Recensione ufficiale Modern Combat Versus

(Trento)ore 22:37:00 del 05/10/2017 - Categoria: , Videogames

Recensione ufficiale Modern Combat Versus

Scegli il tuo agente, diventa il migliore e domina il campo di battaglia con la squadra. Aggressori qualificati, difensori di supporto e assassini sotto copertura: c’è un agente per ogni stile di gioco.

L’acclamata serie FPS è tornata e offre una nuova esperienza multigiocatore! Gameplay divertente e ricco d’azione che introduce una nuova era degli sparatutto.

Scegli il tuo agente, diventa il migliore e domina il campo di battaglia con la squadra. Aggressori qualificati, difensori di supporto e assassini sotto copertura: c’è un agente per ogni stile di gioco.

Caratteristiche Affronta battaglie multigiocatore 4 contro 4 e combatti per prendere il controllo di una zona centrale.

 Impersona 12 agenti specializzati, ognuno con armi e abilità uniche!

Combatti in 5 mappe diverse incentrate su scontri ravvicinati e battaglie a distanza.

Fatti promuovere nelle leghe più alte e competitive e ottieni premi prestigiosi.

 Goditi una grafica da console con qualità ed effetti mozzafiato.

Nuovi agenti, modalità di gioco e mappe presto disponibili!

Avviato il gioco ci toccherà affrontare l'inevitabile tutorial. È in tale occasione che ho potuto conoscere uno dei principali punti di forza di questo sparatutto tascabile: i controlli touch. Il sistema di controllo è essenziale e intuitivo, non serviranno più di due tap per muoversi, mirare e far fuoco. Ciò è reso possibile da un'inedita feature che ci permette di sparare automaticamente ai nemici inquadrati nel mirino, senza ulteriori tap - in alternativa potrete comunque utilizzare l'impostazione manuale. Si tratta di un'ottima soluzione per i giocatori casual che ricercano l'azione immediata, ma non la sconsiglierei neanche ai veterani del genere. I comandi riprendono uno schema tradizionale: mentre la parte sinistra del display è demandata al movimento del personaggio, sul lato destro potremo direzionare i colpi del fucile. Essenziale è anche l'interfaccia grafica, che si limita ad aggiungere un comando per la ricarica dell'arma e uno per l'attivazione dell'abilità, con barra d'energia annessa.

Dopo aver superato il breve addestramento saremo pronti per tuffarci nelle partite classificate. Al lancio, Modern Combat Versus includerà cinque mappe - Apex, Blackrock, Port, Sandstorm, Slums - e un'unica modalità di gioco, Zone Control. L'obiettivo è semplice: due squadre di quattro giocatori si contenderanno una zona d'interesse, vincerà il team che sarà riuscito a controllare l'area per il maggior tempo possibile. Ciascuna mappa offre un paio di spot dove gli Agenti potranno esibirsi in acrobatiche "wall run", una meccanica che ci permetterà di raggiungere rapidamente determinate aree, oltre ad offrirci la chance di sorprendere il malcapitato di turno. Il risultato è decisamente convincente: le arene offrono il giusto equilibrio tra spazi ampi e corridoi asfissianti, garantendo ai giocatori i più svariati approcci al combattimento - gli scontri ravvicinati per gli aspiranti berserker e i tiri al bersaglio per i cecchini, per intenderci. I lupi solitari avranno vita difficile in Modern Combat Versus, ecco dunque un consiglio spassionato: giocate di squadra. Il gioco individuale appare fortemente penalizzato e, almeno per quanto riguarda Zone Control, l'unico modo per ambire alla vittoria è collaborare con il proprio team. In caso contrario? Preparatevi a finire k.o. nel giro di qualche secondo. Parlo per esperienza.

Fin qui, tuttavia, Versus non ci propone nulla di particolarmente innovativo sul fronte degli shooter moderni, toccherà dunque agli Agenti l'arduo compito di rendere le cose un tantino più interessanti agli occhi degli aficionado.

Anche i mercenari fanno level-up

Le abilità dei personaggi variano dal radar che rileva i nemici nelle vicinanze - la Realtà Aumentata di Lock - alla mina che rilascia un potente gas velenoso - il Venom Gadget di Kult. Ogni Agente ha il proprio asso nella manica, ma tutto ha un prezzo, ahinoi, e in questo caso troviamo le cosiddette Core Charges: per attivare il radar di Lock dovremo consumare cinque cariche, mentre il Venom Gadget ne richiederà solo quattro. Questo sistema mira ad avvantaggiare i giocatori più performanti del match, permettendogli di riutilizzare l'abilità del proprio Agente guadagnando nuove Core Charges per ogni kill o assist effettuato (non sarà comunque possibile accumulare più di 10 cariche alla volta). 

Ma non finisce qui. Oltre alle suddette abilità, i mercenari faranno affidamento su un secondo perk, un'azione alternativa che attiveremo tramite un doppio tap sul lato destro dello schermo. Anche in questo caso la varietà non manca e le azioni si adattano alla classe scelta: il personaggio di Ghost, ad esempio, potrà pugnalare un avversario a breve distanza, mentre Ronen sarà addirittura in grado di teletrasportarsi verso i nemici per affettarli con la sua poderosa katana - qualcuno ha detto Genji? Non vi nascondo che alcune di queste abilità risultano anche fin troppo efficaci in battaglia, mettendo in evidenza un preoccupante divario che si instaura tra i diversi personaggi del roster. Ricordiamo che Modern Combat Versus é stato lanciato come free-to-play, ma tramite le microtransazioni sarà possibile sbloccare immediatamente gli Agenti più "preziosi" del gioco. Pay-to-win? Direi che siamo lontani da tale minaccia, ma un paio di nerf farebbero comodo.

Scalando la classifica online sbloccheremo l'accesso alle leghe avanzate, nelle quali otterremo ghiotte ricompense per i nostri personaggi, tra cui skin, potenziamenti e, perchè no, Agenti nuovi di zecca. Per non farci mancare nulla, infatti, Modern Combat Versus integra anche un sistema di progressione: a differenza di quanto avviene in Overwatch, gli "eroi" potranno salire di livello e incrementare in tal modo le proprie statistiche di attacco e difesa. So cosa state pensando, ma non c'è nulla da temere: il matchmaking si assicurerà che possiate affrontare utenti del vostro stesso livello, onde evitare ulteriori problemi di bilanciamento.

Messa da parte l'analisi del multiplayer, devo confessarvi una cosa: è sul fronte tecnico che la nuova produzione Gameloft mi ha davvero conquistato. Modern Combat Versus è, con ogni probabilità, uno dei titoli più belli da vedere in azione su un dispositivo mobile. Il gioco sfrutta un innovativo rendering basato sulla fisica per riprodurre in modo realistico il comportamento di luci e ombre su qualsiasi superficie. Ancora più realistica è la resa dei personaggi e degli ambienti, frutto di un lavoro quasi maniacale: l'attenzione ai dettagli si percepisce in qualsiasi momento della partita, gettando uno sguardo ai materiali delle armature o ai panorami offerti dall'arena - attenzione a non distrarvi troppo, però. Su Samsung Galaxy S8, dispositivo su cui è stata effettuata la prova, Versus è un vero spettacolo per gli occhi, ma inciampa in un framerate ballerino durante le fasi più concitate del match. Altra pecca riguarda l'elevato consumo della batteria, ma non ci sarebbe da stupirsi considerata la bontà grafica del gioco in questione.

Autore: Luca

Notizie di oggi
Anteprima Jurassic World Evolution
Anteprima Jurassic World Evolution
(Trento)
-

Jurassic World Evolution, è un prodotto ricco non solo per i fan ma un grande gestionale del quale conosciamo solo la punta dell’iceberg, gli sviluppatori sono tutt’ora al lavoro per proporre nuovi contenuti in stretto collegamento a questa ip.
È vero, i videogiochi sono belli e ci fanno vivere storie incredibili... Ma...

Dead or Alive 6, cosa sapere
Dead or Alive 6, cosa sapere
(Trento)
-

Tutto inizia con l'introduzione del Break Gauge meter, una barra che si riempie colpo dopo colpo e che una volta al massimo può essere usata per sferrare il Fatal Rush, una combo devastante formata da più "Break Blows", o contrattaccare quasi qualunque at
In un mondo di picchiaduro dove il genere, i giochi, i set di mosse e in...

PES 2019, cosa sapere
PES 2019, cosa sapere
(Trento)
-

Potete immaginare la delusione quindi quando il provato ci ha mostrato invece un titolo che probabilmente si ritrova addirittura qualche passo indietro rispetto all'anno scorso.
Sembrano ormai secoli da quando nei primi anni 2000 non esisteva titolo...

Just Cause 4, guida
Just Cause 4, guida
(Trento)
-

I giochi di questa serie si sono evoluti cercando di tramutare le leggi del mondo e della fisica in strumenti di gameplay per far viaggiare la fantasia oltre a ogni tipo di realtà.
Negli anni Just Cause è diventato il sinonimo di tutto ciò che è impossibile e...

Super Smash Bros Ultimate, guida
Super Smash Bros Ultimate, guida
(Trento)
-

Da allora, inutile dirlo, i fan si sono persi in un mare senza fine di speculazioni, che riguardavano tanto la natura del titolo (riedizione della versione Wii U o nuovo gioco?), quanto l’identità dei possibili nuovi personaggi.
L’annuncio di un nuovo Super Smash Bros. era stata la grande sorpresa di uno...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati