Punizioni per chi non accoglie i clandestini!

ROMA ore 14:44:00 del 22/03/2016 - Categoria: Denunce, Politica, Sociale - Boldrini

Punizioni per chi non accoglie i clandestini!

Nei giorni in cui è di forte attualità il rischio dell’uscita da Shenghen,ha deciso di venire a Torino per tenere una «lecture» dedicata a uno dei padri dell’Europa, Altiero Spinelli

«Non è l’arrivo dei rifugiati a mettere in pericolo la nostra identità, al contrario lo è chiudere le frontiere». Per i Paesi che non accettano di accogliere i migranti serve una punizione: «Ad esempio ridurre i contributi europei a quei Paesi, perché si deve stare insieme nella buona e nella cattiva sorte».

La Boldrini ha accusato «quei Paesi che invocano il filo spinato e i muri contro i migranti» e ha proposto anche un «reddito minimo di dignità europeo erogato dall’Unione: ad esempio con la carbon tax e tassando le transazioni finanziarie». Tagliare fuori la Grecia da Shenghen «perché fa il suo dovere di non respingere i richiedenti asilo è paradossale» ha detto, criticando anche le politiche di austerità. La platea le ha tributato una standing ovation alla fine del discorso.

“PUNIZIONI PER CHI NON ACCOGLIE I CLANDESTINI”: BOLDRINI PERDE ANCORA OCCASIONE PER TACERE

Si parla d’Europa nell’aula universitaria alla Cavallerizza, con ospite d’eccezione Laura Boldrini, presidente della Camera. Nei giorni in cui è di forte attualità il rischio dell’uscita da Shenghen,ha deciso di venire a Torino per tenere una «lecture» dedicata a uno dei padri dell’Europa, Altiero Spinelli. «L’arrivo dei rifugiati sarebbe gestibile, ma oggi poggia solo su cinque Paesi su 28 dell’Unione» ha detto. L’iniziativa è del Centro Studi sul Federalismo di Torino, che aveva invitato Boldrini all’inaugurazione dell’anno accademico, a dicembre, ma la presidente della Camera non aveva potuto partecipare per colpa dell’influenza. Ora è tornata per tenere l’intervento programmato allora, dal titolo eloquente: «Completare l’integrazione europea: l’unica via possibile».

All’incontro erano presenti il sindaco Piero Fassino, il rettore dell’Università Gianmaria Ajani e varie autorità, tra cui il prefetto Paola Basilone, il vicesindaco Elide Tisi e l’ex ministro Elsa Fornero. Dopo aver incontrato gli «studenti federalisti» Boldrini pranza al cambio con il sindaco, il rettore e altre autorità. Nel pomeriggio riparte per Roma.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Una cellula SEGRETA di Facebok manipola L'OPINIONE PUBBLICA
Una cellula SEGRETA di Facebok manipola L'OPINIONE PUBBLICA

-

Un recente articolo di Bloomberg ha rivelato come una cellula segreta di Facebook abbia permesso la creazione di un esercito di troll a favore di molti governi nel mondo, compresa l’India, sotto forma di propaganda digitale finalizzata a manipolare le ele
Un recente articolo di Bloomberg ha rivelato come una cellula segreta di...

PUGLIA IN RIVOLTA! Citta' militarizzata in difesa del GASDOTTO! VIDEO
PUGLIA IN RIVOLTA! Citta' militarizzata in difesa del GASDOTTO! VIDEO

-

In questo video, un cordone di uomini è stato utilizzato per proteggere l'abbattimento di un ulivo secolare.
Gli abitanti di Melendugno in Puglia, hanno avuto un risveglio orwelliano,...

215 milioni di cristiani PERSEGUITATI nel mondo...ma nessuno si indigna o ne parla...
215 milioni di cristiani PERSEGUITATI nel mondo...ma nessuno si indigna o ne parla...

-

Quasi duemila detenuti senza processo, 1.252 persone rapite, oltre mille stuprate, 33.255 vittime di abusi fisici o psicologici, 1.240 costrette a sposarsi con la forza.
Quasi duemila detenuti senza processo, 1.252 persone rapite, oltre mille...

Boldrini e Grasso? Dei PUPAZZI (pagati profumatamente) per far perdere RENZI!
Boldrini e Grasso? Dei PUPAZZI (pagati profumatamente) per far perdere RENZI!

-

Liberi e Uguali “sono un fenomeno di lusso, privilegiato. Fingono di stare con i poveri, ma sono ricchi”.
Liberi e Uguali “sono un fenomeno di lusso, privilegiato. Fingono di stare con i...

GRECIA: lavoratori costretti a RESTITUIRE LA 13ESIMA
GRECIA: lavoratori costretti a RESTITUIRE LA 13ESIMA

-

Diversi datori di lavoro hanno trovato una “ricetta” per riempire i loro registratori di cassa durante i giorni di Natale: hanno chiesto indietro la tredicesima che sono obbligati – per legge – a pagare ai dipendenti.
Continuare a parlare della Grecia è più che mai cruciale, dopo che abbiamo letto...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati