 'la mia casa pignorata? Finita in mano ai PM!'
Cosenza: 'la mia casa pignorata? Finita in mano ai PM!'
(Milano)
-

La sua casa finisce all’asta e ad acquistarla è un magistrato onorario che opera nello stesso circondario, quello di Cosenza.
La sua casa finisce all’asta e ad acquistarla è un magistrato onorario che opera...

Rapporto OPAC sulla Siria: Armi Chimiche INESISTENTI in quegli edifici
Rapporto OPAC sulla Siria: Armi Chimiche INESISTENTI in quegli edifici
(Milano)
-

Alcuni giorni fa USA, Francia e l’Inghilterra hanno lanciato un attacco missilistico contro alcuni obiettivi in Siria sganciando ben 105 missili tra cui missili Tomahawk lanciati dal mare e bombe Jassm lanciate dai caccia bombardieri.
L’ OPAC (Organizzazione per la proibizione delle Armi Chimiche) aveva...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati