Preparazione Triglie ripiene e fritte

(Palermo)ore 09:41:00 del 11/08/2017 - Categoria: , Cucina

Preparazione Triglie ripiene e fritte

Una spessa e croccante panatura aromatizzata alla paprika nasconde al primo morso i teneri pesciolini ripieni di pane ammollato ed erbe aromatiche.

Le triglie fritte sono un classico della cucina napoletana. Spesso le troverai accompagnate alla paranza fritta. Ti verranno servite sia in ristoranti che per strada nel classico "cuppetiello", un foglio di carta paglia arrotolato che servirà non solo per l'effetto ottico che porta indietro negli anni ma anche per mantenere calda la frittura.  

Voglia di frittura di pesce? In questa ricetta vi proponiamo una variante sul tema proponendovi deliziose triglie ripiene e fritte. Una spessa e croccante panatura aromatizzata alla paprika nasconde al primo morso i teneri pesciolini ripieni di pane ammollato ed erbe aromatiche. Preparare le triglie non è mai stato più facile e sfizioso; le triglie ripiene sono perfette per una cena in piedi come gustoso street food "marinaro". Potete scegliere tra le triglie di scoglio, quelle dai colori sgargianti, o quelle di fango, meno pregiate ma ugualmente saporite: le triglie ripiene e fritte servite calde calde spariranno in un baleno! Proprio come quando preparate le triglie alla livornese, un altro secondo piatto che esprime al meglio tutto il sapore di questi colorati pesciolini!

Ingredienti per le triglie ripiene

Triglie (circa 14) 500 g Pecorino romano 30 g Pane 20 g Latte intero 50 g Aglio 1 spicchio Basilico q.b. Rosmarino q.b. Sale fino q.b. Pepe nero q.b.

PER IMPANARE

Uova medie 2 Pangrattato q.b. Paprika dolce 10 g

PER FRIGGERE

Olio di semi q.b.

Triglie ripiene e fritte

Per preparare le triglie ripiene e fritte iniziate dalla pulizia: incidete la pancia (1), quindi eliminate le interiora sotto l'acqua corrente (2). Ponete le triglie sul tagliere e praticate un'incisione per tutta la lunghezza, per aprirle a libro senza dividere del tutto i filetti (3). Eliminate la lisca centrale e tagliate via la testa.

Triglie ripiene e fritte

Preparate il ripieno: tritate le erbe aromatiche (4), tagliate il pane a cubetti, ponetelo in una ciotola (5) e ammollatelo nel latte (6). Lavoratelo con un cucchiaio di legno finché non risulterà del tutto molle.

Triglie ripiene e fritte

Al pane ammollato unite successivamente il trito di erbe aromatiche (7-8) e il Pecorino grattugiato (9).

Triglie ripiene e fritte

Grattugiate uno spicchio di aglio (10), salate e pepate a piacere (11) e amalgamate il tutto: dovrete ottenere un impasto consistente.

Triglie ripiene e fritte

Farcite ciascuna triglia con un cucchiaino di impasto (13) e richiudetela su se stessa senza pressare eccessivamente. In una ciotola ampia versate il pangrattato, aromatizzate con la paprika dolce (14) e mescolate per ottenere una panatura omogenea. In un'altra ciotola bassa e larga rompete le uva e sbattetele. Ponete sul fuoco un tegame con abbondante olio di semi da portare alla temperatura di 170° (è preferibile utilizzare un termometro da cucina). Passate le triglie una ad una prima nell’uovo sbattuto (15),

Triglie ripiene e fritte

poi nel pangrattato aromatizzato alla paprika (16). Una volta pronte, prendetene poche alla volta per friggerle nell'olio arrivato a temperatura (18).

Triglie ripiene e fritte

Quando saranno ben dorate scolatele con una schiumarola (19) e ponetele su carta per fritti; salate a piacere (20) e proseguite in questo modo. Le vostre triglie ripiene e fritte sono pronte per essere servite ben calde (21)!

Conservazione

Si consiglia di consumare le triglie ripiene e fritte immediatamente.

Si sconsiglia qualunque forma di conservazione.

Consiglio

Volete provare una versione al forno? Cuocete le vostre triglie ripiene e fritte in forno preriscaldato a 200° per circa 25 minuti.

Per un ripieno più saporito potete arricchire come preferite, aggiungendo: olive, capperi, pomodori secchi, finocchietto selvatico.

Autore: Carla

Notizie di oggi
Preparazione Borsch di seitan
Preparazione Borsch di seitan
(Palermo)
-

Spesso l’abbiamo utilizzata anche noi per preparare cremosi risotti, oppure rivisitando la tradizione ligure preparando il pesto e persino delle sfiziose crocchette.
  La barbabietola, nella fattispecie quando è precotta, ha diverse...

Ricetta Grigliata di zucca e porcini
Ricetta Grigliata di zucca e porcini
(Palermo)
-

Per preparare la grigliata di zucca e porcini cominciate pulendo la zucca (dovrete ottenere 400 g di polpa).
  Assaliti da un momento di nostalgia per le tante e buonissime grigliate...

Fregola con scampi e gamberi, preparazione
Fregola con scampi e gamberi, preparazione
(Palermo)
-

Se preferite potete conservare la fregola con scampi e gamberi per un paio di giorni al massimo, tenetela in frigorifero in un contenitore di vetro coperto.
  La cucina scalda il cuore, unisce le persone e le culture... esistono...

Porri al prosciutto, preparazione
Porri al prosciutto, preparazione
(Palermo)
-

Accanto a queste prelibatezze vogliamo stupirvi con una preparazione semplice ma appetitosa, ideale da gustare come antipasto o contorno sfizioso: i porri al prosciutto.
  I porri, con il loro gusto intenso ma meno pungente della cipolla, sono degli...

Fettuccine al sugo di polpo e porcini, preparazione
Fettuccine al sugo di polpo e porcini, preparazione
(Palermo)
-

Oggi vogliamo tentarvi con un altro esperimento: fettuccine al sugo di polpo e porcini.
  Siamo abituati agli abbinamenti terra e mare, sempre riusciti come nel caso...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati