Preparazione Panzanella dolce

(Genova)ore 23:37:00 del 17/07/2017 - Categoria: , Cucina

Preparazione Panzanella dolce

Il più povero dei piatti di recupero diventa così una pietanza versatile da servire come fine pasto accompagnandola con una pallina di gelato o della panna acida, oppure da gustare a colazione con dello yogurt.

E’ uno dei piatti toscani più antichi e amati, una leggenda vuole che sia nato sui pescherecci dove i marinai condivano il pane raffermo con cipolle e lo rendevano morbido con l’acqua di mare: stiamo parlando della panzanella! Qui abbiamo rivoluzionato la tradizionale ricetta che tutti conosciamo trasformandola in un dolcissimo arcobaleno di colori, una panzanella dolce da gustare come dessert dell’estate. Il più povero dei piatti di recupero diventa così una pietanza versatile da servire come fine pasto accompagnandola con una pallina di gelato o della panna acida, oppure da gustare a colazione con dello yogurt. In qualunque caso siamo certi che la nostra panzanella dolce non vi deluderà!

Ingredienti

Pan brioche 150 g Pesche noci 1 Albicocche 2 Susine 1 Fragole 180 g Ciliegie 150 g Mirtilli 100 g Cotto di fichi 3 cucchiai Menta q.b. Fior di sale q.b. Miele millefiori 1 cucchiaio Nocciole intere spellate 65 g

Panzanella dolce

Per realizzare la panzanella dolce per prima cosa tagliate a cubetti di circa 1,5 cm il pan brioche (1) e tritate grossolanamente le nocciole (2). Foderate una leccarda con carta da forno e distribuite sopra i cubetti di pan brioche e le nocciole tritate (3).

Panzanella dolce

Irrorate il tutto con un cucchiaio di miele (4) e tostate in forno già caldo a 200° per 10 minuti. Quando il pane sarà ben dorato e tostato, sfornate la teglia (5) e lasciate raffreddare. Intanto lavate e asciugate la frutta, dividete a metà la pesca (6)

Panzanella dolce

eliminate il nocciolo e tagliatela a dadini (7). Procedete allo stesso modo con le albicocche (8-9)

Panzanella dolce

Proseguite con la susina, tagliandola a fettine (10). Staccate le foglioline delle fragole (11) e dividetele a metà (12).

Panzanella dolce

Per finire dividete a metà le ciliegie (13) e snocciolatele (14). Ora tutto è pronto per comporre la panzanella dolce: in una ciotola ampia versate tutta la frutta tagliata, aggiungete anche i mirtilli interi (15),

Panzanella dolce

bagnate con il cotto di fichi (16). Aggiungete anche il pane tostato con le nocciole (17), profumate con foglioline di menta, e insaporite con un pizzico di fleur du sel. Mescolate tutto con un cucchiaio e servite la vostra panzanella dolce (18) accompagnandola a piacere con panna acida, gelato o yogurt.

Conservazione

E’ preferibile consumare subito la panzanella. Si può conservare per un giorno al massimo in frigorifero ma perderà la sua nota croccante.

Consiglio

Con il caldo della stagione estiva il miele dovrebbe già essere abbastanza fluido da poter essere distribuito con facilità sul pan brioche ma, se la vostra dispensa è fresca, scaldatelo qualche istante in microonde prima di utilizzarlo! Se invece volete rendere vegan la panzanella, sostituite il miele con un cucchiaio di zucchero di canna. Il pan brioche può essere sostituito con una pagnotta rafferma, in questo caso si consiglia di condirlo un po’ più generosamente. Se non riuscite a reperire il cotto di fichi potete sostituirlo con del mosto di vin cotto, sciroppo di frutta a piacere oppure dell’aceto balsamico.

GialloZafferano

Autore: Carla

Notizie di oggi
Petto di pollo al forno con scamorza, preparazione
Petto di pollo al forno con scamorza, preparazione
(Genova)
-

Conservate il pollo in frigorifero per un paio di giorni al massimo. Si sconsiglia la congelazione.
Petti di pollo al forno con pomodorini e scamorza, un secondo piatto facilissimo...

Insalata di cavolo cappuccio, preparazione
Insalata di cavolo cappuccio, preparazione
(Genova)
-

A noi piacciono talmente tanto che preferiamo gustarle tutto l’anno.
Solitamente siamo abituati a gustare le insalate durante la stagione calda: sono...

Mostaccioli napoletani, come fare
Mostaccioli napoletani, come fare
(Genova)
-

Si tratta di una delle più emblematiche ricette della tradizione grazie alla caratteristica forma di rombo e la copertura di cioccolato fondente.
L'aria natalizia che si respira nella città di Napoli ha un profumo...

Sorbetto alle nocciole, preparazione
Sorbetto alle nocciole, preparazione
(Genova)
-

I più tradizionalisti penseranno subito al sorbetto al limone, che con le sue note asprigne rinfresca il palato e aiuta la digestione… i più innovativi magari oseranno con un sorbetto di ananas e menta, mentre gli amanti dell’espresso sceglieranno sicuram
Cosa c’è di meglio di un bel sorbetto per concludere un lauto pasto? I più...

Pasta al forno, preparazione
Pasta al forno, preparazione
(Genova)
-

Quando si prepara la pasta al forno è molto importante fare attenzione alla cottura della pasta, che va scolata a metà ancora al dente, per evitare che scuocia a causa del passaggio prolungato in forno che le donerà una crosticina in superificie davvero i
Teglia fumante mi ci ficco. Vabbè, non fa rima, ma è esattamente il pensiero che...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati