Pretzel buns, come fare

(Torino)ore 18:33:00 del 01/05/2017 - Categoria: , Cucina

Pretzel buns, come fare

E proprio come avviene per i pretzel, anche il laugenbröt, prima della cottura, viene immerso in una soluzione di acqua bollente e soda caustica (bicarbonato per le versioni fatte in casa) che, una volta in forno, gli conferisce quella lucentezza brunita

La mania dei burger special ha travolto tutto il mondo, e hamburgerie gourmet aprono numerose ogni mese anche nelle nostre città. A rendere speciale un burger, però, non basta un packaging hipster che strizzi l’occhio ai bistrot di New York, un burger originale e una succulenta salsa homemade. Il vero segreto di un buon panino, in fondo, è proprio il panino! Per questo abbiamo pensato di proporvi un nuovo classico dei burger buns: i pretzel buns! Questi soffici panini bianchi e rotondi, dalla lucida crosticina color caramello, esistono in verità da tempo quasi immemore sotto il nome francofono di “laugenbröt”, e le loro origini al pari di quelle dei pretzel, affondano in un passato leggendario, fatto di antichi monasteri europei e caravelle di padri pellegrini salpate alla conquista del Nuovo Mondo. E proprio come avviene per i pretzel, anche il laugenbröt, prima della cottura, viene immerso in una soluzione di acqua bollente e soda caustica (bicarbonato per le versioni fatte in casa) che, una volta in forno, gli conferisce quella lucentezza brunita che tutti conosciamo. Per burger originali di sapore nordico, o per rendere il cestino del pane davvero unico nelle occasioni più speciali, provate i nostri pretzel buns, non rimarrete delusi!

Ingredienti per 8 panini

Acqua 185 g Bicarbonato 30 g Sale fino 5 g Lievito di birra secco 2 g Burro a temperatura ambiente 15 g Farina 00 340 g

PER SPENNELLARE

Uova 1

Come preparare i Pretzel buns

Pretzel buns

Per preparare i pretzel buns cominciate setacciando la farina all’interno di una planetaria munita di gancio. Unite anche il lievito (1) e il burro a temperatura ambiente (2). Cominciate a lavorare l’impasto, azionando il gancio a bassa velocità, e unite a filo l’acqua a temperatura ambiente (3).

Pretzel buns

Terminato di inserire l’acqua, lasciate lavorare il gancio ancora un minutino, in modo che l’impasto si compatti; quindi unite il sale (4). Aumentate la velocità (da bassa a media) e proseguite a impastare per 7-8 minuti. Trascorso questo tempo, l’impasto dovrà risultare ben incordato (5). Trasferitelo sul piano da lavoro e con le mani formate un filone (6).

Pretzel buns

Utilizzate un tarocco per dividere il filone in 8 tocchetti da 65 g l’uno (7). Date a ciascun tocchetto delle pieghe di rinforzo raggruppando prima i lembi laterali verso il centro (8) e poi facendo lo stesso con i lembi superiore e inferiore (9).

Pretzel buns

Sigillate accuratamente, formando una pallina, e ponetela su un foglio foderato di carta da forno, tenendo il lato liscio verso l’alto (10). Proseguite così con tutte le altre palline, quindi coprite con un canovaccio pulito e mettete a lievitare i vostri panini nel forno spento con la luce accesa per circa 2 ore, o comunque fino al raddoppio del volume. A lievitazione avvenuta, portate a ebollizione una pentola d’acqua. Abbassate il fuoco e versate in pentola, poco a poco, il bicarbonato (11). Immergetevi uno per volta i vostri panini (12)

Pretzel buns

e fateli bollire per 30 secondi (13) girandoli su entrambi i lati. Scolateli con una schiumarola e deponeteli delicatamente sulla teglia foderata di carta da forno in cui intendete cuocerli (14). Con un coltello affilato eseguite sulla superficie dei panini un taglio a croce piuttosto profondo (15).

Pretzel buns

Spennellate i vostri pretzel buns con l’uovo sbattuto (16) e cuoceteli in forno statico preriscaldato a 220° per 18 minuti (17). Lasciate raffreddare i vostri pretzel buns prima di gustarli, da soli o farciti come vi suggerisce la fantasia (18).

Conservazione

Potete conservare i pretzel buns in un sacchetto di carta per 1-2 giorni. Potete anche congelarli da crudi, prima di immergerli in acqua e bicarbonato.

Consiglio

Questi pretzel buns sono la misura perfetta per mini burger e paninetti, ma se preferite un bel panino per maxi burger basterà utilizzare per ciascun bun 100 g di impasto. Con queste dosi ne otterrete 5.

Un altro consiglio: se per voi pretzel significa non solo crosticina marrone e cuore bianco e soffice, ma anche gustosi grani di sale in superficie….non vi resta che cospargere di fleur de sel i vostri pretzel buns appena prima di infornarli!

Giallozafferano

Autore: Carla

Notizie di oggi
Fiori di zucca ripieni di carne, preparazione
Fiori di zucca ripieni di carne, preparazione
(Torino)
-

Questa versione più ricca e sostanziosa si realizza con fiori di zucca farciti con un ghiotto macinato di vitello insaporito con scamorza e una nota aromatica di maggiorana fresca.
I fiori di zucca sono tra gli ingredienti estivi più amati... dopo averli...

Bruschetta con burrata e verdure: come fare
Bruschetta con burrata e verdure: come fare
(Torino)
-

Si consiglia di consumare le bruschette con burrata e verdure appena pronte e di non conservarle in frigorifero.
W le bruschette… così versatili e facili da preparare, sono sempre una...

Il segreto del Pane della Nonna che durava 10 GIORNI!
Il segreto del Pane della Nonna che durava 10 GIORNI!
(Torino)
-

Il Pane della Nonna, forse qualcuno lo ricorda, durava dieci giorni… e allora cos’è questa porcheria che ci fanno mangiare oggi?
Una volta il pane delle nonne durava, nella media, dieci giorni; ora dopo tre...

Kebab vegetariano, preparazione
Kebab vegetariano, preparazione
(Torino)
-

Dalla Turchia all’Europa, passando per la Germania, il passo è stato breve e il kebab così come lo conosciamo noi, simile al gyros greco, è diventato uno degli street food più amati in assoluto!
Iniziamo dal principio: kebab è una parola turca che viene utilizzata per...

Bicchierini di riso venere e spada, come fare
Bicchierini di riso venere e spada, come fare
(Torino)
-

Gli strati di riso nero si alternano a una crema speziata dalle tinte verdi che viene impreziosita con teneri dadini di pesce spada al profumo di limone e menta.
Lo sapevate che il riso venere è chiamato così perché nell’antichità era...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati