Rimini notizie: sindaco propone di vietare souvenire Mussolini

RIMINI ore 22:46:00 del 19/07/2015 - Categoria: Cronaca, Cultura, Sociale - Mussolini

Rimini notizie: sindaco propone di vietare souvenire Mussolini

Rimini notizie: sindaco propone di vietare souvenire Mussolini. Il sindaco di Rimini Andrea Gnassi propone di emendare la legge sull'apologia del fascismo

Il sindaco di Rimini Andrea Gnassi propone di emendare la legge sull'apologia del fascismo inserendo anche una eventuale punizione per chi vende oggetti riportanti simbologie o immagini dei regimi fascista e nazista: accendini, magliette, bottiglie di vino, l'elenco è del resto lunghissimo. Il sindaco in una nota, diffusa in seguito alla notizia di due turisti americani di fede ebraica scandalizzati dalla vetrina di un negozio di souvenir a Rimini in cui si mettevano in vendita bottiglie con la faccia di Mussolini o di Hitler (vetrine diffusissime in Riviera), spiega che "anche nel Consiglio comunale è stata sollevata la vergognosa questione della vendita di una serie eterogenea di oggetti, esplicitamente riferiti alla simbologia e all'iconografia fascista e nazista". Secondo Gnassi, è un problema che torna ciclicamente, come le numerose denunce, in molte città che fino ad oggi non hanno risolto il problema. La proposta riminese "per onorare una città medaglia d'oro al valore civile e le migliaia di persone che a Rimini risiedono o vengono in vacanza e si sentono offese da immagini e parole che hanno significati non equivocabili", è quella di sottoporre ai parlamentari italiani, a partire dagli esponenti riminesi "l' opportunità di emendare la legge Scelba del 1952 sul reato di apologia del fascismo".

"La nostra proposta - si legge -, o comunque la base di una proposta emendativa che potranno tranquillamente migliorare e/o raffinare i parlamentari che vorranno sostenere questa battaglia, è di aggiungere all'articolo 4 una frase del tipo 'L'esaltazione o comunque l'elogio attraverso immagini del regime fascista o nazista, si configura anche nella diffusione e vendita - diretta o attraverso qualsiasi modalità - di beni mobili di consumo od oggetti chiaramente riportanti simbologie o immagini dei succitati regimi, in assenza di qualunque presa di distanza critica da essi". Questo renderebbe il compito molto più facile alle istituzioni, ai Comuni, per contrastare una devastante piega culturale". La prima occasione utile e rapida per proporre emendamento, conclude, "potrebbe essere quella del Decreto sugli Enti locali in discussione".

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Lotta alle fake news? Il Bavaglio al web una cosa ILLEGALE! Ma non ve lo diranno mai
Lotta alle fake news? Il Bavaglio al web una cosa ILLEGALE! Ma non ve lo diranno mai

-

Lotta alle fake news, o meglio alla libertà d’opinione: il decreto legge firmato da Adele Gambaro arriva in Senato (commissioni giustizia e affari costituzionali) e riapre la polemica sulla legge-bavaglio, tra profili di incostituzionalità, correttivi leg
Lotta alle fake news, o meglio alla libertà d’opinione: il decreto legge firmato...

Bergamo come il FAR WEST: violenti scontri tra ROM rivali - VIDEO
Bergamo come il FAR WEST: violenti scontri tra ROM rivali - VIDEO

-

Pugni, spranghe, auto che si scontrano e quindici colpi di pistola per un regolamento di conti.
Pugni, spranghe, auto che si scontrano e quindici colpi di pistola per un...

Juve-Ndrangheta: Agnelli verso Squalifica di 3 anni!
Juve-Ndrangheta: Agnelli verso Squalifica di 3 anni!

-

Ci sono intercettazioni telefoniche che confermano tutto , è da tempo che lo/li controllano, quando vengono rese pubbliche quese notizie, è perchè ci sono prove sufficienti a fermare le indagini e avere prove sufficienti per accusare qualcuno, poi che uno
Ci sono intercettazioni telefoniche che confermano tutto , è da tempo che lo/li...

La tua banca e' in crisi? Ti Bloccano il Conto Corrente!
La tua banca e' in crisi? Ti Bloccano il Conto Corrente!

-

Sarà senz’altro per il caldo, ma la notizia è sfuggita praticamente a tutti, sebbene la fonte fosse molto autorevole: la Reuters.
Sarà senz’altro per il caldo, ma la notizia è sfuggita praticamente a tutti,...

Da dove vengono i simboli che usi ogni giorno?
Da dove vengono i simboli che usi ogni giorno?

-

Li utilizziamo tutti i giorni per inviare e-mail o per rispondere alle conversazioni su WhatsApp e Facebook Messenger. Stiamo parlando della chiocciola e dello smile, la faccina sorridente, due tra i simboli tecnologici più famosi e usati dagli utenti
Li utilizziamo tutti i giorni per inviare e-mail o per rispondere alle...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati