Preparazione Capesante gratinate

(Napoli)ore 09:32:00 del 16/05/2017 - Categoria: , Cucina

Preparazione Capesante gratinate

In vista del cenone della vigilia o del pranzo di Natale, saranno una pietanza perfetta da presentare ai vostri invitati.

Le capesante gratinate sono un ottimo antipasto a base di pesce, semplice da preparare e molto gustoso grazie alla delicata panatura che qui vi proponiamo senza l'aggiunta di formaggi, per gustarne appieno il delicato sapore. Le capesante gratinate non si possono cuocere in anticipo e poi riscaldare perchè risulterebbero gommose. Possono però essere preparate qualche ora prima per essere gratinate all'ultimo minuto. In questo caso tenerle ben coperte in frigorifero fino a 20 minuti prima di cuocerle.

Elegante e sfizioso allo stesso tempo: un antipasto perfetto per le feste. Sono le capesante gratinate! Una delicata e profumata panatura aromatizzata con timo, maggiorana e prezzemolo impreziosisce questi raffinati frutti di mare. In vista del cenone della vigilia o del pranzo di Natale, saranno una pietanza perfetta da presentare ai vostri invitati. Le capesante gratinate sono semplici da realizzare anche all'ultimo; voi pensate a rendere la panatura umida al punto giusto e a scegliere le capesante più carnose... al resto ci penserà la cottura in forno mentre voi potete sistemare gli ultimi dettagli della tavola da imbandire! E che la festa abbia inizio!

Ingredienti

Capesante 8 Pane mollica 100 g Pepe nero q.b. Sale fino q.b. Olio extravergine d'oliva 40 g Scorza di limone 1 Prezzemolo q.b. Timo q.b. Maggiorana q.b.

Capesante gratinate

Per realizzare le capesante gratinate, iniziate dalla panure: prelevate la mollica di pane togliendo la crosta (potrete fare dei croccanti crostini con la crosta che avete eliminato); tagliate la mollica a cubetti (1). Trasferitela in un mixer, unite l'olio (2), salate e pepate a piacere (3),

Capesante gratinate

aggiungete le erbe aromatiche, prezzemolo, maggiorana, timo (4-5), e infine grattugiate la scorza di limone (6).

Capesante gratinate

Frullate e otterrete la panure (7); con queste dosi la vostra panure sarà umida al punto giusto, in modo che il risultato sia gustoso e non rimanga troppo asciutto. Prendete le capesante, adagiatele su una leccarda, con la conchiglia rivolta verso la base in modo da farcire le capesante con la panure ottenuta (8). Una volta distribuita infornatele in forno ventilato preriscaldato a 190° per circa 15 minuti o non appena si sarà creata una crosticina invitante (9). Le vostre capesante gratinate sono pronte per essere servite!

Conservazione

E' preferibile consumare le capesante gratinate poco dopo averle preparate, ancora calde. Possono essere conservate per 1 giorno in frigo in un contenitore ermetico.

Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Limone ed erbe aromatiche sono perfette per la panatura, ma potete anche variare: ad esempio un'abbinata vincente, togliendo la scorza di limone, è pistacchio e pomodorini!

Autore: Carla

Notizie di oggi
Preparazione Parmigiana di zucchine
Preparazione Parmigiana di zucchine
(Napoli)
-

E se siete abituati alla versione più classica, con le melanzane, fritte in olio profondo, non vedrete l'ora di provare la parmigiana di zucchine, probabilmente la variante più famosa di questa fantastica ricetta mediterranea.
La parmigiana di zucchine è una variante della più famosa parmigiana di...

Preparazione Polpette di pollo
Preparazione Polpette di pollo
(Napoli)
-

Il petto di pollo non sarà più asciutto e poco appetitoso ma si trasformerà in qualcosa di veramente speciale
  Le polpette di pollo sono un secondo leggero e nutriente, ideale da servire...

Crostata al farro e ciliegie
Crostata al farro e ciliegie
(Napoli)
-

La crostata al farro e ciliegie è una torta molto ricca e profumata, che in un guscio di friabile pasta frolla al limone accoglie una deliziosa farcitura di composta di ciliegie, mandorle e farina di farro.
La crostata al farro e ciliegie è una torta molto ricca e profumata, che in un...

Torta alle ciliegie meringata
Torta alle ciliegie meringata
(Napoli)
-

Qual è il frutto di stagione a cui non sapete proprio rinunciare? Vi concedo qualche indizio: una tira l’altra, rossa e golosa
Qual è il frutto di stagione a cui non sapete proprio rinunciare? Vi concedo...

Panzanella dolce
Panzanella dolce
(Napoli)
-

E’ uno dei piatti toscani più antichi e amati, una leggenda vuole che sia nato sui pescherecci dove i marinai condivano il pane raffermo con cipolle e lo rendevano morbido con l’acqua di mare: stiamo parlando della panzanella!
E’ uno dei piatti toscani più antichi e amati, una leggenda vuole che sia nato...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati