Rai: il complotto di Renzi

(Torino)ore 09:35:00 del 26/05/2016 - Categoria: Denunce, Politica

Rai: il complotto di Renzi

Stiamo parlando naturalmente del canale all news, dove non si contano le notizie e i servizi chilometrici sui fatti del mondo musulmano, e dove in orari pomeridiani viene addirittura trasmessa (come ho visto io stesso coi miei occhi) la rassegna stampa de

Per ora è solo una proposta, anche se la presidente della Rai Monica Maggioni ne sarebbe «entusiasta», e come lei anche il governo. L'idea arriva da un grande conoscitore del mondo arabo, il giornalista Carlo Panella, che ospite a Coffee Break su La7 ha raccontato di aver proposto alla Rai di realizzare «una trasmissione radio in arabo, che trasmetta le telecronache in lingua araba delle partite di calcio, che gli arabi amano molto. Sarebbe un modo per penetrare (nella loro comunità, ndr).

E la Rai pensa a un canale radio in arabo

Godono a togliere l'identità culturale agli italiani.....non sono sufficientemente arroganti quelli che ci sono qui, i pronto soccorsi degli ospedali sono i loro ambulatori, gli costruiamo le moschee perchè hanno il diritto...togliamo i crocefissi dalle scuole e la carne di maiale.....noi andiamo a prendere i libri usati e loro coi buoni scuola se li comprano nuovi e gratis.....loro hanno accesso alle case popolari e noi no..... e adesso hanno anche il diritto della tv in arabo......vergognatevi!!!

Nella tv di stato sempre più islam-friendly esiste già un apposito canale che rappresenta e soddisfa più che adeguatamente le esigenze televisive degli adepti della "religione di pace". Stiamo parlando naturalmente del canale all news, dove non si contano le notizie e i servizi chilometrici sui fatti del mondo musulmano, e dove in orari pomeridiani viene addirittura trasmessa (come ho visto io stesso coi miei occhi) la rassegna stampa dei quotidiani in lingua araba commentati in italiano da giornalisti bilingue.

La direttrice Maggioni sarebbe «entusiasta» della proposta del giornalista de La7 Panella

Non sarebbe peraltro una novità per la Rai. Già nel 2001, durante gli ultimi mesi della gestione ulivista, Viale Mazzini lanciò RaiMed, un canale satellitare bilingue italiano-arabo, l'edizione principale del Tg3 in arabo e programmi dedicati ai paesi mediorientali, con lo scopo di creare un dialogo tra l'Italia e il mondo arabo. «Noi vogliamo che la Rai sia la cerniera della integrazione euromediterranea» disse un esultante Salvatore Cardinale, ministro delle Comunicazioni del governo D'Alema. Tra difficoltà e stop, però, il canale alla fine è stato chiuso. Il tema però resta, con la comunità musulmana che rivendica spazi in Rai, come quelli previsti per la religione cattolica e altre confessioni regolati dal Contratto di Servizio. Qualche mese fa il presidente dell'Ucoii, l'Unione delle Comunità Islamiche d'Italia, si è lamentato: «Paghiamo il canone ma non siamo rappresentati - ha detto Izzeddin Elzir - sarebbe bello avere una conduttrice musulmana in Rai. Avere giornalisti di fede islamica sarebbe un grande passo avanti verso l'integrazione». Un'altra proposta per la presidente Maggioni.

Lo so che la presidente della Rai Maggioni è entusiasta di questa idea, il governo è entusiasta. Però non si fa!». Il campionato in arabo, per integrarli meglio ed evitare Molenbeek italiche. Solo una proposta, che lo stesso Panella giudica di difficile realizzazione.

Autore: Samuele

Notizie di oggi
George Soros, il business della droga CHE NON TI DICONO
George Soros, il business della droga CHE NON TI DICONO
(Torino)
-

George Soros è uno degli influencer comportamentali dei nostri tempi. Se i “valori” propugnati dai movimenti anarchici e libertari degli anni 60′ e 70′, infatti, trovano continuità nell’attuale espressione del sistema capitalistico, abitano an
George Soros è uno degli influencer comportamentali dei nostri tempi. Se i...


(Torino)
-


E ora Salvini dice che Sala deve restare al suo posto. Evidentemente, con il...


(Torino)
-


Non é stato sufficiente l'alibi dell'ostentato grido: onestà, onestà per...

Stato DOVE SEI? Terremoto, pensioni, iva, servizi: L'ITALIA SOFFRE
Stato DOVE SEI? Terremoto, pensioni, iva, servizi: L'ITALIA SOFFRE
(Torino)
-

La manovra di bilancio di Aprile scorso, avviata come decreto, diventa legge in seguito alla sua approvazione al Senato. In soli due mesi è riuscita a superare tutto l’iter parlamentare per diventare legge effettiva alla velocità della luce.
La manovra di bilancio di Aprile scorso, avviata come decreto, diventa legge in...


(Torino)
-


Tante chiacchiere e chiese sempre più vuote, già pronte per essere trasformate...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati