Sanità pubblica in perenne crisi

ROMA ore 19:49:00 del 23/04/2016 - Categoria: Denunce, Economia, Politica, Salute - Tagli sanità

Sanità pubblica in perenne crisi

Come fai a discriminare per reddito quando i nullatenenti portano i soldi a Panama,Svizzera, Lussemburgo o Montecarlo e il governo non fa nulla per fermarli?

Il titolare del Tesoro: “Consideriamo possibilità di digital tax”. Ma nel Def non c’è - Padoan ha anche detto che il governo “sta considerando” la possibilità di varare una “digital tax” sulle Mani del web, “una tassa complicata ma sicuramente stiamo considerando questo aspetto. E’ nell’interesse del governo”. L’ipotesi di tassare GoogleAppleFacebook e gli altri big, di cui si è discusso nel settembre 2015 quando Palazzo Chigi aveva anche preparato una bozza di decreto ad hoc e annunciato che sarebbe entrata in vigore “nel 2017″, pareva tramontata dopo le polemiche e la richiesta della Commissione Ue di attendere per non “aggravare la frammentazione del mercato digitale europeo”. Nel Def non ce n’è traccia

Assurdo!Le tasse si pagano già proporzionalmente al reddito. Quante volte dobbiamo pagarli i servizi? Rubare e sprecare di meno, cara corte dei conti, questa e' la ricetta! A proposito, quanto ci costa la corte dei conti?

Come fai a discriminare per reddito quando i nullatenenti portano i soldi a Panama,Svizzera, Lussemburgo o Montecarlo e il governo non fa nulla per fermarli?

ECCO LA NOTIZIA DA IL FATTO QUOTIDIANO

Invece di pensare ad aumentare i costi per i cittadini a livelli europei vedete un po di adeguare i servizi a livelli europei e cercate di rubare a livelli europei e di acquistare i beni e servizi a livelli europei e dimettetevi come fanno negli altri paesi europei (quando presi con le più alta che negli anni pre crisi, come ha rilevato  nel sacco) e adeguate gli stipendi dei politici a livelli europei ecc ecc. , e magicamente resterebbero i soldi per costruire ospedali come alberghi assumere dottori come grey's anatomy e infermiere come le modelle di armani.

Quando parlano di ripresa, in realtà si riferiscono alla ripresa del debito pubblico, non dell'economia che resta saldamente almeno per l'80% in mano al governo, che gestisce o meglio sperpera, ruba e gestisce male come in Mafia Capitale da generazioni, il paese è insalvabile, fuggire è l'unica alternativa possibile. Gli squali di governo e della burocrazia si mangeranno tutto e tutti...

I componenti della corte dei conti guadagnano dai 250 a oltre 300 mila euro l'anno quindi è giusto che con i loro parametri cosiderino "basse" le spese che i cittadini comuni pagano per la sanità!

Il presidente Raffaele Squitieri, in audizione alle commissioni Bilancio di Camera e Senato, ha chiesto al governo di correre ai ripari per garantire la copertura dei costi e la disponibilità di risorse per gli investimenti. Il ministro Padoan sul nodo della flessibilità dell'uscita dal lavoro: "Ci sono margini per ragionare su strumenti e incentivi per migliorare le opportunità per chi vuole andare in pensione"

La corte dei conti e' per caso quel gruppo di vecchi (come la corte costituzionale)ancorati ai propri privilegi,agli stipendi che doppiano quelli del presidente degli usa,alle pensioni d'oro piu' delle cozze allo scoglio?

Rendere più “mirato” l’accesso alle prestazioni sanitarie per evitare che a pagare di più finisca per essere chi ha meno risorse. Ma anche aumentare tout court i prezzi di alcuni servizi, che “sono inferiori alle maggiori economie europee”. In parallelo, rivedere dalle fondamenta il sistema tributario per poter ridurre lapressione fiscale su famiglie e imprese. La Corte dei Conti, in audizione alle commissioni Bilancio di Camera e Senato sulDocumento di economia e finanza varato dal governo l’8 aprile, torna a chiedere al governo di correre ai ripari per garantire la copertura dei costi e la disponibilità di risorse per gliinvestimenti nei servizi pubblici. E, [tag6], suggerisce di “rendere piùappropriato e mirato l’accesso alle prestazioni” del Sistema sanitario pubblico, “che offre in media servizi di alta qualità” ma presenta “distorsioni evidenti”. “Non se ne può prescindere”, ha detto il presidente Raffaele Squitieri. Tradotto: bisogna ripensare i ticket differenziando maggiormente gli esborsi a seconda della condizione economica del paziente.

Corte dei Conti: “Prezzi dei servizi troppo bassi” – “Iprezzi di molti servizi offerti in Italia sono inferiori alle maggiori economie europee”, ha spiegato il presidente dei magistrati contabili. “La tendenza all’aumento, per coprire i costi e garantire flussi di investimenti significativi, appare quindi un’opzione da considerare in una fase storica di difficoltà per le finanze pubbliche, anche adottando politiche di selezione delle condizioni di accesso per evitare effetti regressivi indesiderati”. Squitieri, che ha sottolineato come le previsioni sulla crescita dell’economia “non siano esenti da rischi di ulteriore revisione al ribasso, ha aggiunto che “la prospettiva di una riduzione dellapressione fiscale su famiglie e imprese (più alta che negli anni pre crisi, come ha rilevato Bankitalia, ndr) ripropone la necessità di una revisione strutturale dell’intero sistema tributario”. Tre le direzioni in cui muoversi: “Un ampliamento della base imponibile; una revisione degli obiettivi redistributiviassegnati al sistema di prelievo; la ricerca di un effettivo coordinamento della leva fiscale fra livelli di governo“.

Padoan: “Margini per ragionare su incentivi per chi vuole andare in pensione” - Il consiglio arriva mentre l’esecutivo, come emerge dal Def, si appresta a ridurre deduzioni edetrazioni fiscali per recuperare risorse. Il ministro Pier Carlo Padoan, sempre in audizione in Parlamento, ha ribadito la cauta apertura presente nel documento sul tema della flessibilità dell’uscita dal lavoro. Il documento cita “la fattibilità di interventi volti a favorire una maggiore flessibilità nelle scelte individuali”, ma “salvaguardando la sostenibilità finanziaria“. Il titolare del Tesoro ha riconosciuto che “il Def non si addentra”, ma “ribadisce il concetto che il sistema pensionistico è uno dei pilastri della sostenibilità del sistema italiano” e “sicuramente ci sono margini per ragionare su strumenti eincentivi per migliorare le opportunità per chi vuole andare in pensione e per chi entra nel mercato del lavoro”. In particolare “sono aperto a fonti di finanziamento complementare che si possono studiare. Il Def non esclude queste cose, le rinvia al dibattito dei prossimi mesi. Le misure andranno viste nel loro insieme con la prossima legge di stabilità”. I margini però sono decisamente stretti, dato che la prossima manovra dovrà disinnescare clausole di salvaguardia per oltre 15 miliardi. Soldi da trovare prima ancora di pensare a qualsiasi altra misura. Non per niente il governo chiede la Ue di poter fare 11 miliardi di deficit aggiuntivo rispetto alle previsioni.

Autore: Alberto

Notizie di oggi
I soldi del lavoro? Spesi in carri armati e missili, MA NESSUNO NE PARLA!
I soldi del lavoro? Spesi in carri armati e missili, MA NESSUNO NE PARLA!

-

In questi giorni la Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha iniziato a occuparsi del decreto della presidenza del consiglio che deve decidere la ripartizione di 46 miliardi di un fondo di investimenti (previsti fino al 2032) che la scorsa legge
In questi giorni la Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha iniziato a...

Giovani italiani sedentari come 60enni
Giovani italiani sedentari come 60enni

-

Tra studio, divano, televisione, smartphone, tablet e videogiochi, i bambini e gli adolescenti sono più sedentari di quanto finora immaginato.
Tra studio, divano, televisione, smartphone, tablet e videogiochi, i bambini e...

Eco Cooler: ecco il condizionatore a costo zero e senza energia!
Eco Cooler: ecco il condizionatore a costo zero e senza energia!

-

ECO COOLER …IL CONDIZIONATORE FAI DA TE CHE RINFRESCA A COSTO ZERO E SENZA DISPENDIO DI ENERGIA ELETTRICA. PROVARE PER CREDERE. SCOPRILO IN QUESTO VIDEO
ECO COOLER …IL CONDIZIONATORE FAI DA TE CHE RINFRESCA A COSTO ZERO E SENZA...

Ndrangheta e massoneria manovrano l'Italia (e danno ordini ai politici)
Ndrangheta e massoneria manovrano l'Italia (e danno ordini ai politici)

-

Secondo il rapporto della Dna siamo di fronte a un complesso di emergenze significative, ancora di più che in passato, di una ‘ndrangheta presente in tutti i settori nevralgici della politica, dell’amministrazione pubblica e dell’economia.
La ‘ndrangheta, la camorra e la sacra corona unita arrivano alle istituzioni,...

Dieta, 1 chilo al giorno con la dieta di Beyonce
Dieta, 1 chilo al giorno con la dieta di Beyonce

-

Dieta: con il rimedio di Beyonce è possibile perdere un chilo al giorno  – Il limone è noto per accelerare il processo dello smaltimento dei grassi.
Dieta: con il rimedio di Beyonce è possibile perdere un chilo al giorno  – Il...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati