Renzi, dimissioni solo dopo OK alla Manovra

(Milano)ore 23:07:00 del 07/12/2016 - Categoria: , Politica

Renzi, dimissioni solo dopo OK alla Manovra

Ora il presidente del Consiglio è giunto al Quirinale per incontrare il presidente della Repubblica.

Speriamo di non vedere mai più un personaggio così arrogante ,prepotente maleducato e autoritario e con lui speriamo che anche voialtri ,adoratori dell'uomo forte soccombiate malamente (in senso metaforico, sia chiaro).In Italia vogliamo una democrazia piena dove NON ci sia MAI uno solo che comanda e tantomeno uno così supponente falso ed egocentrico come Renzi ( e prima di Lui Berlusconi ) MATTARELLA HA DECISO: AVANTI CON RENZI. DIMISSIONI SOLO DOPO OK ALLA MANOVRA

Consiglio dei ministri lampo, durato una ventina di minuti. In Cdm Matteo Renzi conferma l’addio, ma le dimissioni arriveranno solo dopo l’approvazione della manovra di Stabilità. “Lo faccio per senso di responsabilità – dice il premier – e per evitare l’esercizio provvisorio”. Ora il presidente del Consiglio è giunto al Quirinale per incontrare il presidente della Repubblica. La giornata del voto è stata la più lunga, per Matteo Renzi. In mattinata si era già recato al Quirinale per un colloquio informale, durato oltre un’ora, con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

“Ci abbiamo provato e non ce l’abbiamo fatta – aveva detto ieri notte in lacrime, quando era già chiaro che il No avrebbe stravinto – mi assumo tutte le responsabilità della sconfitta”. E oggi ha riproposto sul suo profilo Facebook il video sui mille giorni del suo governo.

Il dopo-Renzi. Diverse le ipotesi in campo sulle sorti del governo post-Renzi. Mattarella potrebbe decidere di accettare le dimissioni del premier solo dopo l’approvazione della legge di Bilancio. Oppure potrebbe affidare l’incarico a Pier Carlo Padoan (che oggi non è partito per Bruxelles per partecipare all’Eurogruppo ma ha mandato al suo posto il direttore generale del Tesoro Vincenzo La Via), con l’obiettivo di traghettare il Paese fino a nuove elezioni. Una prospettiva, quest’ultima, che non dispiace all’Europa. Intanto le forze politiche sono divise tra chi vorrebbe andare subito alle urne (M5s e Lega) e chi prospetta un esecutivo di transizione senza Renzi (Forza Italia). Mentre il Pd, che ha rinviato la direzione a mercoledì pomeriggio (inizialmente era prevista per domani), non esclude l’ipotesi di un reggente prima del congresso del partito. C’è anche chi ha provato a infondere ottimismo, come il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Luca Lotti che ha twittato:

“Scadenze da rispettare”. Da parte sua il Capo dello Stato ha cercato di stemperare il clima di incertezza con parole di incoraggiameno: “L’alta affluenza al voto – ha detto in una nota – registratasi nel referendum di ieri, è la testimonianza di una democrazia solida, di un paese appassionato, capace di partecipazione attiva”. E ha aggiunto: “Vi sono di fronte a noi impegni e scadenze di cui le istituzioni dovranno assicurare in ogni caso il rispetto, garantendo risposte all’altezza dei problemi del momento”.

Autore: Carmine

Notizie di oggi
Sala piena per il PD? FOTO TAROCCATA! SENZA PAROLE
Sala piena per il PD? FOTO TAROCCATA! SENZA PAROLE
(Milano)
-

“Pubblico fittissimo per la sessione plenaria della giornata dei #luoghideali con #FabrizioBarca.”, scrivono felici sul profilo Facebook del Pd di Parma.
“Pubblico fittissimo per la sessione plenaria della giornata dei #luoghideali...

Di Maio vuole mandare Renzi in galera: ECCO LE ACCUSE
Di Maio vuole mandare Renzi in galera: ECCO LE ACCUSE
(Milano)
-

BOOM! – DI MAIO VUOLE MANDARE IL DUCETTO IN GALERA E SI RIVOGE A WOODCOCK. SOLO UNA COINCIDENZA? – GIGGINO ACCUSA MATTEO DI ISTIGAZIONE ALLA CORRUZIONE, CORRUZIONE INTERNAZIONALE, INDUZIONE INDEBITA – L’ESPOSTO ALLA PROCURA DI NAPOLI SUL SALVATAGGIO DELL’
BOOM! – DI MAIO VUOLE MANDARE IL DUCETTO IN GALERA E SI RIVOGE A WOODCOCK. SOLO...

Alitalia, un baraccone gestito malissimo da SINDACATI, DIPENDENTI RACCOMANDATI E CASTA
Alitalia, un baraccone gestito malissimo da SINDACATI, DIPENDENTI RACCOMANDATI E CASTA
(Milano)
-

ALITALIA COME D'ALTRONDE LA RAI SONO DUE CARROZZONI AFFETTI DALLA SINDROME DELLA DOPPIA ERRE: RACCOMANDATI E ROMANI.
ALITALIA COME D'ALTRONDE LA RAI SONO DUE CARROZZONI AFFETTI DALLA SINDROME DELLA...

Elezioni Francia: ANCHE I FRANCESI LIQUIDANO I PARTITI TRADIZIONALI
Elezioni Francia: ANCHE I FRANCESI LIQUIDANO I PARTITI TRADIZIONALI
(Milano)
-

Hanno perso i partiti tradizionali. Hanno vinto i presunti ribelli, figli unici di un sistema a cui in qualche modo si oppongono.
Hanno perso i partiti tradizionali. Hanno vinto i presunti ribelli, figli unici...

Biotestamento approvato: Memento hominem. Le forze reazionarie antitaliane a servizio del papismo
Biotestamento approvato: Memento hominem. Le forze reazionarie antitaliane a servizio del papismo
(Milano)
-

Siamo ancora molto lontani dall'essere un Paese civile. E lo si vede bene dal grado di libertà che viene lasciata al singolo individuo di poter decidere della propria vita e del proprio corpo.
Siamo ancora molto lontani dall'essere un Paese civile. E lo si vede bene dal...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati