Sanità italiana e la mentalità truffaldina

SIRACUSA ore 15:14:00 del 13/02/2015 - Categoria: Medicina, Salute

Sanità italiana e la mentalità truffaldina

Sanità italiana e la mentalità truffaldina. Una vergogna

Sanità italiana in crisi? Purtroppo non è il sistema che è sbagliato ma la sua applicazione. Il nostro sistema sanitario è decisamente superiore a quello degli Stati Uniti perchè garantisce il diritto alle cure a tutte le persone indipendentemente dal loro reddito, quello che ci frega sono gli sprechi e le ruberie che avvengono nel settore e che erroneamente ci portano a pensare che il sistema non funziona. In altre parole non dobbiamo cambiare il nostro sistema ma farlo funzionare bene.

La sanità è un diritto di ogni cittadino, privatizzarla sarebbe come andare contro alla costituzione, sarebbe come privatizzare un bene primario, anche se non viene classificato come tale ovviamente. In GerMania esiste un sistema di assicurazioni obbligatorie (costano circa 200-300 euro mensili) e la sanità funziona benissimo. Comprende anche le cure dentarie. Concordiamo sul fatto che il sistema italiano è malato (anche perché non è pubblico e non è gratuito, vedi ticket continui di 30 € su tutto, dentista non incluso, attese di anni per una visita oculistica o altre visite specialistiche). Però privatizzarlo totalmente sarebbe una follia, soprattutto perché con la tipica mentalità italiana, gli ospedali privati tenderebbero a massimizzare i guadagni più che a fornire una qualità ottima di servizio sanitario. A nostro parere un'ottima via di mezzo è il sistema tedesco, dove vige appunto questo sistema di assicurazioni sanitarie obbligatorie, e vi è un sistema misto di ospedali statali e privati.

Gli USA stanno cercando di imitare la sanità pubblica esistente in tutta Europa, e Obama, nel sostenere questa scelta, ha fatto un esplicito riferimento a quella italiana. Dire che la nostra sanità pubblica fa schifo è un errore grossolano. Come in tutte le cose che funzionano ci possono essere anche delle realtà negative, ma quelle positive (le cose positive non fanno mai notizia) sono la maggioranza.

Le strutture private se non venissero finanziate anche con soldi pubblici fallirebbero all' istante. Da notare che la sanità pubblica, a differenza di quella privata, garantisce in tutto il paese 24 ore su 24 e per 365 giorni all' anno, un servizio di pronto soccorso ad alto livello, e, in caso di necessità, deve curare qualsiasi cittadino che si trovi nel suolo del nostro paese indipendentemente dal suo reddito e dalla sua capacità di pagamento. Ovviamente tutto questo ha un costo. Altro è il discorso della corruzione e dell'illegalità, ma qui si entra nella cultura del nostro paese, un paese nel quale l'essere un "furbo" è visto come un pregio è non un difetto.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
RIP sovranita' alimentare: Juncker autorizza gli Ogm nella UE
RIP sovranita' alimentare: Juncker autorizza gli Ogm nella UE

-

Il grosso vantaggio dell’Ue per le lobby finanziarie e industriali è che è molto più facile influenzare un potere centrale che i singoli governi dei 28 paesi membri.
JUNCKER (PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE EUROPEA) AUTORIZZA BEN 19 TIPOLOGIE DI ...

Fibromialgia: il dolore che non vediamo e non capiamo
Fibromialgia: il dolore che non vediamo e non capiamo

-

La fibromialgia è stata riconosciuta come malattia dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) nel 1992. Attualmente la fibromialgia colpisce il 4% della popolazione, di cui il 90% sono donne.
La fibromialgia è stata riconosciuta come malattia dall’Organizzazione...

Gli OGM ringraziano: Italia a FAVORE GRAZIE ALLA LORENZIN
Gli OGM ringraziano: Italia a FAVORE GRAZIE ALLA LORENZIN

-

Gli Ogm in Europa: gli Stati membri sono stati chiamati a votare l’introduzione in Ue di mais geneticamente modificato. E l’Italia ha votato sì. Carnemolla (Federbio) e Greenpeace reagiscono.
Gli Ogm in Europa: gli Stati membri sono stati chiamati a votare l’introduzione...

I nostri nonni non soffrivano di INTOLLERANZE ALIMENTARI, noi si: COME MAI?
I nostri nonni non soffrivano di INTOLLERANZE ALIMENTARI, noi si: COME MAI?

-

VI SIETE MAI CHIESTI COME MAI I NOSTRI NONNI NON SOFFRIVANO DI INTOLLERANZE ALIMENTARI? C’È QUALCOSA CHE NON TORNA.
VI SIETE MAI CHIESTI COME MAI I NOSTRI NONNI NON SOFFRIVANO DI INTOLLERANZE...

Soffri di complesso di inferiorita'? Fatti queste domande...
Soffri di complesso di inferiorita'? Fatti queste domande...

-

Tutti facciamo comparazioni. Infatti, la comparazione è una delle attività fondamentali del pensiero. Fin da bambini apprendiamo a conoscere il mondo attraverso la comparazione.
Tutti facciamo comparazioni. Infatti, la comparazione è una delle attività...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati