Salvini fa parte ancora della casta!

(Milano)ore 21:05:00 del 23/06/2016 - Categoria: Denunce, Politica

Salvini fa parte ancora della casta!

Sapete, no, che le puttane non sono solo quelle che battono per strada. Ci si può anche prostituire intellettualmente (anche se capisco che la parola “intellettualmente” stoni non poco con gente del genere).

Il segretario generale della lega Matteo Salvini e la “sorella d’Italia” Giorgia Meloni capisaldi dell’anti-Europeismo italiano?

I due, come ormai ci ha abituato la casta partitocratica, parlano bene ma razzolano male, anzi malissimo. Infatti, sono tra coloro che il 31 luglio 2008 (notare la data balneare) hanno votato a favore della ratifica e dell’esecuzione del trattato di Lisbona che come afferma Paolo Barnard, ci ha fatti diventare: “Cittadini di un enorme Paese che non è l’Italia governati da gente non direttamente eletta da noi, sotto leggi pensate da misteriosi burocrati a noi sconosciuti, secondo principi sociali, politici ed economici che non abbiamo scelto, e veniamo privati nella sostanza di tutto ciò che conoscevamo come Patria, parlamento, nazionalità, autodeterminazione, e molto altro ancora”. Grazie al quale: “Montecitorio è un palazzo dove qualche centinaio di burocrati dimenticati si aggirano fingendo di contare ancora qualcosina; la Costituzione italiana è oramai un poemetto che viene ricordato agli alunni delle scuole come un pezzo di una vecchia storia; una maggioranza politica che non sa neppure cosa significa la parola calzino potrebbe trovarsi a deci dere come noi italiani ci curiamo, se avremo le pensioni, cosa insegneremo a scuola, come invecchieremo, o se dobbiamo entrare in guerra, e così per tutto il resto della nostra vita”.

Certo, se questo può portare loro qualche voto.

Gli anti-Europeisti dalla memoria corta che pochi anni fa svendevano l’Italia, oggi per fini elettorali fanno puerile propaganda contro l’UE.

Un trattato truffaldino formato da migliaia di emendamenti a centinaia di regole già in essere per un totale di 2800 pagine, praticamente, incomprensibile, che crea un super Stato le cui leggi, scritte da burocrati non eletti da nessuno prevalgono sulle leggi nazionali e persino sulla Costituzione. Un trattato, che vieta qualsiasi tutela sociale e ambientale alle agricolture nazionali. Un trattato che in nome della “libera concorrenza senza distorsioni”, impone ai popoli europei svendite, privatizzazioni selvagge, precarizzazione del lavoro, tagli alla sanità e a tutti i servizi.

Sapete, no, che le puttane non sono solo quelle che battono per strada. Ci si può anche prostituire intellettualmente (anche se capisco che la parola “intellettualmente” stoni non poco con gente del genere).

Per tutto ciò dobbiamo ringraziare anche tutti quei parlamentari che ieri l’hanno approvato e che oggi, che è entrato in vigore, chiedono i nostri voti per sedere sugli inutili scranni del Parlamento europeo, dai quali non possono cambiare nulla. Avrebbero potuto denunciare all’opinione pubblica i danni che tale trattato avrebbe provocato sulla pelle dei cittadini, e votargli contro quando ne avevano la possibilità, ma non l’hanno fatto, anzi se ne sono resi complici approvandolo.

Per rinfrescarvi la memoria – Anti-Europeisti? Un cazzo! Ecco quando la Meloni e Salvini votavano per la nostra condanna!

Autore: Carmine

Notizie di oggi
Sala piena per il PD? FOTO TAROCCATA! SENZA PAROLE
Sala piena per il PD? FOTO TAROCCATA! SENZA PAROLE
(Milano)
-

“Pubblico fittissimo per la sessione plenaria della giornata dei #luoghideali con #FabrizioBarca.”, scrivono felici sul profilo Facebook del Pd di Parma.
“Pubblico fittissimo per la sessione plenaria della giornata dei #luoghideali...

ENERGIA GRATUITA ORMAI E' REALTA', MA IN ITALIA NESSUNO NE PARLA
ENERGIA GRATUITA ORMAI E' REALTA', MA IN ITALIA NESSUNO NE PARLA
(Milano)
-

LE CONDUTTURE COMUNALI DELLE GRANDI CITTÀ TRASPORTANO ENORMI QUANTITÀ DI ACQUA. PERCHÉ ALLORA NON SFRUTTARE QUESTO FLUSSO PER PRODURRE ENERGIA GRATUITA?
LE CONDUTTURE COMUNALI DELLE GRANDI CITTÀ TRASPORTANO ENORMI QUANTITÀ DI ACQUA....

Di Maio vuole mandare Renzi in galera: ECCO LE ACCUSE
Di Maio vuole mandare Renzi in galera: ECCO LE ACCUSE
(Milano)
-

BOOM! – DI MAIO VUOLE MANDARE IL DUCETTO IN GALERA E SI RIVOGE A WOODCOCK. SOLO UNA COINCIDENZA? – GIGGINO ACCUSA MATTEO DI ISTIGAZIONE ALLA CORRUZIONE, CORRUZIONE INTERNAZIONALE, INDUZIONE INDEBITA – L’ESPOSTO ALLA PROCURA DI NAPOLI SUL SALVATAGGIO DELL’
BOOM! – DI MAIO VUOLE MANDARE IL DUCETTO IN GALERA E SI RIVOGE A WOODCOCK. SOLO...

Alitalia, un baraccone gestito malissimo da SINDACATI, DIPENDENTI RACCOMANDATI E CASTA
Alitalia, un baraccone gestito malissimo da SINDACATI, DIPENDENTI RACCOMANDATI E CASTA
(Milano)
-

ALITALIA COME D'ALTRONDE LA RAI SONO DUE CARROZZONI AFFETTI DALLA SINDROME DELLA DOPPIA ERRE: RACCOMANDATI E ROMANI.
ALITALIA COME D'ALTRONDE LA RAI SONO DUE CARROZZONI AFFETTI DALLA SINDROME DELLA...

Elezioni Francia: ANCHE I FRANCESI LIQUIDANO I PARTITI TRADIZIONALI
Elezioni Francia: ANCHE I FRANCESI LIQUIDANO I PARTITI TRADIZIONALI
(Milano)
-

Hanno perso i partiti tradizionali. Hanno vinto i presunti ribelli, figli unici di un sistema a cui in qualche modo si oppongono.
Hanno perso i partiti tradizionali. Hanno vinto i presunti ribelli, figli unici...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati