SEGGIOLINO IN AUTO, salva la vita di tuo figlio - USALO

(Milano)ore 20:33:00 del 10/05/2017 - Categoria: , Motori, Salute

SEGGIOLINO IN AUTO, salva la vita di tuo figlio - USALO

Nel 2016, in Italia sono morti a causa di incidenti stradali 53 bambini sotto i 14 anni, e più di mille sono rimasti feriti. In pratica ogni giorno dell’anno almeno un bambino ha subito una lesione o è rimasto vittima di un incidente stradale.

Nel 2016, in Italia sono morti a causa di incidenti stradali 53 bambini sotto i 14 anni, e più di mille sono rimasti feriti. In pratica ogni giorno dell’anno almeno un bambino ha subito una lesione o è rimasto vittima di un incidente stradale. Un numero che si sarebbe potuto drasticamente ridurre se venissero completamente rispettate le norme sull’uso dei seggiolini auto. L’uso corretto del seggiolino in auto riduce il rischio di lesioni gravi sino al 90% e quello di morte sino al 70% sotto l’anno e del 50% nella fascia dall’ 1 ai 4 anni.

Secondo i numeri forniti da Adoc, il 65% degli Italiani non usa il seggiolino auto in modo continuativo, il 27% li usa in modo sbagliato e l’8% addirittura ne fa a meno. In media una famiglia su cinque non usa il seggiolino auto per i propri figli. Il 50% degli incidenti stradali avviene nei centri urbani, proprio dove quel 65% di famiglie dichiara di non sentire la necessità di assicurare i figli al seggiolino.

Per Adoc uno dei maggiori ostacoli alla diffusione dei seggiolini è nel costo degli stessi. Afferma Roberto Tascini, presidente dell’associazione: “Mediamente per un seggiolino auto si spendono circa 308 euro. Considerando che spesso il bambino si trova a dover essere trasportato in più macchine, almeno due considerando quella di un nonno o dell’altro genitore, la spesa può crescere e superare anche i 600-700 euro”.

I seggiolini auto vengono sottoposti a numerosi test di resistenza tra i quali i crash test con l’utilizzo di manichini per simulare le forze che entrano in gioco durante un incidente d’auto. Un esempio per aiutare a capire la pericolosità di certi comportamenti: nel caso di impatto a 56 km orari un bambino del peso di 15 kg produce una forza d’urto pari a 225 kg, impossibile trattenerlo con le braccia.

Troppa disattenzione e superficialità tra gli italiani possono costare molto caro. Per questo l’Adoc ha fornito un vadecemcum. Dieci utili consigli per il viaggio in auto con i bambini:

Il seggiolino in auto è obbligatorio per legge fino ai 36 kg di peso o 150 cm di altezza.

Il seggiolino non è uguale per tutti: esistono i seggiolini (adatti fino ai 18 kg di peso) e gli adattatori (dai 18 ai 36 kg), divisi in base al peso in 5 gruppi.

Mettere il bambino sul seggiolino, superati i 36 chili o il metro e mezzo d’altezza il bambino può viaggiare, sempre seduto nel sedile posteriore, solo con la cintura allacciata;

Non tralasciare mai di legare il bambino, anche se per pochi metri o con la macchina ferma.

Attenzione agli airbag: se la vostra macchina è dotata di airbag anteriore non mettete mai il seggiolino del neonato davanti, l’impatto sarebbe devastante sul corpo di un bambino.

Mai distrarsi con minori a bordo: mani sul volante e occhi alla strada.

Se piange, lascialo legato: se il neonato piange e siete soli in macchina, accostate appena potete e verificate che non abbia bisogno di essere cambiato, nutrito o altro.

Musica e giochi per calmarli: è bene avere in macchina un cd con le canzoncine preferite dei bambini. se dovete affrontare un viaggio lungo senza nessun altro adulto oltre a voi alla guida, meglio dare ai bimbi anche dei giochini.

Attenzione al cibo: far mangiare i bambini in macchina può essere pericoloso, soprattutto in caso di incidenti o semplici frenate brusche. C’è il rischio di soffocamento.

Chiudere le porte: sembra scontato, ma è fondamentale chiudere tutte le portiere con la chiusura centralizzata, evitando che accidentalmente il bambino possa aprirle in corsa.

Da: QUI

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
DIPENDENZA DA ZUCCHERO: dannoso e tossico COME SIGARETTE E ALCOOL
DIPENDENZA DA ZUCCHERO: dannoso e tossico COME SIGARETTE E ALCOOL
(Milano)
-

E’ calorico, fa aumentare la pressione, cambia il metabolismo, provoca problemi al fegato e fa’ gli stessi danni del fumo e dell’alcool: non stiamo parlando dell’ultimo menu lanciato nei fast food, ma – più semplicemente - dello zucchero!
E’ calorico, fa aumentare la pressione, cambia il metabolismo, provoca problemi...

Sempre piu' casi di COLPI DI CALORE: come riconoscerli e prevenirli
Sempre piu' casi di COLPI DI CALORE: come riconoscerli e prevenirli
(Milano)
-

Quando stiamo per molte ore esposte al sole, può capitare che l’aumento improvviso della temperatura corporea possa causare uno stress termico in grado di mettere in crisi i meccanismi deputati alla termoregolazione.
Il termine scientifico è ipertermia, e tecnicamente si tratta di un innalzamento...

La contaminazione alimentare? A NORMA DI LEGGE!
La contaminazione alimentare? A NORMA DI LEGGE!
(Milano)
-

L’Italia è il terzo consumatore a livello comunitario di pesticidi (130mila tonnellate), preceduto solo da Spagna e Francia, mentre siamo il secondo consumatore di fungicidi (oltre 65mila tonnellate utilizzate in un anno).
L’Italia è il terzo consumatore a livello comunitario di pesticidi (130mila...

Vivere senza Denaro e' possibile: liberi e con una vita dignitosa
Vivere senza Denaro e' possibile: liberi e con una vita dignitosa
(Milano)
-

Purtroppo la società in cui viviamo oggi ci ha inglobati in un circolo vizioso dove il denaro e posto al centro di tutto.  Il denaro ci rende prudenti e la maggior parte delle volte ci annebbia la vista
Purtroppo la società in cui viviamo oggi ci ha inglobati in un circolo...

Guidi scalzo o in infradito? TI FANNO PIANGERE!
Guidi scalzo o in infradito? TI FANNO PIANGERE!
(Milano)
-

Guidare con le infradito o con i piedi scalzi potrebbe costare caro. Sembra infatti che in caso di sinistro stradale l'assicurazione possa chiedere la rivalsa dopo aver pagato i danni causati.
CIUCCIATEVI LE SCARPE - ALLA GUIDA SCALZI O IN INFRADITO? ATTENTI, ADESSO OLTRE...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati