SEGNATEVI QUESTA DATA: I GIUDICI AFFOSSERANNO RENZI!

(Milano)ore 09:07:00 del 17/09/2016 - Categoria: Denunce, Politica

SEGNATEVI QUESTA DATA: I GIUDICI AFFOSSERANNO RENZI!

L’intervento di Giorgio Napolitano sull’Italicum, la riforma elettorale di Matteo Renzi, è stato tutt’altro che casuale. Re Giorgio ha chiesto di metterci mano, di cambiare il testo, e non lo ha fatto per caso

4 OTTOBRE, SEGNATI LA DATA: I GIUDICI AFFOSSERANNO RENZI! ECCO COSA ACCADRA’

L’intervento di Giorgio Napolitano sull’Italicum, la riforma elettorale di Matteo Renzi, è stato tutt’altro che casuale. Re Giorgio ha chiesto di metterci mano, di cambiare il testo, e non lo ha fatto per caso. Lo ha fatto perché il 4 ottobre, tra meno di un mese, i giudici della Corte costituzionale decideranno sulla sua legittimità. E, secondo quanto anticipato da Dagospia, il verdetto sarà negativo. E Napolitano ne sarebbe già consapevole.

Tre i punti del testo nel mirino. Il primo è quello relativo al premio, a forte rischio di incostituzionalità per il fatto che non ci sia una soglia minima per accedere al ballottaggio che offre un premio di maggioranza al vincitore. La seconda criticità è relativa al divieto di apparentamento, che impedirebbe ai partiti di coalizzarsi tra loro alle politiche. Terzo problema, quello relativo alle candidature plurime, ossia la possibilità per un candidato di presentarsi in più collegi elettorali.

Dunque, si arriva alle notizie “confidenziali” rivelate da Dago, secondo cui, come detto Napolitano già sa che l’Italicum verrà bocciato dalla Consulta. Dunque il sito fa notare: “Guarda caso, il giudice che ha il dossier è proprio quel Nicolò Zanon che Napolitano ha voluto alla Consulta”. Una bocciatura da parte della Consulta, per Renzi, avrebbe gravi conseguenze.

Non è un caso, infatti, che il premier si sia detto disponibile a mettere mano al testo. Ma non subito. Sempre secondoDago, il cambio dell’Italicum potrebbe arrivare solo dopo il referendum, a Gennaio. Il piano di Renzi sarebbe quello di incassare prima il “sì” al referendum, per poi agire con una legge ordinaria che accolga le modifiche chieste dai giudici costituzionali. Se però al referendum vincessero i “no”, per Renzi lo scenario sarebbe drammatico: a mettere mano all’Italicum dovrà essere un nuovo governo di scopo che scriva la nuova legge elettorale, indispensabile per tornare al voto. Un governo di scopo che potrebbe essere espressone della vecchia guardia Pd, per intendersi.

Autore: Luca

Notizie di oggi
Francia, maestro legge Bibbia in classe? SOSPESO!
Francia, maestro legge Bibbia in classe? SOSPESO!
(Milano)
-

Un insegnante francese di una scuola elementare, Matthieu Faucher, 37 anni, è stato multato e trasferito per aver osato leggere in classe alcuni passi della Bibbia e aver mostrato il capolavoro di Pier Paolo Pasolini Il Vangelo secondo Matteo
Un insegnante francese di una scuola elementare, Matthieu Faucher, 37 anni, è...

Musulmani d'Italia contro il Natale: 'URTA LA SENSIBILITA' ISLAMICA'
Musulmani d'Italia contro il Natale: 'URTA LA SENSIBILITA' ISLAMICA'
(Milano)
-

Se agli islamici non piace il Natale a noi non ce ne potrebbe fregare di meno.
Se agli islamici non piace il Natale a noi non ce ne potrebbe fregare di meno....

Poveri, i nipoti stanno peggio dei nonni: MA LA PRIORITA' DEL GOVERNO E' LA LEGGE ELETTORALE!
Poveri, i nipoti stanno peggio dei nonni: MA LA PRIORITA' DEL GOVERNO E' LA LEGGE ELETTORALE!
(Milano)
-

I figli stanno peggio dei genitori, i nipoti peggio dei nonni. In Italia la povertà tende a crescere al diminuire dell’età.
I figli stanno peggio dei genitori, i nipoti peggio dei nonni. In Italia...

Mentre SPRECHIAMO DENARO per Natale, in Africa UN VIRUS peggio della morte nera
Mentre SPRECHIAMO DENARO per Natale, in Africa UN VIRUS peggio della morte nera
(Milano)
-

Il Malawi si sta organizzando per difendersi dall’epidemia di peste dal Madagascar, come riportato dal Daily Mail, dove si evidenzia che la malattia non cessa di diffondersi su tutto il territorio dell’isola africana
Il Malawi si sta organizzando per difendersi dall’epidemia di peste dal...

L'Euro e' una FOLLIA! LO DICEVA DRAGHI PRIMA DI DIVENTARE MASSONE
L'Euro e' una FOLLIA! LO DICEVA DRAGHI PRIMA DI DIVENTARE MASSONE
(Milano)
-

La notizia è di quelle clamorose: anche Mario Draghi giudicava l’euro una sciocchezza economica.
Erano gli anni Settanta ed il futuro presidente della Bce, allora studente di...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati