Scandalo Petrolio: cosa conoscere

ROMA ore 19:29:00 del 11/04/2016 - Categoria: Denunce, Politica - Laura Boldrini

Scandalo Petrolio: cosa conoscere

Spunta anche il nome della presidente della Camera Laura Boldrini nell’inchiesta sulla legge navale del 2014, quella in merito alla quale è indagato l’ammiraglio Giuseppe De Giorgi.

Il filone dell'inchiesta che riguarda i fondi per un programma navale voluto dal capo di stato maggiore della Marina, Giuseppe De Giorgi. Secondo i pm, i soldi necessari a portarlo avanti sarebbero arrivati grazie alla mediazione di Gianluigi Gemelli, che tra le altre cose è il fidanzato dell'ex ministro Guidi.

I magistrati di Potenza che indagano sull'impianto di Tempa Rossa hanno tra le Mani anche una lettera che l'ex ministro Federica Guidi inviò alla presidente della Camera, Laura Boldrini.

Nel documento si legge che “sullo schema del decreto è stato acquisito il formale assenso del ministero della Difesa e del ministero dell’ Economia e finanze. Ritengo opportuno rappresentare che lo stesso ‘Programma navale’ è già stato sottoposto al parere delle Commissioni parlamentari (…) e che in tale sede sono stati effettuati anche approfondimenti e valutazioni per quanto riguarda i profili finanziari connessi alla sua attuazione. Mi preme segnalare, infine, l’ urgenza del parere, che dovrebbe essere, a questo punto, facilitato (…) e concludersi al più presto con la stipula dei contratti e gli impegni formali di spesa”.

Ebbene, sotto la lente della procura di Potenza è finita anche la lettera inviata dall’allora ministra per lo Sviluppo economico Federica Guidi alla presidente della Camera Laura Boldrini, in cui si chiede di velocizzare le operazioni amministrative sugli stanziamenti in favore dell’ammodernamento della flotta italiana.

E' uno scandalo che coinvolge tutta la sinistra, ed è il più grande scandalo di tutti i tempi. Le dimissioni del governo corrotto sono inevitabili. Ridicole le dimissioni della Guidi, non è sacrificando una mela marcia che si salva il paniere di mele sane: è marcio tutto il paniere!

Spunta anche il nome della presidente della Camera Laura Boldrini nell’inchiesta sulla legge navale del 2014, quella in merito alla quale è indagato l’ammiraglio Giuseppe De Giorgi. Secondo l’accusa l’ipotesi è che De Giorgi abbia chiesto e ottenuto l’immediato blocco degli stanziamenti destinati all’ammodernamento della flotta: una partita che vale 5,4 miliardi di euro.

"Sullo schema del decreto è stato acquisito il formale assenso del ministero della Difesa e del ministero dell' Economia e finanze - si legge nella misiva, riportata da Libero - Ritengo opportuno rappresentare che lo stesso 'Programma navale' è già stato sottoposto al parere delle Commissioni parlamentari (…) e che in tale sede sono stati effettuati anche approfondimenti e valutazioni per quanto riguarda i profili finanziari connessi alla sua attuazione. Mi preme segnalare, infine, l' urgenza del parere, che dovrebbe essere, a questo punto, facilitato (…) e concludersi al più presto con la stipula dei contratti e gli impegni formali di spesa".

Gemelli avrebbe ottenuto commesse per la sua società (che si occupa di manutenziuone degli impianti petrolchimici) nel porto di Augusta, a Siracusa. In cambio, De Giorgi avrebbe ottenuto lo sblocco dei fondi (5,4 miliardi di euro) per il "suo" programma navale. Ebbene, dopo gli schemi inviati dalla Guidi al presidente del Senato Pietro Grasso (dove definiva "urgente" il parere preliminare delle commissioni parlamentari sulla vicenda), ora spunta anche una missiva inviata dalla Guidi a Laura Boldrini. Il motivo è sempre quellodi velocizzare le operazioni sugli stanziamenti in favore della flotta italiana.

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
IL SUPERPOTERE UE FESTEGGIA IL ROSATELLUM!
IL SUPERPOTERE UE FESTEGGIA IL ROSATELLUM!

-

Aveva ben presente, l’allora giovane rottamatore Renzi, quale fosse il cuore del problema: metter fine alla sciatteria di una farsa, recitata da partiti impresentabili. Un acquario virtuale, dentro cui c’erano mille sigle ma mancava la bandiera fondamenta
Aveva ben presente, l’allora giovane rottamatore Renzi, quale fosse il cuore del...

ENERGIA ELETTRICA IN ITALIA LA PIU' CARA D'EUROPA
ENERGIA ELETTRICA IN ITALIA LA PIU' CARA D'EUROPA

-

Lo studio recente di ImpresaLavoro ha confermato che i costi dell’energia elettrica per le imprese, ma di conseguenza anche per le famiglie italiane, sono i più cari d’Europa: un vero e proprio salasso.
Lo studio recente di ImpresaLavoro ha confermato che i costi dell’energia...

RISO ASIATICO, POMODORI CINESI, NOCCIOLE TURCHE NEI NOSTRI SUPERMERCATI
RISO ASIATICO, POMODORI CINESI, NOCCIOLE TURCHE NEI NOSTRI SUPERMERCATI

-

Dal riso asiatico alle conserve di pomodoro cinesi, dall'ortofrutta sudamericana alle nocciole turche, gli scaffali dei supermercati dell'Unione Europea sono invasi dalle importazioni di prodotti extracomunitari ottenuti dallo sfruttamento schiavista e sp
Dal riso asiatico alle conserve di pomodoro cinesi, dall'ortofrutta sudamericana...

L'INCHIESTA SULLE BANCHE NON TOCCHERA' ETRURIA E MPS!
L'INCHIESTA SULLE BANCHE NON TOCCHERA' ETRURIA E MPS!

-

In realtà c'è di tutto. Ci sono i vecchietti che vorrebbero speculare con i loro risparmi, ci sono quelli che si fidano del funzionario di banca non immaginando che le banche potrebbero anche fallire, comunque tenere i soldi sul conto corrente costa e qua
In realtà c'è di tutto. Ci sono i vecchietti che vorrebbero speculare con i loro...

CROCETTA ATTACCA RENZI: 'MI TOCCA UN POSTO IN PARLAMENTO!'
CROCETTA ATTACCA RENZI: 'MI TOCCA UN POSTO IN PARLAMENTO!'

-

Questa in cui viviamo non è piu' una Repubblica Democratica.La democrazia è solo un lontano ricordo.questi ,politici di professione,sono i padroni,e come ogni padrone fanno come gli pare
Questa in cui viviamo non è piu' una Repubblica Democratica.La democrazia è solo...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati