Raggi caccia i migranti!

(Roma)ore 19:11:00 del 07/08/2016 - Categoria: Denunce, Politica

Raggi caccia i migranti!

Fino ad oggi Fortini più che un manager era un tutt’ uno con le poltrone che occupava: una sorta di propaggine fisica, ed era difficilissimo, quasi impossibile separare l’ uomo dal posto in cui sedeva.

Deve essere una costante: chiami Fortini ad occuparsi di rifiuti, e lui si inventa migliaia di discariche a cielo aperto: quelle dei cassonetti sotto casa tua. De Magistris ovviamente disse: basta con questo andazzo sui rifiuti, qui faccio la rivoluzione. E la fece: si tenne Fortini, che era il vero uomo forte in azienda, e sostituì il povero presidente con una nomina di gran spolvero, come quella del guru dello smaltimento rifiuti, Raphael Rossi.

Uno abituato ad avere tutto per diritto politico, e che infatti quando ora per la prima volta non lo ottiene, quasi impazzisce. Come definire altrimenti la reazione di un manager che quando viene sostituito dall’ azionista grida al golpe? Eppure questa è stata la reazione di Fortini quando ha capito che qualcuno aveva deciso di sciogliere la colla che ne faceva un tutt’ uno con la poltrona dell’ Ama. Allora lui ha cominciato ad accusare tutto e tutti di delitti terribili.

Chiunque sarebbe stato messo alla porta al posto suo. La notizia è che qualcuno per la prima volta sia riuscito a mettere alla porta Fortini, facendo inforcare il suo vecchio scooter Yamah con il foglio di via firmato: Virginia Raggi, il giovane e inesperto nuovo sindaco della capitale.

Dirigente addirittura del Pci e poi del Pds-Ds a Grosseto, poi Firenze, poi Roma. Consigliere comunale per dieci anni ad Orbetello (1978-1988) e per due anni (1984-86) pure sindaco, approfittando dell’ arresto del suo predecessore, anche lui del Pci. Consigliere comunale a Signa 5 anni (1990-95), e da lì in poi la più naturale delle carriere mnanageriali in società pubbliche nei comuni rossi che il compagno Fortini si era costruito grazie al lungo cursus honorum all’ interno del partito comunista e dei suoi eredi.

Sulla Muraro si sono scatenati i bazooka politici, pensando sia il fianco molle del Movimento 5 stelle, e avendo capito assai poco di quel partito (che se si accorgesse di avere sbagliato nomina, semplicemente tornerebbe indietro senza timore di riparare così a un suo sbaglio). Lei si è difesa sotto un assedio mai visto inanellando qualche gaffe, certo.

Sei mesi dopo Rossi ovviamente entrò in contrasto con Fortini, uno che non ama la condivisione né dei poteri né della ribalta mediatica. Finì col povero presidente rimandato a casa colpevole di nulla, e Fortini più forte di prima incollato a quella poltrona.

Fino ad oggi Fortini più che un manager era un tutt’ uno con le poltrone che occupava: una sorta di propaggine fisica, ed era difficilissimo, quasi impossibile separare l’ uomo dal posto in cui sedeva. Ne sa qualcosa Luigi De Magistris che quando per la prima volta divenne sindaco di Napoli, si trovò Fortini incollato alla poltrona da amministratore delegato dell’ Asia, l’ azienda locale dei rifiuti. Lo era fin dal 2008, quando Napoli era sommersa dai rifiuti e scandalo davanti a tutto il mondo.

Oggi il signore dell’ azienda dei rifiuti di Roma, Daniele Fortini, dovrebbe lasciare la poltrona da presidente dell’ Ama, occupata da quando lo ha chiamato l’ allora sindaco Ignazio Marino a fare le grandi pulizie a Roma. È una notiziona. Non il fatto che sia stato licenziato: basta vedere la situazione dei rifiuti della capitale di Italia, il cumulo di spazzatura che nelle foto ha fatto il giro del mondo sputtanando la città eterna, la rabbia dei cittadini che pagano la tassa dei rifiuti più alta d’ Italia non avendo nulla in cambio.

LE GRANDI PULIZIE DELLA RAGGI – IL “SIGNORE” DELL’AZIENDA RIFIUTI DI ROMA DANIELE FORTINI HA LE ORE CONTATE – EX DIRIGENTE DEL PCI-PDS-DS, IL CAPO DI AMA ERA UN DRAGO A TRATTARE CON I POLITICI

Il manager che la Raggi finalmente riesce a scollare da un suo incarico, è sempre stato un drago a trattare con i politici. Per un motivo molto semplice: ha fatto il politico per una vita.

CLICCA MI PIACE PER SEGUIRCI SU FACEBOOK!

Aiuta i vecchi compagni di partito a canterellare lo slogan dell’ assessora da un milioncino di euro, perché la Muraro tanto (ma lordo) avrebbe incassato per il suo lavoro in 12 anni. Fortini dimentica per altro di dire di avere consulenti da un milione di euro, ma in un anno. Come l’ avvocato Gianluigi Pellegrino che quella cifra ha incassato nel solo 2015 e l’ avvocato Damiano Lipani che l’ ha ottenuta a cavallo fra il 2014 e il 2015.

Nel mirino ovviamente la nuova assessora all’ Ambiente, Paola Muraro, che era stata sua apprezzata consulente all’ Ama. E che ora lui accusa di ogni nefandezza del mondo: dice che ha un amico dentro l’ Ama (cioè l’ azienda dove Fortini aveva poteri assoluti) pluri-indagato. Accusa la Muraro di avere perfino ricevuto un compenso lavorando come consulente per quella azienda.

Autore: Luca

Notizie di oggi
ITALIA MAGLIA NERA: LA SPESA COSTA TANTISSIMO RISPETTO AGLI ALTRI PAESI
ITALIA MAGLIA NERA: LA SPESA COSTA TANTISSIMO RISPETTO AGLI ALTRI PAESI
(Roma)
-

Non solo per le tasse: l'Italia è quasi maglia nera in Europa pure quando si tratta di fare la spesa.
Perché meravigliarci tanto se da noi tutto è più caro? Noi abbiamo i politici...

CIO' CHE CI HANNO SEMPRE NASCOSTO SU PAPA FRANCESCO! VIDEO
CIO' CHE CI HANNO SEMPRE NASCOSTO SU PAPA FRANCESCO! VIDEO
(Roma)
-

Preparatevi alla censura, perché questo video scomparirà da internet molto presto!
Preparatevi alla censura, perché questo video scomparirà da internet molto...

SAN FRANCESCO? ALTRO CHE PACIFISTA! UN CROCIATO CHE COMBATTE' L'ISLAM
SAN FRANCESCO? ALTRO CHE PACIFISTA! UN CROCIATO CHE COMBATTE' L'ISLAM
(Roma)
-

Francesco d'Assisi ci è troppo prezioso per lasciarlo ai faciloni, ai disinformati, quando non ai falsari
Francesco d'Assisi ci è troppo prezioso per lasciarlo ai faciloni, ai...

USURA: IL SACRO IMPERO UE DELLA FINANZA
USURA: IL SACRO IMPERO UE DELLA FINANZA
(Roma)
-

Siamo entrati in un Sacro Romano impero della finanza in cui il sistema bancario detta legge, e noi sventurate plebi europee dobbiamo fare i sacrifici – “sacrum facere”, appunto: qualcosa di religioso in nome del sistema bancario, una divinità demiurgica
Siamo entrati in un Sacro Romano impero della finanza in cui il sistema bancario...

VIVIAMO QUOTIDIANAMENTE IN UNA GRANDE MENZOGNA! VIDEO
VIVIAMO QUOTIDIANAMENTE IN UNA GRANDE MENZOGNA! VIDEO
(Roma)
-

Questo video lascia davvero senza parole! Dimostra che viviamo in una grande menzogna talmente diffusa da rendere quasi impossibile la percezione della realtà.
Questo video lascia davvero senza parole! Dimostra che viviamo in una grande...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati