Preparazione Tagliatelle fave e stracciatella

(Bari)ore 16:16:00 del 17/04/2017 - Categoria: , Cucina

Preparazione Tagliatelle fave e stracciatella

Le fave crude vanno a braccetto con il guanciale rosolato, mentre i fili di porro e carote appena saltati abbracciano le tagliatelle in un gioioso vortice di bontà, coronato sul finale da bianche pennellate di stracciatella.

Lo sentite il venticello tiepido che annuncia l’arrivo della primavera? Le giornate si allungano, la natura assume tinte vivaci, mentre l’aria ancora frizzantina porta con sé la promessa di un clima più mite… oggi lasciamo entrare i colori primaverili in sala da pranzo con una ricetta dal sapore fresco e dall’aspetto allegro: tagliatelle fave e stracciatella! Facile e veloce da realizzare, questo delizioso primo piatto prevede pochi ingredienti da aggiungere in purezza o a cui dedicare solo pochi minuti di cottura, per preservarne il gusto e la consistenza originari. Le fave crude vanno a braccetto con il guanciale rosolato, mentre i fili di porro e carote appena saltati abbracciano le tagliatelle in un gioioso vortice di bontà, coronato sul finale da bianche pennellate di stracciatella. Se avete un animo da pittore, potreste osare con le tagliatelle alla barbabietola con asparagi, una variante di pasta fresca dai colori accattivanti; ma quando il bel tempo chiama e si ha poca voglia di stare ai fornelli, le tagliatelle fave e stracciatella rappresentano il giusto compromesso! Un piatto audace e armonioso allo stesso tempo, da assaggiare e ascoltare molto attentamente… un inno alla bella stagione e ai palati più spensierati!

Ingredienti

Tagliatelle all'uovo 300 g Fave pulite 100 g Stracciatella 100 g Guanciale 80 g Porri 60 g Carote 40 g Pepe nero q.b.

Preparazione

Come preparare le Tagliatelle fave e stracciatella

Tagliatelle fave e stracciatella

Per realizzare le tagliatelle fave e stracciatella, innanzitutto mettete a bollire una pentola di acqua leggermente salata. Poi occupatevi della preparazione degli ingredienti: tagliate il guanciale a fettine dello spessore di circa 2 mm (1), poi sovrapponetele e tagliatele a listarelle (2). Pulite il porro eliminando le estremità e lo strato più esterno, poi dividetelo a metà per il lungo (3)

Tagliatelle fave e stracciatella

e tagliatelo longitudinalmente per ricavare delle striscioline molto fini (4). Spuntate e pelate le carote e ricavate delle fette molto sottili utilizzando un pelaverdure (5), poi sovrapponetele e tagliatele longitudinalmente a striscioline (6).

Tagliatelle fave e stracciatella

Estraete le fave dal baccello (7) e rimuovete la pellicola esterna da ciascuna (8): in tutto dovrete ottenere 100 g di fave pulite. Tirate fuori la stracciatella dal frigorifero e lasciatela intiepidire (9).

Tagliatelle fave e stracciatella

Scaldate una padella ampia antiaderente, aggiungete il guanciale (10) e fatelo rosolare per circa 5 minuti a fiamma media fino a che non diventerà bello dorato e croccante. Una volta pronto, rimuovetelo dalla padella, avendo cura di lasciare il grasso sciolto all’interno, e lasciatelo scolare su carta assorbente (11). A questo punto l’acqua sarà arrivata a bollore, quindi versate le tagliatelle e cuocetele per il tempo indicato sulla confezione (12).

Tagliatelle fave e stracciatella

Nella stessa padella in cui avete fatto rosolare il guanciale, aggiungete il porro e la carota tagliati a striscioline (13) e cuoceteli per 2-3 minuti a fiamma media, mescolando spesso, in modo che si ammorbidiscano lievemente conservando una consistenza croccante. Trascorso il tempo di cottura delle tagliatelle, scolatele e aggiungetele direttamente alla padella con le carote e il porro (14). Unite anche il guanciale (15)

Tagliatelle fave e stracciatella

e le fave sgranate (16) e fate saltare brevemente il tutto. Trasferite la pasta così condita nei piatti da portata (17) e decorate con i fili di stracciatella a piacere e un’abbondante macinata di pepe (18). Le vostre tagliatelle fave e stracciatella sono pronte per essere servite!

Conservazione

Si consiglia di cuocere e servire le tagliatelle fave e stracciatella al momento; in alternativa, potete conservarle in frigorifero senza l’aggiunta della stracciatella per al massimo un giorno, in un contenitore ermetico. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Non avete trovato la stracciatella? Sostituitela con la burrata o lo stracchino! Siete vegetariani? Omettete il guanciale, e aggiungete un pizzico di sale e di timo alle verdure per un sapore più intenso!

Autore: Carla

Notizie di oggi
Come Pesare Senza Bilancia?
Come Pesare Senza Bilancia?
(Bari)
-

Se fate questa domanda alle vostre nonne, sicuramente, vi risponderanno che ogni oggetto può essere utilizzato in molteplici modi e che nulla nella vita ha una visione univoca, nemmeno dei semplici utensili da cucina
Domanda: avete mai pensato che le posate e i bicchieri potessero esservi utili...

Preparazione Cosce di pollo allo yogurt
Preparazione Cosce di pollo allo yogurt
(Bari)
-

Croccanti fusi avvolti da una salsa profumata al limone, fresca e stuzzicante.
Stanchi del solito pollo arrosto? E’ giunta l’ora di provare una variante di...

Cous cous all'italiana, preparazione
Cous cous all'italiana, preparazione
(Bari)
-

Preparate anche voi il cous cous all'italiana, sarà il vostro piatto forte dell'estate!
Se diciamo cous cous cosa vi viene in mente? Probabilmente penserete subito ad...

Portobello burger, preparazione
Portobello burger, preparazione
(Bari)
-

C’è chi lo preferisce di carne o di lenticchie, chi gourmet o double: di hamburger ce n’è proprio per tutti i gusti!
I funghi portobello sono una varietà di fungo champignon di grande taglia, con...

Ratatouille, preparazione
Ratatouille, preparazione
(Bari)
-

É composta da verdure fresche tagliate a cubetti di uguale dimensione e stufate insieme rispettando il giusto ordine di inserimento in pentola per non rischiare di cuocerle eccessivamente o al contrario di farle rimanere troppo croccanti.
La ratatouille è un contorno francese dal sapore ricco e mediterraneo, ma è così...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati