Sei funzioni nascoste di WhatsApp

(Bari)ore 13:09:00 del 30/03/2017 - Categoria: , Tecnologia

Sei funzioni nascoste di WhatsApp

La caratteristica principale di WhatsApp è che può essere utilizzato da tutti, senza nessuna differenza di età. Dall’adolescente di dodici anni fino all’anziano di novanta, l’importante è avere un po’ di dimestichezza con gli smartphone e una connessione

La caratteristica principale di WhatsApp è che può essere utilizzato da tutti, senza nessuna differenza di età. Dall’adolescente di dodici anni fino all’anziano di novanta, l’importante è avere un po’ di dimestichezza con gli smartphone e una connessione a Internet. Il resto è veramente molto semplice, dall’inviare i messaggi a condividere un’immagine, bastano veramente pochi secondi. Ma non tutti sanno che WhatsApp, oltre a permettere di effettuare videochiamate, nasconde” delle funzioni che solamente gli utenti più esperti conoscono. Come la possibilità di citare i messaggi dei propri amici all’interno delle conversazioni e scoprire chi ha letto i vostri messaggi nei gruppi. Vediamo insieme le funzioni nascoste di WhatsApp.

Come replicare a un messaggioQuando si fa parte di gruppi WhatsApp numerosi è molto probabile che non si riesca a rispondere a un messaggio di un amico. Per questo motivo, gli sviluppatori dell’applicazione di messaggistica istantanea hanno inserito la funzione Quote. Premendo sul testo a cui si vorrà rispondere, apparirà una taskbar in alto: si dovràpremere sulla prima icona a forma di freccia presente in alto a sinistra e automaticamente apparirà il messaggio da citare. Un trucco WhatsApp che permetterà di mettere in evidenza la propria risposta all’interno dei gruppi numerosi.

Come scoprire chi ha letto un tuo messaggio nei gruppi WhatsAppUn altro problema dei gruppi WhatsApp è sapere chi ha letto i messaggi che abbiamo inviato. Le famose spunte blu di WhatsApp non sono molto efficaci all’interno di gruppi numerosi. Ma è possibile utilizzare un trucco che permette di scoprire chi ha letto il messaggio: premendo sul testo, comparirà la taskbar in alto e si dovrà premere l’icona a forma di “i”. A questo punto si aprirà una nuova finestra che mostrerà tutti gli utenti che hanno letto il messaggio che abbiamo inviato.

Ascoltare i messaggi vocali segretamenteL’introduzione dei messaggi vocali ha letteralmente cambiato l’utilizzo di WhatsApp. Sono sempre di più le persone che utilizzano la propria voce per comunicare sull’applicazione di messaggistica istantanea. L’unico inconveniente è che tutti possono ascoltare le note vocali ricevute dai propri amici o dal partner. C’è un modo per ascoltare in privato i messaggi vocali di WhatsApp: avvicinando lo smartphone all’orecchio, si potrà sentire la nota come se si stesse parlando a telefono. Il tutto grazie ai sensori di prossimità presenti nella parte superiore dello smartphone.

Una delle ultime novità introdotte da WhatsApp riguarda l’autenticazioWhatsApp permette anche di cambiare la formattazione dei testi che inviamo per dare maggior risalto ad alcune parole. Si può mettere in grassetto, in corsivo o barrare il messaggio da inviare. Per farlo è necessario utilizzare dei codici speciali: per scrivere in grassetto è necessario inserire il testo tra due asterischi (*grassetto*), invece per quanto riguarda il corsivo si dovrà mettere il testo tra due trattini bassi (_corsivo_). Per scrivere il testo barrato, invece, si dovrà inserire il messaggio tra due caratteri tilde (~barrato~).

Indirizzare il messaggio a una persona specificaQuando si vuole scrivere un messaggio a una persona specifica all’interno di un gruppo WhatsApp, è possibile farlo utilizzando la chiocciola (@). Il procedimento è lo stesso che si utilizza per le menzioni su Twitter. A inizio messaggio sarà necessario inserire la chiocciola e apparirà un piccolo menù a scomparsa con i nomi di tutti i partecipanti al gruppo. Basterà selezionare il nome della persona a cui inviare il messaggio e quando leggerà il testo capirà che è indirizzato a lei.

Autenticazione in due passaggiUna delle ultime novità introdotte da WhatsApp riguarda l’autenticazione in due passaggi. L’applicazione di messaggistica istantanea l’ha introdotta da febbraio 2017 su tutti i dispositivi Android e iOS. Per attivarla è necessario entrare nelle Impostazioni, poi premere su Account e infine su Verifica in due passaggi. In questo modo WhatsApp invierà un PIN di sei cifre sul vostro smartphone e potrete utilizzarlo per proteggere il vostro account

Da: QUI

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Huawei, ecco il primo smartphone 5G in arrivo nel 2019
Huawei, ecco il primo smartphone 5G in arrivo nel 2019
(Bari)
-

Sarà la seconda metà del 2019 la finestra di lancio del primo smartphone 5G Huawei.
Sarà la seconda metà del 2019 la finestra di lancio del primo smartphone 5G ...

Huji Cam: l'App per le foto USA E GETTA
Huji Cam: l'App per le foto USA E GETTA
(Bari)
-

Su Instagram è scoppiata la 1998 mania. Se stai scorrendo il news feed e vedi un sacco di foto sgranate, che sembrano uscite da una vecchia fotocamera usa e getta, il merito è di Huji Cam, un’app per il fotoritocco gratuita e disponibile per iOS e Android
Su Instagram è scoppiata la 1998 mania. Se stai scorrendo il news feed e vedi un...

Pregi e Difetti Samsung Galaxy S9
Pregi e Difetti Samsung Galaxy S9
(Bari)
-

È uno dei top di gamma Android più amati, e una delle reali alternative ad iPhone X
È uno dei top di gamma Android più amati, e una delle reali alternative ad...

Huawei Mate RS Porsche Design: uno smartphone di lusso!
Huawei Mate RS Porsche Design: uno smartphone di lusso!
(Bari)
-

Huawei Mate RS Porsche Design sarà disponibile dai primi di maggio e vanta caratteristiche esclusive
IL DESIGN E LE CARATTERISTICHE DELLO SMARTPHONE DI LUSSO, IN ARRIVO NEI NEGOZI...

Viaggi spesso? Ecco 10 app da avere
Viaggi spesso? Ecco 10 app da avere
(Bari)
-

Ogni momento è buono per portarsi avanti con le cose da fare, finendo inevitabilmente per lavorare di più ma peggio, senza avere un momento libero per recuperare le energie
I viaggi di lavoro, per quanto necessari e stimolanti, sono spesso impegni...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati