Prestito Pensionistico: le cifre

(Roma)ore 17:32:00 del 20/06/2016 - Categoria: Denunce, Economia, Politica

Prestito Pensionistico: le cifre

Ci sarebbe un costo diverso per chi perde il lavoro prima di raggiungere i requisiti per l’accesso alla pensione e per chi decide di lasciare spontaneamente l’impiego. Il sottosegretario Tommaso Nannicini afferma che non si tratta di penalizzazione ma sol

Nannicini avrebbe anche spiegato che il governo non interne modificare la legge Fornero sulla previdenza ma introdurre la flessibilità in uscita utilizzando strumenti finanziari. Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ha sottolineato che si uscirà dal lavoro in anticipo rispetto all’età di vecchiaia «solo con penalizzazioni più o meno alte». Il coinvolgimento degli istituti finanziari delle banche e delle assicurazioni — avrebbe spiegato Nannicini secondo quanto riferiscono partecipanti alla riunione — non viene fatto per una questione ideologica ma nasce esclusivamente dal rispetto dei vincoli di bilancio visto che è di 10 miliardi la stima dei costi previsti per la flessibilità in uscita.

L’Inps

Pensione anticipata? È la nuova nuova truffa di Renzi. Ecco perché

La pensione anticipata è la nuova truffa ideologico-politica del governo Renzi: non solo non migliora la condizione dei lavoratori, ma comporterebbe una debito ventennale per chi dovesse usufruirne. È questo, in soldoni, quello che il il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti ha spiegato nell’odierna riunione con i  sindacati.  Il prestito pensionistico per chi lascia il lavoro prima dell’età della pensione di vecchiaia dovrà infatti essere restituito con rate fino a 20 anni con gli interessi.  Ci sarebbe un costo diverso per chi perde il lavoro prima di raggiungere i requisiti per l’accesso alla pensione e per chi decide di lasciare spontaneamente l’impiego. A dir poco esilarante è il tenativo di mistificazione del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Tommaso Nannicini, il quale afferma che non si tratterebbe  di penalizzazione ma solo di una «rata di ammortamento». Nom c’è veramente limite alla spudoratezza degli uomini del potere renziamo.

L’idea criminale del governo Renzi: il “Prestito Pensionistico”! I lavoratori dovranno indebitarsi per 20 anni quella miseria di pensione che dovrebbe essere un loro diritto!!

Pensioni, prestito per uscire in anticipo da restituire in 20 anni !!

Per il sottosegretario Nannicini non si tratta di una penalizzazione ma di una «rata di ammortamento». Il prossimo incontro sulla previdenza è stato fissato per il 23 giugno

Il solito Nannicini ha anche spiegato che il governo non interne modificare la legge Fornerosulla previdenza ma introdurre la flessibilità in uscita utilizzando strumenti finanziari. Il sottoshretario  ha sottolineato che si uscirà dal lavoro in anticipo rispetto all’età di pensione di vecchiaia «solo con penalizzazioni più o meno alte». Il coinvolgimento degli istituti finanziari delle banche e delle assicurazioni  non verrebbe fatto per una questione ideologica ma nasce esclusivamente dal rispetto dei vincoli di bilancio visto che è di 10 miliardi la stima dei costi previsti per la flessibilità in uscita. Sulla questione della pensione anticipata governo e sindacati tornerannoa incontrarsi ol 23 giugno. Il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo ha detto che Il «Paese si aspetta qualcosa di buono, vediamo di non deluderlo». Lodevole auspicio, ma è difficile, con queste premesse, che vada a buon fine.

L’Inps sarà il front office dell’anticipo pensionistico e creerà secondo l’ipotesi del governo, il rapporto con gli enti finanziari che erogheranno l’anticipo netto della pensione ai lavoratori che certificheranno la richiesta di pensionamento anticipato.

fonte: http://www.corriere.it/economia/16_giugno_14/pensioni-prestito-uscire-anticipo-restituire-20-anni-7676bbe6-323d-11e6-9479-1c0658e56669.shtml

Il prestito pensionistico per chi lascia il lavoro prima dell’età di vecchiaia dovrà essere restituito con rate fino a 20 anni con gli interessi. È quanto avrebbe spiegato il governo nell’incontro di martedì con i sindacati secondo alcuni partecipanti alla riunione. Ci sarebbe un costo diverso per chi perde il lavoro prima di raggiungere i requisiti per l’accesso alla pensione e per chi decide di lasciare spontaneamente l’impiego. Il sottosegretario Tommaso Nannicini afferma che non si tratta di penalizzazione ma solo di una «rata di ammortamento». Il prossimo incontro sulla previdenza è stato fissato per il 23 giugno.

Legge Fornero

Fonte: secoloditalia.it

Autore: Alberto

Notizie di oggi
George Soros, il business della droga CHE NON TI DICONO
George Soros, il business della droga CHE NON TI DICONO
(Roma)
-

George Soros è uno degli influencer comportamentali dei nostri tempi. Se i “valori” propugnati dai movimenti anarchici e libertari degli anni 60′ e 70′, infatti, trovano continuità nell’attuale espressione del sistema capitalistico, abitano an
George Soros è uno degli influencer comportamentali dei nostri tempi. Se i...


(Roma)
-


E ora Salvini dice che Sala deve restare al suo posto. Evidentemente, con il...


(Roma)
-


Non é stato sufficiente l'alibi dell'ostentato grido: onestà, onestà per...

Stato DOVE SEI? Terremoto, pensioni, iva, servizi: L'ITALIA SOFFRE
Stato DOVE SEI? Terremoto, pensioni, iva, servizi: L'ITALIA SOFFRE
(Roma)
-

La manovra di bilancio di Aprile scorso, avviata come decreto, diventa legge in seguito alla sua approvazione al Senato. In soli due mesi è riuscita a superare tutto l’iter parlamentare per diventare legge effettiva alla velocità della luce.
La manovra di bilancio di Aprile scorso, avviata come decreto, diventa legge in...


(Roma)
-


Tante chiacchiere e chiese sempre più vuote, già pronte per essere trasformate...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati