San Gallo, cosa visitare

(Napoli)ore 19:08:00 del 22/05/2017 - Categoria: , Luoghi da visitare

San Gallo, cosa visitare

Il fondatore della città non poteva che chiamarsi Gallo. Un monaco per la precisione, che nella gola di Mülenenschlucht sconfisse un orso nell’anno 612.

COSA VEDERE SAN GALLO - La metropoli della Svizzera orientale, ubicata tra il Lago di Costanza e l’Appenzellese, è di facile orientamento e possiede un centro storico ricco di attrattive e chiuso al traffico. Una caratteristica della città sono gli Erker, ossia le finestre a sporto riccamente scolpite. L’area monasteriale con cattedrale e biblioteca è stata inserita dall'UNESCO nella lista del patrimonio mondiale dell'Umanità

COSA VEDERE SAN GALLO - LA CITTÀ VECCHIA DI SAN GALLO SVIZZERA

Il fondatore della città non poteva che chiamarsi Gallo. Un monaco per la precisione, che nella gola di Mülenenschlucht sconfisse un orso nell’anno 612. Una dura battaglia che decise di leggere come un segno divino, per questo decise di erigere lì la sua cella di eremita. Fu così posata la prima pietra della città.

Passeggiare per la città vecchia di San Gallo Svizzera è un vero piacere. Oltre alle tradizionali case a graticcio (che avrete visto sicuramente in altre città come ad esempio Berna) fate attenzione ai 111 bovindi che si affacciano dai palazzi. Si tratta delle abitazioni di quelli che erano i ricchi commercianti tessili della città.

COSA VEDERE SAN GALLO - IL COMPLESSO ABBAZIALE: LA CATTEDRALE E LA BIBLIOTECA

Il cuore della città è sicuramente il complesso abbaziale con la cattedrale barocca e la biblioteca. Splendida la cattedrale ma la biblioteca è un luogo di rara meraviglia, uno di quelli che potrei tranquillamente includere se dovessi fare una classifiche dei luoghi da vedere almeno una volta nella vita!

Una volta smantellato il monastero nel 1805, la biblioteca (originariamente annessagli) venne mantenuta in vita dall’Amministrazione cattolica del Canton San Gallo.

La sala della biblioteca che visiterete, ma che non potrete fotografare, fu eretta tra il 1758 e il 1767 dal principe abate Celestino Gugger. Entrando vi sentirete come all’interno di uno scrigno il legno. Immediatamente sentirete l’esigenza di parlare sottovoce e di camminare piano piano, per non rovinare nulla.

Per realizzare questo tesoro vennero chiamate maestranze dal Lago di Costanza, che crearono un vero e proprio scrigno per conservare 170mila volumi. Di questi, i 2100 manoscritti ne costituiscono il tesoro più prezioso. Quattrocento di questi risalgono a prima dell’anno 1000 rendendo la Biblioteca una delle più importanti al mondo in materia di manoscritti.

La Biblioteca è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 17, ma potete verificare tutti i dettagli sul sito www.stibi.ch.

COSA VEDERE SAN GALLO - LO SHOPPING

La Svizzera è certamente interessante per gli acquisti, anche se non proprio conveniente. Multergasse, Spisergasse, Marktgasse e Neugasse sono le vie che dovete annotare se volete dare aria al portafogli.

COSA VEDERE SAN GALLO - STADTLOUNGE, LA PIAZZA ROSSA

Un’area della città investita da un progetto di arte contemporanea. Più che investita, rivestita. È il quartiere Bleichi, zona di uffici e acquisti che è stata arredata dall’artista multimedia Pipilotti Rist e dell’architetto Carlos Martínez. Sofà, sedie e tavoli per vivere all’aria aperta, ma ricoperti da un manto rosso in granulato plastico. Vi consiglio di passarci di giorno, passeggiare e sostare. Ma anche la sera, quando la zona rimane ugualmente vissuta. Un vero e proprio salotto urbano realizzato dall’ Unione Svizzera delle Banche Raiffeisen

COSA VEDERE SAN GALLO - ST.GALLEN BRATWURST

Eh no, non si può passare da San Gallo senza provare la tipica Bratwurst, la salsiccia che qui si mangia senza senape! La particolarità sta nella particolare miscela di carne di maiale e vitello con l’aggiunta di latte. Da accompagnare a una birretta, ca va sans dire.

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
Costanza, luoghi da vedere
Costanza, luoghi da vedere
(Napoli)
-

La storia ci racconta che l’origine di Costanza è fatta risalire all’antica città di Tomi, fondata nel VII sec d.C. da alcuni coloni greci e successivamente ricostruita e portata a splendore da quel Costantino il Grande da cui prese poi il nome.
COSTANZA, COSA VEDERE - Constanza è stata continuamente abitata per 2600 anni...

Luoghi da vedere Cluj-Napoca
Luoghi da vedere Cluj-Napoca
(Napoli)
-

Ti consiglio di prendere uno dei tanti taxi che trovi appena esci dall’aeroporto, per raggiungere il centro.
CLUJ-NAPOCA, COSA VEDERE - Cluj è ben collegata con gli aeroporti italiani,...

Cosa visitare Timisoara
Cosa visitare Timisoara
(Napoli)
-

COSA VEDERE TIMISOARA -Uno di questi è la Romania, paese di poco più di 19 milioni e molti italiani.
COSA VEDERE TIMISOARA - Quando pensiamo di viaggiare, spesso vorremmo visitare...

Luoghi da vedere Sibiu
Luoghi da vedere Sibiu
(Napoli)
-

COSA VEDERE SIBIU -Sibiu è una meta obbligata per chiunque desideri fare un tour della Transilvania. Il motivo è legato non solo alla sua bellezza, ma anche alla sua vicinanza alla città di Brașov e al famoso Castello di Dracula, a Bran.
COSA VEDERE SIBIU - Sibiu si trova in Transilvania, ed è una delle più belle...

Cosa vedere Sighisoara
Cosa vedere Sighisoara
(Napoli)
-

Nel XV secolo la regione si trovò nel caos a causa dell’avanzata dell’esercito turco e delle lotte di potere interne che videro l’emergere con la forza del principe sanguinario Vlad II Dracula che governò con il terrore fino al 1476; Dracula sta per figli
SIGHISOARA, COSA VEDERE - Prima di addentrarci nel percorso romeno è necessario...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati