Riposa in pace vita sociale: ora ci sono gli smartphone

MATERA ore 22:37:00 del 31/12/2014 - Categoria: Denunce, Editoria, Sociale, Tecnologia

Riposa in pace vita sociale: ora ci sono gli smartphone

Riposa in pace vita sociale: ora ci sono gli smartphone | L’analisi di Italiano Sveglia

Mentre la maggior parte delle utenze si preoccupano per l’hacking e il criptaggio dei propri dispositivi e altre minacce alla sicurezza che stanno facendo notizia in questi giorni, gli psicologi e gli altri sono preoccupati per un altro problema altrettanto preoccupante: la crescente ossessione tra le persone per quanto riguarda la dipendenza da smartphone. "Guardare la gente che ottengono il loro primo smartphone è molto bello, il progresso tecnologico a volte fa miracoli ed è bello vedere il passaggio dai vecchi “telefonini” che servivano soltanto a chiamare e inviare sms alla “next gen”. Ma come tutti i progressi tecnologici, non è oro tutto ciò che luccica!”  ha detto Lisa Merlo, direttore della formazione psicoterapia presso l'Università della Florida.

La crescente dipendenza si presenta per gli italiani con i  loro iPad, macchine fotografiche, mappe e libri di indirizzo a favore della miriade di funzionalità di uno smartphone. Dopo tutto, le aziende hanno implementato migliaia di applicazioni che fanno tutto per monitorare la frequenza cardiaca per guidare l'utente attraverso le strade d’Italia. Mentre gli smartphone hanno reso la vita più facile per alcuni, gli psicologi dicono che l'amor loro sta diventando sempre più come una dipendenza, creando conseguenze che vanno da lievi (adolescenti che comunicano in tre lettere acronimi come LOL e BRB) a maggiori problemi (incidenti stradali causati da persone che digitano sms per la strada).

Merlo, uno psicologo clinico, ha osservato un certo numero di comportamenti tra gli utenti di smartphone etichettati come “problematici”. Tra questi, Merlo dice che alcuni pazienti fanno finta di parlare al telefono o violino con le applicazioni per evitare il contatto visivo o altre interazioni in un bar o di un partito. Altri sono così genuinamente assorti nei loro telefoni che ignorano la gente intorno a loro completamente.

Michelle Hackman, un neo-laureato di scuola superiore a Long Island, NY, ha vinto un premio di $ 75.000 quest'anno in Intel Science Talent Search, con un progetto di ricerca di osservazione dei ragazzi per la dipendenza riguardo i loro smartphone. Ha trovato che gli studenti separati dai loro telefoni sono stati stimolati sotto una frequenza cardiaca e il risultato è stato davvero sconcertante. I ragazzi che hanno ormai fatto dei propri telefoni un’abitudine non riescono a vivere serenamente senza. La maggior parte dei ragazzi a partire dalle scuole medie hanno ormai acquisito nella loro vita quotidiana questo aspetto nuovo e guai a togliergli questo vizio. Voi cosa ne pensate? Riconoscete nel vostro smartphone una dipendenza patologica?

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Sondaggi: 6 italiani su 10 NON vogliono l'immigrazione
Sondaggi: 6 italiani su 10 NON vogliono l'immigrazione

-

Censis: sei italiani su dieci non vogliono l’immigrazione
Sei italiani su dieci non vogliono immigrati extracomunitari, il 45% non ne...

Waze miglior navigatore: ecco perche'
Waze miglior navigatore: ecco perche'

-

Con la collaborazione di utenti e map editor, mappe e traffico sono aggiornati in tempo reale: e ora l'azienda di Google apre al car pooling.
Il fatto di avere un navigatore satellitare preciso, facile da usare e, cosa non...

Google rilascia CHROME 71: tutte le novita'
Google rilascia CHROME 71: tutte le novita'

-

Google ha annunciato il rilascio di Chrome 71 per Windows, Mac e Linux, un'importante versione del browser web su cui la compagnia è al lavoro da diversi mesi.
Google ha annunciato il rilascio di Chrome 71 per Windows, Mac e Linux,...

Francia, i gillet gialli VINCONO LA BATTAGLIA. Aumento del carburante SOSPESO
Francia, i gillet gialli VINCONO LA BATTAGLIA. Aumento del carburante SOSPESO

-

Il primo ministro francese Edouard Philippe annuncerà una moratoria sull’aumento delle tasse sui carburanti
Il primo ministro francese Edouard Philippe, secondo fonti governative, è pronto...

Onu: entro il 2030 ognuno di noi dovra' avere una IDENTITA' BIOMETRICA
Onu: entro il 2030 ognuno di noi dovra' avere una IDENTITA' BIOMETRICA

-

Grazie all’abile uso di trattati e accordi internazionali, il dominio su questo pianeta sta diventando sempre più globalizzato e centralizzato, eppure la maggior parte della gente non sembra preoccuparsene soprattutto per via della grande disinformazione
Grazie all’abile uso di trattati e accordi internazionali, il dominio su questo...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati