Psichiatra pentito: l'Impero dietro gli Psicofarmaci

(Palermo)ore 10:25:00 del 08/08/2017 - Categoria: , Denunce, Salute

Psichiatra pentito: l'Impero dietro gli Psicofarmaci

Nel gennaio 1999, una giovane donna è stata spinta da una piattaforma della metropolitana a New York City ed uccisa. 

Dr. Breggin, psichiatra:

Vi racconto quale è la più grande bugia sugli psicofarmaci”

Nel gennaio 1999, una giovane donna è stata spinta da una piattaforma della metropolitana a New York City ed uccisa. 

L’autore è stato identificato dalla stampa come un paziente psichiatrico che aveva “smesso di prendere i suoi psicofarmaci“. 

L’Impero Farmaceutico e la psichiatria organizzata hanno manipolato questo orrendo evento per suscitare la paura del pubblico sui pazienti psichiatrici che smettono di prendere i loro farmaci. Il risultato ottenuto dallo Stato di New York era la “legge di Kendra“, che ha reso più facile il trattamento sanitario obbligatorio di pazienti (TSO) che rifiutano di prendere il loro farmaco.

Quando i “pazienti psichiatrici” diventano violenti, la reazione dei media di regime è quasi automatica: devono aver smesso di prendere i loro “meds”.

Questa faccenda del violento paziente controllato da psicofarmaci è un mito. 

Risultati immagini per psicofarmaci impero

Non ci sono studi scientifici per confermarlo. 
Infatti, la FDA non ha approvato alcuna droga come efficace per il controllo della violenza. 
L’Impero Farmaceutico perpetra in modo implacabile la grande bugia perché fa portare a casa un trilione di dollari. Mantiene assuefatto il pubblico facendo credere che i farmaci psichiatrici siano l’ultima linea di difesa della società contro gli individui violenti.
Assicura anche a tutti gli psicofarmaci un’aura di magica efficacia che nessuno di loro possiede.
Il mito di “aveva smesso di prendere farmaci”:
Anche se il mito dei “aveva smesso di prendere farmaci” non ha alcuna base scientifica, c’è una montagna di prove che molti psicofarmaci possono causare la violenza, inclusi gli antidepressivi.

 

Molti studi sono prontamente disponibili sul mio Centro Risorse Antidepressivi, Sezione 5, “La violenza antidepressiva, l’aggressione, l’ostilità, l’irritabilità e il comportamento antisociale”. Inoltre, il mio libro “Medication Madness : il ruolo delledroghe psichiatriche nei casi di violenza, suicidio e crimine” riassume le prove e presenta molte storie sulla violenza indotta dagli psicofarmaci dalla mia esperienza clinica e forense come psichiatra.
I media e i suoi consulenti dell’impero farmaceutico continuano a sostenere che le droghe psichiatriche non provocano violenza. 
Nel decimo anniversario della tragedia di Columbine, USA Today ha illuminato la nazione sulla “verità” sui motivi degli autori di violenza Eric Harris e Dylan Klebold. Il giornale ha dichiarato in modo inequivocabile, “Contrariamente a quanto riportato in precedenza, Harris e Klebold non erano sotto farmaci antidepressivi“.
La tragedia della Columbine e gli antidepressivi:
In realtà, USA Today non stava dicendo la verità. Il fatto è che Harris stava assumendo l’antidepressivo Luvox (fluvoxamina) fino alla sparatoria. Luvox è molto simile a Prozac, Paxil, Celexa e altri inibitori specifici di reuptake della serotonina (SSRIs).
Risultati immagini per psicofarmaci Dr. Breggin Come esperto medico nei casi legati a Eric Harris, avevo accesso ai suoi documenti medici. I registri mostrano che il suo medico gli ha imposto progressivamente dosi più grandi di Luvox per un anno prima del giorno in cui ha commesso gli assassini di massa. 
Durante quell’anno sotto Luvox, sviluppò i suoi primi sentimenti violenti e psicotici. Inoltre, la relazione tossicologica basata su campioni di sangue dalla sua autopsia ha mostrato che lui avesse nel sangue  un livello “terapeutico” del farmaco. 
Questo ha dimostrato che lui ha preso il Luvox anche poco prima della sua morte e aveva un impatto attivo nel suo organismo al momento della sparatoria.
Ho scritto a USA Today per correggere i fatti, e ho citato la relazione tossicologica e una relazione di società di farmaci alla FDA che la conferma. Il giornale non mi ha mai risposto né ha stampato una retrazione.
Psicofarmaci e sindrome da sospensione:
Quando i pazienti diventano molto più apertamente disturbati una volta che smettono di prendere i loro farmaci, questo è in genere il risultato di una sindrome da sospensione. Una delle cause giudiziarie per me più importanti, in cui ho consultato da medico e testimoniato, ha determinato un risarcimento di 11,9 milioni di dollari per la famiglia del defunto.
Ecco l'OLIO piu' salutare anche ad alte temperature

Ecco l'OLIO piu' salutare anche ad alte temperature
(Palermo)
-

L'olio extravergine di oliva usato in cottura o per friggere è salutare o no? Alcuni ricercatori australiani ne sono convinti: questo tipo di olio è il più sicuro e il più stabile anche se utilizzato a temperature elevate, dissipando il mito comune sulla
L'olio extravergine di oliva usato in cottura o per friggere è salutare o no?...

JUVENTUS DIFFIDATA! 36 scudetti? PUBBLICITA' INGANNEVOLE!
JUVENTUS DIFFIDATA! 36 scudetti? PUBBLICITA' INGANNEVOLE!
(Palermo)
-

La Juventus sostiene di aver vinto 36 scudetti ma secondo l’avvocato napoletano Angelo Pisani si tratta di “pubblicità ingannevole”.
La Juventus sostiene di aver vinto 36 scudetti ma secondo l’avvocato napoletano...

L'Aquila: scuole ricostruite dopo il terremoto? ZERO!
L'Aquila: scuole ricostruite dopo il terremoto? ZERO!
(Palermo)
-

A quasi 9 anni la situazione è invariata, nessun edificio scolastico è stato ricostruito
I bambini nati dopo il 2007, a L’Aquila, potrebbero essere definiti la...

Non tagliateci i vitalizi. Gli ex Parlamentari scrivono a Fico e Casellati!
Non tagliateci i vitalizi. Gli ex Parlamentari scrivono a Fico e Casellati!
(Palermo)
-

Gli ex parlamentari scrivono ai presidenti di Camera e Senato, Roberto Fico ed Elisabetta Casellati, per avviare un confronto sul tema dell’abolizione dei vitalizi, mettendo tuttavia in guardia i vertici delle istituzioni sul rischio incostituzionalità di
Gli ex parlamentari scrivono ai presidenti di Camera e Senato, Roberto Fico ed...

Rifiuti, la raccolta differenziata non basta piu'
Rifiuti, la raccolta differenziata non basta piu'
(Palermo)
-

Arriva in questi giorni la notizia del deferimento dell’Italia alla Corte europea per una serie di infrazioni di tipo ambientale: la questione degli olivi e della Xylella, l’inquinamento da pm10 e la gestione dei rifiuti radioattivi.
Arriva in questi giorni la notizia del deferimento dell’Italia alla Corte...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati