Rubare per mangiare? Cosa conoscere

(Genova)ore 11:22:00 del 05/05/2016 - Categoria: Denunce, Economia, Sociale - Rubare per mangiare

Rubare per mangiare? Cosa conoscere

Dunque, rubare per fame non è reato: lo ha stabilito la Corte di Cassazione in merito al caso di un senzatetto di Genova che, spinto dal bisogno, aveva preso delle piccole quantità di cibo in un negozio per “far fronte” alla “imprescindibile esigenza di a

Il pg Antonio Lucisano avrebbe voluto la derubricazione del reato in tentativo di furto spinto dalla necessità con la condanna a 100 euro di multa. Lo scorso gennaio, per un fatto analogo, il gip aveva disposto l’imputazione coatta per un genovese di 28 anni accusato di avere rubato una scatola di cioccolatini in un supermercato per un valore di 8 euro. In questo caso il pm aveva “graziato” il ladro valutando la lieve entità del danno e chiedendo l’archiviazione, ma il giudice aveva accolto l’opposizione degli avvocati del supermercato.

L’episodio risale al novembre 2011 quando il giovane fu sorpreso all’interno del market mentre cercava di nascondere la merce. L’uomo, un clochard ucraino di 30 anni, era stato condannato a 6 mesi in primo grado e si era visto confermare la condanna anche in Appello: sei mesi di reclusione, con la condizionale. I giudici hanno comunque confermato la multa di 160 euro già inflitta in primo grado.

NON È REATO RUBARE PER MANGIARE! STORICA SENTENZA DELLA CASSAZIONE CHE ANNULLA LA CONDANNA PER FURTO, INFLITTA AD UN SENZATETTO CHE AVEVA RUBATO WURSTEL E FORMAGGIO

I giudici della Suprema Corte hanno affermato che non è punibile chi, spinto dal bisogno, ruba al supermercato piccole quantità di cibo per “far fronte” alla “imprescindibile esigenza di alimentarsi”… –

Dunque, rubare per fame non è reato: lo ha stabilito la Corte di Cassazione in merito al caso di un senzatetto di Genova che, spinto dal bisogno, aveva preso delle piccole quantità di cibo in un negozio per “far fronte” alla “imprescindibile esigenza di alimentarsi”. Sulla base di questa motivazione, i giudici della Suprema Corte hanno così annullato completamente la condanna per furto inflitta dalla Corte di Appello del capoluogo ligure a un giovane straniero senza fissa dimora”. Non è dunque legittimo punire “un furto per fame “del valore di 4 euro per wurstel e formaggio.

“Il fatto non costituisce reato”: per questo motivo la Cassazione ha annullato completamente la condanna per furto inflitta dalla Corte di Appello di Genova a un giovane straniero senza fissa dimora, affermando che non è punibile chi, spinto dal bisogno, ruba al supermercato piccole quantità di cibo per “far fronte” alla “imprescindibile esigenza di alimentarsi”. Con questo verdetto la Suprema Corte ha giudicato legittimo non punire un furto per fame del valore di 4 euro per wurstel e formaggio.

Autore: Carla

Notizie di oggi
Medico che per anni ha vaccinato cambia posizione: VIDEO
Medico che per anni ha vaccinato cambia posizione: VIDEO
(Genova)
-

«Nell’arco di tutti questi anni, io sono stata una persona che ha vaccinato, ho vaccinato mio figlio, ho fatto vaccini agli altri.
«Nell’arco di tutti questi anni, io sono stata una persona che ha vaccinato, ho...

TRISTEZZA, VIRUS CHE DISTRUGGE L'ARANCIA ROSSA IN SICILIA
TRISTEZZA, VIRUS CHE DISTRUGGE L'ARANCIA ROSSA IN SICILIA
(Genova)
-

Sono ormai anni che in Sicilia si parla del virus Tristezza (Citrus Tristeza Virus), che rischia di mettere in ginocchio i produttori locali di arance
Sono ormai anni che in Sicilia si parla del virus Tristezza (Citrus Tristeza...

E se gli incendi estivi fossero provocati per incentivare un giro di affari milionario?
E se gli incendi estivi fossero provocati per incentivare un giro di affari milionario?
(Genova)
-

Lo scrive sulla propria pagina facebook Gherardo Chirici, professore associato di Inventari forestali e telerilevamento presso Università degli Studi di Firenze
E se gli incendi estivi fossero provocati per incentivare un giro di affari...

Vittime e cavie della Mafia sanitaria. Ricordando la storia
Vittime e cavie della Mafia sanitaria. Ricordando la storia
(Genova)
-

La storia di Tina Anselmi, l’allora Ministro della Sanità nel 1979, ci insegna che da anni siamo vittime di “mafia sanitaria”.
La storia di Tina Anselmi, l’allora Ministro della Sanità nel 1979, ci insegna...

VIDEO Ufo avvistato dalla Stazione Spaziale. Ma la Nasa censura
VIDEO Ufo avvistato dalla Stazione Spaziale. Ma la Nasa censura
(Genova)
-

Nel video che vi mostriamo c’è qualcosa di clamoroso: un Ufo viene avvistato dalla Stazione Spaziale ma, all’improvviso, le comunicazioni vengono interrotte dalla Nasa. Ecco il filmato.
Chi vi dice che gli Ufo non esistono dovete rispondere con i fatti, con...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati