Preparazione Spaghetti con pesto alla trapanese

(Palermo)ore 09:14:00 del 16/03/2017 - Categoria: , Cucina

Preparazione Spaghetti con pesto alla trapanese

Una salsa usata per condire principalmente il pesce per conservarlo, fatta con pomodori secchi, aglio in quantità industriale e aceto, da cui deriva questa sorta di “pesto riadattato”, che però è base di mandorle e non di pinoli, in puro stile siciliano.

Pesto classico o trapanese? Pomodori o non pomodori? Questioni di gusto, sta di fatto che è doveroso ricordare che se oggi esiste una leccornia come il pesto alla trapanese è merito sempre dei marinai genovesi, che hanno esportato in Sicilia: l’agliata

Una salsa usata per condire principalmente il pesce per conservarlo, fatta con pomodori secchi, aglio in quantità industriale e aceto, da cui deriva questa sorta di “pesto riadattato”, che però è base di mandorle e non di pinoli, in puro stile siciliano.

Gli spaghetti con il pesto alla trapanese sono un primo piatto molto saporito condito con un pesto che fa parte della tradizione gastronomica siciliana: il pesto alla trapanese.

Questo pesto è una variazione del pesto classico genovese che prevede l’aggiunta di pomodori e mandorle, prodotti tipici del territorio e molto genuini.

Il pesto alla trapanese è una ricetta antica che ha origine nel porto di Trapani, in passato qui sostavano le navi genovesi provenienti dall’Oriente che fecero conoscere il pesto ligure ai trapanesi, dall'incontro di queste due culture culinarie nacque questa preparazione.

I trapanesi modificarono la ricetta del pesto aggiungendo gli ingredienti tipici della loro terra. Ecco così spiegata l’aggiunta delle mandorle e dei pomodori freschi.

In Sicilia si usa condire con questo pesto le busiate, una tipica pasta siciliana dalla forma a elica, in questa ricetta noi vi proponiamo l'accostamento con gli intramontabili spaghetti.

Gli spaghetti con il pesto alla trapanese sono un’idea perfetta per i vostri menu estivi: scegliete ingredienti freschi e di stagione e il successo sarà assicurato!

Ingredienti

PER IL PESTO ALLA TRAPANESE

Pomodori maturi 250 g Basilico 50 g Mandorle 50 g Olio extravergine d'oliva 2 cucchiai Pecorino grattugiato 1 cucchiaio Aglio rosso 1 spicchio Pepe nero q.b. Sale fino q.b.

I nuovi Spaghetti N°5 Barilla sono ancora più buoni. Il segreto? Una nuova combinazione di grani duri eccellenti e trafile ridisegnate nei minimi dettagli, con la cura e la passione di chi fa pasta da oltre cent’anni.

Preparazione

Spaghetti con pesto alla trapanese

Per preparare gli spaghetti con il pesto alla trapanese seguite la ricetta del pesto. Per prima cosa preparate i pomodori pelati: mettete sul fuoco una pentola capiente piena d’acqua. Lavate i pomodori e praticate un taglio a croce all’estremità di ogni pomodoro. Quando l'acqua inizia a sobbollire scottate i pomodori per 2 -3 minuti (1), poi spellate i pomodori (2) e tagliateli a cubetti. A questo punto pelate le mandorle: fatele sbollentare per qualche minuto in acqua bollente, scolatele e poi basterà fare un leggera pressione con le dita per staccare la buccia (3).

Spaghetti con pesto alla trapanese

Ponete in un mixer, oppure meglio in un mortaio, i pomodori pelati, il mazzetto di basilico lavato ed asciugato, le mandorle (4), uno spicchio d’aglio e frullate il tutto per un paio di minuti. Unite il pecorino grattugiato (5) e trasferite il battuto in una ciotola. Aggiustate di sale e pepe, aggiungete un paio di cucchiai di olio (6), amalgamate bene il tutto e trasferite il pesto in una ciotola capiente dove poi condirete gli spaghetti. Se dovesse risultare troppo asciutto aggiungete altro olio.

Spaghetti con pesto alla trapanese

Ora occupatevi della pasta: ponete sul fuoco una pentola dal fondo alto adatta alla cottura degli spaghetti, una volta raggiunto il bollore (7) unite gli spaghetti (8). Cuocete la pasta al dente e poi scolateli (9).

Spaghetti con pesto alla trapanese

Uniteli al pesto alla trapanese (10), mescolate per amalgamare bene la salsa, condite con un filo di olio (11) e portate in tavola i vostri spaghetti con il pesto alla trapanese guarniti a piacere con foglioline di basilico fresco (12).

Conservazione

Conservate gli spaghetti con il pesto alla trapanese, chiusi in un contenitore ermetico, in frigorifero per 2 giorni al massimo. In alternativa potete congelare solo il pesto per poi scongelarlo in firgorifero al momento del bisogno.

Consiglio

Formato di pasta rigorosamente lungo con il pesto alla trapanese! A Trapani si usano le busiate, un formato di pasta tipico. In alternativa, scavate nelle profondità della vostra dispensa e, in mancanza degli spaghetti, estraete linguine o tagliatelle: una meraviglia!

Curiosità

In dialetto siciliano questo pesto è chiamato “agghiata trapanisa” ovvero agliata trapanese perchè nella ricetta è previsto l'aglio rosso ovvero una qualità di aglio diffusa in Sicilia che ha come particolarità quella di avere le tuniche dei bulbilli di colore rosso porpora, in particolare è molto noto l'aglio di Nubia coltivato nel territorio di Trapani.

Autore: Carla

Notizie di oggi
Scones salati alle patate, preparazione
Scones salati alle patate, preparazione
(Palermo)
-

Avevamo già proposto questi deliziosi biscotti morbidi inglesi con piselli e pancetta e quelli alla zucca, mentre in questa variante la novità principale è nell'impasto reso ancora più morbido perchè realizzato con le patate.
Un antipasto sfizioso si può realizzare in tanti modi diversi, trasformando...

Pizzette rosse, preparazione
Pizzette rosse, preparazione
(Palermo)
-

Morbide e saporite, condite con pomodoro, origano e mozzarella; sarà una soddisfazione prepararle e un piacere gustarle ancora calde, tiepide o leggermente riscaldate!
Una ricetta versatile, per chi ama mettere le mani in pasta... perfetta come...

Saccottini mele e cioccolato, preparazione
Saccottini mele e cioccolato, preparazione
(Palermo)
-

Oggi proponiamo alle mamme una deliziosa alternativa alle merendine confezionate, che conquisterà i vostri bimbi col suo ripieno cioccolatoso e ricco di frutta: saccottini mele e cioccolato!
Suona la campanella, è l’ora della ricreazione finalmente e gli alunni rovistano...

Acquacotta, preparazione
Acquacotta, preparazione
(Palermo)
-

E’ così che nasce l’acquacotta, una minestra antica della tradizione toscana che ci racconta le storie di contadini, carbonai, pastori e spaccalegna della maremma in un tempo in cui la fame aguzzava l’ingegno e le minestre erano l’unico pasto che ci si po
Una zuppa calda e ristoratrice che scalda i cuori e rifocilla nelle fredde...

Ciambellone della nonna, preparazione
Ciambellone della nonna, preparazione
(Palermo)
-

Persino il dolce da dedicare alla propria metà quando questa non sta bene.
Il profumo di un dolce rustico fatto dalle amorevoli mani della nonna. Lo stesso...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati