Scuola, torna obbligatoria ora di EDUCAZIONE CIVICA

(Napoli)ore 10:41:00 del 06/08/2019 - Categoria: , Curiosità, Nuove Leggi

Scuola, torna obbligatoria ora di EDUCAZIONE CIVICA

Con 193 sì, nessun no e 38 astenuti il Senato ha approvato in via definitiva la legge che introduce dal prossimo settembre l'insegnamento dell'educazione civica nelle scuole italiane

TORNA OBBLIGATORIA EDUCAZIONE CIVICA A SCUOLA - L’educazione civica torna obbligatoria nelle scuole italiane. Il Senato ha approvato in via definitiva il disegno di legge che introduce l’insegnamento dell’educazione civica: 193 i voti a favore, 38 gli astenuti (il Pd). Il provvedimento, approvato anche dalla Camera, ora è legge. L’introduzione dell’educazione civica avverrà a partire da settembre, con l’inizio del nuovo anno scolastico. Tra le novità del disegno di legge c’è anche un ordine del giorno che impegna il governo a prevedere l’insegnamento dell’educazione al rispetto e della parità di genere. La notizia viene accolta positivamente dal ministro dell’Istruzione Marco Bussetti: “Oggi è una giornata storica! Finalmente ritorna l’educazione civica come materia obbligatoria nelle scuole. Un traguardo necessario per le giovani generazioni perché sono i valori indicati nella Costituzione a tenere unito il nostro Paese. Il compito della scuola è di educare alla cittadinanza attiva, al rispetto delle regole, all'accoglienza e all'inclusione, valori alla base di ogni democrazia”.

TORNA OBBLIGATORIA EDUCAZIONE CIVICA A SCUOLA - Esulta anche il vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini: “Finalmente l’educazione civica torna in classe! Con la legge della Lega approvata definitivamente oggi al Senato, da settembre sarà di nuovo materia di studio obbligatoria, con 33 ore e voto in pagella. Vita concreta contro inutili polemiche. Promessa mantenuta, non si molla”. Il Pd, come spiega Simona Malpezzi, ha deciso di astenersi perché la proposta di legge non prevede lo stanziamento di apposite risorse: “Per fare le riforme è necessario investire, invece il governo non solo non prevede finanziamenti per la scuola ma chiede agli insegnanti un lavoro aggiuntivo gravoso, senza un minimo compenso”.

TORNA OBBLIGATORIA EDUCAZIONE CIVICA A SCUOLA - La legge – come ha spiegato il relatore Gianfranco Rufa (Lega) intervenendo oggi in Aula - istituisce presso il Miur anche la "Consulta dei diritti e dei doveri del bambino e dell'adolescente digital", che sarà convocata almeno ogni due anni dal ministro e che sarà composta dagli studenti, dagli insegnanti, dalle famiglie, dagli esperti del settore e da un rappresentante dell'Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza. La Consulta opererà in coordinamento con il tavolo tecnico per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo.

Per la formazione dei docenti verranno destinati 4 milioni di euro annui dal 2020, fondi che saranno attinti delle risorse già stanziate per l'attuazione del piano nazionale di formazione per la realizzazione delle attività formative. La nuova legge prevede la possibilità di integrare l'insegnamento dell'educazione civica con esperienze extrascolastiche con il mondo del volontariato, del terzo settore e con le amministrazioni locali, e prevede l'indizione annuale di un concorso nazionale per la valorizzazione delle migliori esperienze. Infine, incarica il ministro di presentare alle Camere ogni due anni una relazione sull'attuazione della legge.

Il commento di Bussetti

"Oggi è una giornata storica! Finalmente ritorna l'educazione civica come materia obbligatoria nelle scuole. Un traguardo necessario per le giovani generazioni perché sono i valori indicati nella Costituzione a tenere unito il nostro Paese. Grazie all'impegno della Leg-Salvini Premier, un'altra promessa è stata mantenuta". Lo scrive su Facebook il ministro dell'IstruzioneMarco Bussetti. "Il compito della scuola – aggiunge, con l'hashtag #dalleparoleaifatti - è di educare alla cittadinanza attiva, al rispetto delle regole, all'accoglienza e all'inclusione, valori alla base di ogni democrazia. Torneremo a formare cittadini responsabili e attivi e a promuovere la partecipazione piena e consapevole alla vita civica, culturale e sociale delle comunità".

Autore: Carmine

Notizie di oggi
Torino: 25centesimi al KM se vai a lavoro in bici
Torino: 25centesimi al KM se vai a lavoro in bici
(Napoli)
-

Un nuovo progetto a favore dell’ecosostenibilità è stato lanciato nella zona ovest di Torino: più pedali e più guadagni.
PAGATI PER ANDARE A LAVORO IN BICI - Bogia in piemontese vuol dire “muoviti” e...

Seggiolini antiabbandono obbligatori da oggi 7 novembre
Seggiolini antiabbandono obbligatori da oggi 7 novembre
(Napoli)
-

Chi non si doterà di questi dispositivi incorrerà in una sanzione amministrativa da 81 a 326 euro e la decurtazione di 5 punti dalla patente
SEGGIOLINI ANTIABBANDONO OBBLIGATORI - Da domani 7 novembre scatta l'obbligo per...

Leggere ogni giorno ti salva dalla depressione! Ecco tutti i benefici della lettura
Leggere ogni giorno ti salva dalla depressione! Ecco tutti i benefici della lettura
(Napoli)
-

BENEFICI DELLA LETTURA QUOTIDIANA - Oggi più che mai i libri sono oggetti accessibili ed economici.
BENEFICI DELLA LETTURA QUOTIDIANA - Oggi più che mai i libri sono oggetti...

Il pettegolezzo e' l'oppio dell'oppresso...e degli infelici
Il pettegolezzo e' l'oppio dell'oppresso...e degli infelici
(Napoli)
-

COME AFFRONTARE I PETTEGOLEZZI NELLA VITA - Il meccanismo funziona sempre allo stesso modo: c’è un ipocrita che crea un pettegolezzo per diffondere il gossip e gli ingenui credono senza resistenza. 
COME AFFRONTARE I PETTEGOLEZZI NELLA VITA - Il meccanismo funziona sempre allo...

Dolcetti di Halloween: ricette e idee carine
Dolcetti di Halloween: ricette e idee carine
(Napoli)
-

RICETTE DOLCETTI DI HALLOWEEN - I preparativi per Halloween sono entrati nel vivo, girando per le vie delle nostre città spicca prepotente nelle vetrine dei negozi il colore arancio della zucca.
RICETTE DOLCETTI DI HALLOWEEN - I preparativi per Halloween sono entrati nel...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati