Rom: cosa sapere sulla loro attività in Italia

ROMA ore 21:01:00 del 07/04/2016 - Categoria: Cronaca, Denunce, Sociale - Rom

Rom: cosa sapere sulla loro attività in Italia

Dove ci sono leggi chiare e le si fà rispettare problemi non ne sorgono. Il problema del nostro paese è che il pesce puzza dalla testa ed i meno provveduti credono nelle balle che sparano i soliti pallonari.

I residenti romeni di etnia romena vivono in una decorosa povertà e sanno come i loro vicini Rom sono riusciti a racimolare tanta ricchezza. Molti vivono in vari campi nomadi o abitazioni gentilmente concesse dai contribuenti italiani e intanto ‘lavorano’ e con il frutto del loro ‘lavoro’ si fanno la villona a Tandarei.

Ora vi facciamo vedere dove, gli zingari che dallo sciagurato ingresso della RoMania in UE sono dilagati in Italia, investono il frutto del loro ‘lavoro’.

Questo è il paese di Tandarei, in Romania. Qui sono sorte centinaia di villone kitsch (la ricchezza non dà il buon gusto, ma si nota anche in questo caso l’origine indiana degli zingari) costruite dai Rom che ‘lavorano’ in Italia (e nel resto d’Europa). Sono le loro ‘case vacanza’

Se non pagano le tasse o delinquono il problema non devono risolverlo loro ma chi è al governo e certamente non buttandoli fuori ma applicando le leggi, se ve ne sono, uguali per tutti.  Vi sono alcune zone in Romania dove i rom hanno delle invidiabili ville che si sono costruite con i proventi delle loro questue o azioni disoneste attuate nei diversi paesi democratici europei specie in quelli, come il nostro, dove si predica bene e si razzola male. Ai tempi della dittatura in Romania tutti i rom avevano un lavoro, una casa e le leggi da rispettare a pena delle previste sanzioni. Dove ci sono leggi chiare e le si fà rispettare problemi non ne sorgono. Il problema del nostro paese è che il pesce puzza dalla testa ed i meno provveduti credono nelle balle che sparano i soliti pallonari.

I rom rubano in Italia e costruiscono mega ville in Romania: alla faccia dei veri poveri

Autore: Luca

Notizie di oggi
Una cellula SEGRETA di Facebok manipola L'OPINIONE PUBBLICA
Una cellula SEGRETA di Facebok manipola L'OPINIONE PUBBLICA

-

Un recente articolo di Bloomberg ha rivelato come una cellula segreta di Facebook abbia permesso la creazione di un esercito di troll a favore di molti governi nel mondo, compresa l’India, sotto forma di propaganda digitale finalizzata a manipolare le ele
Un recente articolo di Bloomberg ha rivelato come una cellula segreta di...

PUGLIA IN RIVOLTA! Citta' militarizzata in difesa del GASDOTTO! VIDEO
PUGLIA IN RIVOLTA! Citta' militarizzata in difesa del GASDOTTO! VIDEO

-

In questo video, un cordone di uomini è stato utilizzato per proteggere l'abbattimento di un ulivo secolare.
Gli abitanti di Melendugno in Puglia, hanno avuto un risveglio orwelliano,...

215 milioni di cristiani PERSEGUITATI nel mondo...ma nessuno si indigna o ne parla...
215 milioni di cristiani PERSEGUITATI nel mondo...ma nessuno si indigna o ne parla...

-

Quasi duemila detenuti senza processo, 1.252 persone rapite, oltre mille stuprate, 33.255 vittime di abusi fisici o psicologici, 1.240 costrette a sposarsi con la forza.
Quasi duemila detenuti senza processo, 1.252 persone rapite, oltre mille...

Messi e la FINTA beneficenza: i soldi se li TIENE (e NON paga le tasse)!
Messi e la FINTA beneficenza: i soldi se li TIENE (e NON paga le tasse)!

-

Leo Messi è di nuovo nei guai. Guai grossi per il fuoriclasse del Barcellona, superstar del pallone, nonché calciatore più pagato del mondo.
Leo Messi è di nuovo nei guai. Guai grossi per il fuoriclasse del Barcellona,...

Boldrini e Grasso? Dei PUPAZZI (pagati profumatamente) per far perdere RENZI!
Boldrini e Grasso? Dei PUPAZZI (pagati profumatamente) per far perdere RENZI!

-

Liberi e Uguali “sono un fenomeno di lusso, privilegiato. Fingono di stare con i poveri, ma sono ricchi”.
Liberi e Uguali “sono un fenomeno di lusso, privilegiato. Fingono di stare con i...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati