Riciclaggio rifiuti in Svezia? FUNZIONA TALMENTE BENE CHE DEVONO IMPORTARLI!

(Palermo)ore 19:22:00 del 22/12/2016 - Categoria: , Ambiente, Esteri

Riciclaggio rifiuti in Svezia? FUNZIONA TALMENTE BENE CHE DEVONO IMPORTARLI!

La raccolta differenziata e il riciclaggio in Svezia funzionano così bene che da alcuni anni la nazione scandinava deve importare rifiuti dall’estero per mantenere in attività gli impianti di riciclaggio. 

La raccolta differenziata e il riciclaggio in Svezia funzionano così bene che da alcuni anni la nazione scandinava deve importare rifiuti dall’estero per mantenere in attività gli impianti di riciclaggio. 

Dal 2011 a oggi, meno dell’1 per cento dei rifiuti svedesi sono finiti in discarica. Un esempio per molte altre nazioni europee, Italia compresa, che non riescono a competere a questi standard, nonostante gli ingenti investimenti fatti durante gli anni.

Secondo i dati Isat relativi alla raccolta differenziata in Italia nel 2012, i rifiuti urbani soggetti a questa pratica ammontano al 34,9 per cento. Negli ultimi anni sono stati fatti alcuni passi in avanti arrivando al 42,3 per cento del 2013  e al 45 per cento nel 2014 (dati ISPRA, Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale), ma in ogni caso siamo molto al di sotto dall’obiettivo europeo di arrivare al 65 per cento del riciclo di rifiuti entro il 2030.

Quello che rende la Svezia unica è sicuramente la cultura del paese scandinavo, da sempre orientata verso il rispetto dell’ambiente. La Svezia è stata una delle prime nazioni al mondo a imporre una pesante tassa sui combustibili fossili nel 1991 e adesso quasi metà della sua energia elettrica arriva da fonti rinnovabili.

Il sistema di raccolta dei rifiuti sviluppato nella nazione nordica si fonda su aziende private che importano e inceneriscono i rifiuti per ottenere l’energia che viene gestita dal distributore pubblico.

Quando si tratta di ridurre l’impatto ambientale, la Svezia la fa da padrona e impartisce agli altri paesi una bella lezione. Pensate che da quelle parti sono talmente all’avanguardia nel riciclo dei rifiuti che dal 2011 a questa parte solo l’1% degli scarti prodotti dalle famiglie a livello nazionale è finito nelle discariche. Quasi tutta l’energia di cui ha bisogno il paese per andare avanti è prodotta grazie ai rifiuti e il sistema è talmente efficiente che da qualche anno sono dovuti ricorrere all’acquisto di quelli prodotti nella vicina Norvegia per poter soddisfare i propri bisogni energetici. Ma come è possibile tutto ciò?

UN PAESE CHE ACQUISTA RIFIUTI ALL’ESTERO.

La Svezia fu uno dei primissimi paesi a imporre tasse salate sui combustibili fossili nel 1991 e ora le sue risorse di energia elettrica provengono quasi esclusivamente da fonti rinnovabili. Fra l’altro, anche se ad acquistare rifiuti dall’estero sono aziende private, parte dell’energia che esse vi ricavano va ad alimentare i bisogni delle abitazioni dei cittadini.

Secondo molti la chiave per il successo dell’opera di riciclo svedese, però, risiede principalmente nella diffusa cultura del prendersi cura dell’ambiente. Una grande opera di sensibilizzazione e comunicazione è stata fatta negli anni passati per spiegare le possibilità del riciclo e pare proprio che questo tipo di investimento stia dando i suoi frutti.

Autore: Sasha

Notizie di oggi
Energia pulita INSABBIATA in Italia su ordine degli USA
Energia pulita INSABBIATA in Italia su ordine degli USA
(Palermo)
-

In questa importantissima conferenza il giornalista RINO DI STEFANO ci introduce alla conoscenza di un argomento di eccezionale interesse e le cui implicazioni potrebbero determinare profondi cambiamenti negli assetti politico-economici, socio-culturali e
LA MACCHINA DI DIO: IL MISTERO DEL RAGGIO DELLA VITA. ETTORE MAJORANA E...

Malta, il NUOVO paradiso fiscale degli italiani
Malta, il NUOVO paradiso fiscale degli italiani
(Palermo)
-

Destinazione Svizzera? Macché. Lussemburgo? Nemmeno. È Malta la nuova terra promessa per chi fugge dalle tasse. L'Espresso, con un'inchiesta realizzata insieme al consorzio giornalistico Eic (European Investigative Collaborations), ha potuto consultare lo
Destinazione Svizzera? Macché. Lussemburgo? Nemmeno. È Malta la nuova terra...

Multicultura? NO, GRAZIE - Esplosione Manchester: 19 morti, 50 feriti!
Multicultura? NO, GRAZIE - Esplosione Manchester: 19 morti, 50 feriti!
(Palermo)
-

Fino a quando gli attentatori colpiranno nel mucchio e quindi morirà solamente la povera gente anonima, non cambierà nulla perchè nel frattempo i potenti del mondo si difenderanno sempre di più in modo da non rischiare di essere colpiti.
Si scoprirà che è un inglese di seconda generazione chiamato Mohammed Abdul, ed...

Mare sempre piu' senza pesci: STOP A PESCA INSOSTENIBILE
Mare sempre piu' senza pesci: STOP A PESCA INSOSTENIBILE
(Palermo)
-

L’Italia consuma più pesce di quanto ne cattura. Dal 30 aprile, di fatto, ha esaurito le risorse ittiche e dipenderà dal mercato estero. A fotografare la situazione è il dossier “Fish Dependence Day” di New Economics Foundation realizzato nell’ambito del
L’Italia consuma più pesce di quanto ne cattura. Dal 30 aprile, di fatto,...

La Terra Promessa? A 2 ore di volo dall'Italia! ECCO DOVE
La Terra Promessa? A 2 ore di volo dall'Italia! ECCO DOVE
(Palermo)
-

POCHI LO SANNO, MA MALTA, A DUE ORE DI VOLO DAL NORD ITALIA, STA DIVENTANDO UN NUOVO PARADISO PER GLI ITALIANI IN FUGA. SOLO NEL 2016 SONO AUMENTATI DEL 30%: ECCO PERCHE’
POCHI LO SANNO, MA MALTA, A DUE ORE DI VOLO DAL NORD ITALIA, STA DIVENTANDO UN...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati