Rubare per mangiare? Cosa conoscere

(Genova)ore 11:22:00 del 05/05/2016 - Categoria: Denunce, Economia, Sociale - Rubare per mangiare

Rubare per mangiare? Cosa conoscere

Dunque, rubare per fame non è reato: lo ha stabilito la Corte di Cassazione in merito al caso di un senzatetto di Genova che, spinto dal bisogno, aveva preso delle piccole quantità di cibo in un negozio per “far fronte” alla “imprescindibile esigenza di a

Il pg Antonio Lucisano avrebbe voluto la derubricazione del reato in tentativo di furto spinto dalla necessità con la condanna a 100 euro di multa. Lo scorso gennaio, per un fatto analogo, il gip aveva disposto l’imputazione coatta per un genovese di 28 anni accusato di avere rubato una scatola di cioccolatini in un supermercato per un valore di 8 euro. In questo caso il pm aveva “graziato” il ladro valutando la lieve entità del danno e chiedendo l’archiviazione, ma il giudice aveva accolto l’opposizione degli avvocati del supermercato.

L’episodio risale al novembre 2011 quando il giovane fu sorpreso all’interno del market mentre cercava di nascondere la merce. L’uomo, un clochard ucraino di 30 anni, era stato condannato a 6 mesi in primo grado e si era visto confermare la condanna anche in Appello: sei mesi di reclusione, con la condizionale. I giudici hanno comunque confermato la multa di 160 euro già inflitta in primo grado.

NON È REATO RUBARE PER MANGIARE! STORICA SENTENZA DELLA CASSAZIONE CHE ANNULLA LA CONDANNA PER FURTO, INFLITTA AD UN SENZATETTO CHE AVEVA RUBATO WURSTEL E FORMAGGIO

I giudici della Suprema Corte hanno affermato che non è punibile chi, spinto dal bisogno, ruba al supermercato piccole quantità di cibo per “far fronte” alla “imprescindibile esigenza di alimentarsi”… –

Dunque, rubare per fame non è reato: lo ha stabilito la Corte di Cassazione in merito al caso di un senzatetto di Genova che, spinto dal bisogno, aveva preso delle piccole quantità di cibo in un negozio per “far fronte” alla “imprescindibile esigenza di alimentarsi”. Sulla base di questa motivazione, i giudici della Suprema Corte hanno così annullato completamente la condanna per furto inflitta dalla Corte di Appello del capoluogo ligure a un giovane straniero senza fissa dimora”. Non è dunque legittimo punire “un furto per fame “del valore di 4 euro per wurstel e formaggio.

“Il fatto non costituisce reato”: per questo motivo la Cassazione ha annullato completamente la condanna per furto inflitta dalla Corte di Appello di Genova a un giovane straniero senza fissa dimora, affermando che non è punibile chi, spinto dal bisogno, ruba al supermercato piccole quantità di cibo per “far fronte” alla “imprescindibile esigenza di alimentarsi”. Con questo verdetto la Suprema Corte ha giudicato legittimo non punire un furto per fame del valore di 4 euro per wurstel e formaggio.

Autore: Carla

Notizie di oggi
Acqua contaminata nel tuo supermercato! Ritirati 8 lotti
Acqua contaminata nel tuo supermercato! Ritirati 8 lotti
(Genova)
-

Il ministero della Salute ha diffuso una circolare in cui chiede il ritiro dai supermercati di alcuni lotti di acqua minerale in bottiglia perchè contaminata da Pseudomonas aeruginosa.
Il ministero della Salute ha diffuso una circolare in cui chiede il ritiro dai...

'Mi pagano 3 EURO all'ORA...e devo dire anche GRAZIE PADRONE'
'Mi pagano 3 EURO all'ORA...e devo dire anche GRAZIE PADRONE'
(Genova)
-

L'analisi del segretario della Nidil Cgil, Antonio Capezzuto: il sindacato non può far nulla, i lavoratori non denunciano i soprusi: troppa paura di perdere anche quel poco che hanno.
Lavoro nero? Peggio: lavoro sotto ricatto. Un esempio? Eccolo, è quello di una...

Prima gli Italiani? Una cosa NORMALE, fatta passare per un ABOMINIO...
Prima gli Italiani? Una cosa NORMALE, fatta passare per un ABOMINIO...
(Genova)
-

La giusta priorità: prima i connazionali poi gli stranieri, prima i vecchi e i bambini poi gli adulti, prima i capaci e i meritevoli poi gli altri, prima chi tutela l'ordine e la sicurezza poi chi li mette a rischio, prima gli onesti poi i delinquenti, pr
La giusta priorità: prima i connazionali poi gli stranieri, prima i vecchi e i...

ITALICUM, ROSATELLUM, CONSULTELLUM: ma quante PAGLIACCIATE?
ITALICUM, ROSATELLUM, CONSULTELLUM: ma quante PAGLIACCIATE?
(Genova)
-

La designazione dei parlamentari da parte dei leader attraverso il meccanismo delle liste bloccate equivale ad una vera e propria privatizzazione della politica nazionale.
Ci iscriviamo convintamente al partito degli scettici: il Rosatellum bis, la...


(Genova)
-


"La società modellata sui canoni del capitalismo, ormai globale a forza di...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati